CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LA STRAGE DI PORTELLA DELLE GINESTRE

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
L’1 maggio, Portella delle Ginestre, località in provincia di Palermo, è teatro di una delle tragedie più atroci avvenute in questi ultimi sessant’anni. Durante le celebrazioni della festa dei lavoratori, ricorrenza reintrodotta dopo il termine del Conflitto, si registrano gravissimi incidenti, causa di otto morti e trenta feriti. La banda del bandito Giuliano (colonnello del movimento separatista siciliano – una espressione dei grossi latifondisti) attacca sparando proditoriamente sui lavoratori in festa.

Il giorno seguente, per lo sdegno, viene proclamato uno sciopero generale di protesta, al quale, però le organizzazioni dei lavoratori della corrente democristiana rifiutano di partecipare, non considerando l’incidente di carattere politico, ma solo una impresa banditesca. Anche il mondo dei lavoratori sembra spaccarsi:
da un lato quelli appunto di formazione cattolica, dall’altro quelli di formazione di estrema sinistra.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.