CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

MILAN-TORINO 3-2: LA PRIMA VOLTA DEI ROSSONERI DA SOLI IN VETTA!

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Per il mondo del calcio, inizia una settiman
che, da anni, non si rivelava tanto carica di attese! A Milano è improgramma lo scontro al vertice tra il Milan e il Torino. Per i rossoneri si tratta senza dubbio di un test probante, quasi un esame di maturità, per una compagine ed una società che sta tentando di raggiungere i vertici del calcio italiano.
19a GIORNATA: domenica 25 gennaio 1948               

 Atalanta – Livorno      3-1    

56′ Astorri, 65′ Mari rig., 74′ Gimona (LI), 89′ Astorri

Bologna – Salernitana   4-0    

52′ Arcari IV, 65′ Cappello, 74′ aut. Rispoli, 85′ Gritti

Fiorentina – Lazio      4-1    

4′ e 5′ Bollano, 35′ Galassi, 52′ Penzo (LA), 64′ Galassi

Juventus – Bari         6-0    

9′ Cergoli, 43′ Boniperti, 72′ Arpas, 79′ Cergoli, 86′ Arpas, 87′ Lenci

Milan – Torino          3-2    

7′ e 32′ Puricelli, 45′ Degano, 47′ Menti II (TO), 70′ Mazzola (TO)

Napoli – Inter          3-0    

23′ Krieziu, 31′ Lapaz, 84′ Ganelli

Pro Patria – Vicenza    2-0    

30′ Colpo, 40′ Pozzi

Roma – Lucchese         4-2    

13′ Zsengeller, 33′ Miniati (LU), 42′ Zsengeller, 50′ Amadei, 54′ Clocchiatti (LU), 70′ Amadei

Sampdoria – Modena      0-0

Triestina – Genoa       1-0    

49′ Blason

Riposa : Alessandria.

 CLASSIFICA:

Milan 29; Torino 27; Juventus e Triestina 23; Inter 22; Bologna e Fiorentina 20; Atalanta, Modena e Pro Patria 19; Lazio e Roma 17; Genoa e Livorno 16; Alessandria e Salernitana 15; Lucchese 14; Bari e Sampdoria 13; Vicenza 12; Napoli 11.
I rossoneri disputano un primo tempo da favola portandosi in vantaggio di tre
gol, grazie ad una doppietta di Puricelli e alla solita rete di Pietro Raccis. Il Toro, però, è il Toro.  Menti accorcia le distanze in apertura di ripresa e Mazzola riapre completamente la partita. A questo punto la rimonta per i granata
sembra possibile, data la loro propensione a realizzare reti negli  ultimi minuti, ma il Milan resiste, portando a termine quella che, in tutti gli annali, verrà ricordata come un’impresa da tramandare ai posteri.  Per la prima volta dall’istituzione del campionato a girone unico, i rossoneri si trovano al comando della classifica e con una partita in meno
rispetto agli avversari. Le altre grandi sono a distanza siderale: la Juventus a meno 6 e l’Inter a meno 7. Per il presidente Trabattoni è uno stimolo a continuare la sua opera per tentare di riportare lo scudetto in casa dei diavoli.

Dietro la Juventus ottiene una bella vittoria contro il Bari, ma non si libera della compagnia della Triestina che batte il Genoa grazie ad un gol di Ivano Blason, che per una volta si è concesso il lusso di lasciare la propria area di rigore, nella quale è diventato l’assoluto padrone, per vivere una giornata
da protagonista.
Crolla l’Inter sul campo del Napoli, che in questo modo avvicina le concorrenti per la lotta alla salvezza.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento