CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

L’11a E LA 12a GIORNATA DEL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1946-47

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Gli agghiaccianti particolari dell’eccidio di Via San Gregorio costituiscono l’arbomento principe delle conversazioni anche negli stadi, prima dell’inizio delle partite dell’11a giornata di questo campionato, finora più avvincente del previsto.
11a GIORNATA: domenica 8 dicembre 1946       

 Alessandria – Inter     1-0    

2′ aut. Marchi

Bari – Napoli           1-0    

85′ Carlini

Bologna – Juventus      0-0

Brescia – Triestina     2-2     

5′ Rebuzzi II (BS), 12′ e 46′ Persi, 80′ De Filippis (BS)

Fiorentina – Atalanta   1-0    

48′ Gregorin

Genoa – Lazio           3-0    

50′ Verdeal, 55′ Dalla Torre, 79′ Verdeal

Milan – Venezia         3-2    

1′ Ottino (VE), 30′ aut. Bellesini, 50′ Puricelli, 63′ Carapellese, 85′ Renosto II (VE)

Roma – Modena           0-0

Torino – Livorno        3-2    

10′ Mazzola, 15′ Gabetto, 41′ Castigliano, 62′ Stua (LI), 83′ Raccis (LI) rig.

Vicenza – Sampdoria     1-5    

11′ Baldini, 39′ Fabbri V, 54′ Conti II (VI), 62′ Fabbri V, 84′ Bassetto, 85′ Baldini

 CLASSIFICA:

Bologna, Juventus e Torino 17; Modena e Sampdoria 14; Bari 13; Roma 12; Livorno e Milan 11; Fiorentina, Genoa, Napoli e Vicenza 10; Lazio 9; Atalanta, Brescia, Inter e Venezia 8; Triestina 6; Alessandria 5.
Termina a reti bianche il big match tra Bologna e Juventus e il Torino ne approfitta per appaiare le due squadre in testa. La vittoria dei granata sul Livorno è stata più sofferta del previsto: in vantaggio per tre a zero a mezz’ora dal termine, i piemontesi non disputano la solita parte finale d’incontro,
quella delle maniche alzate del Capitano Valentino Mazzola, e permettono ai toscani di rimontare fino al 3 a 2 finale.

L’Inter cade ad Alessandria e scivola al terz’ultimo posto. I nerazzurri sono in piena  zona retrocessione; le partenze di Romano Penzo, Edmondo Fabbri, Barsanti e Candiani si sono fatte sentire.
12a GIORNATA: domenica 15 dicembre 1946       

 Alessandria – Livorno   4-1    

16′ Pietruzzi, 63′ Arezzi, 66′ Armano, 70′ Raccis (LI), 87′ Armano

Bari – Bologna          1-0    

41′ Spadavecchia

Fiorentina – Lazio      4-1    

6′ e 9′ Gregorin, 24′ Chiodi, 80′ Magrini (LA), 89′ Bortoletto

Juventus – Inter        4-1    

10′ Korostelev, 51′ Magni, 78′ Bovio (IN), 79′ Sentimenti III, 85′ Korostelev

Milan – Genoa           4-1    

59′ Carapellese, 60′ Dalla Torre (GE), 65′ Tognon, 80′ Carapellese, 88′ Antonini

Modena – Vicenza        1-0    

55′ Brighenti

Napoli – Torino         2-2    

12′ Gabetto, 63′ Andreolo (NA), 73′ Busani (NA), 84′ Gabetto

Roma – Atalanta         3-0    

5′ Krieziu, 48′ Ferrari, 89′ Krieziu

Triestina – Sampdoria   1-1    

32′ Persi (TS), 33′ Fiorini

Venezia – Brescia       1-2    

35′ Penzo, 56′ De Filippis, 76′ Dante (VE)

 CLASSIFICA:

Juventus 19; Torino 18; Bologna 17; Modena 16; Bari e Sampdoria 15; Roma 14; Milan 13; Fiorentina 12; Livorno e Napoli 11; Brescia, Genoa e Vicenza 10; Lazio 9; Atalanta, Inter e Venezia 8; Alessandria e Triestina 7.
 Dopo la batosta rifilata ad un’Inter sempre più in crisi, La Juventus, approfittando del pareggio di Napoli del Torino e della sconfitta del Bologna a
Bari, ritorna da sola al comando. Ma in questa giornata l’Italia calcistica inizia a conoscere una delle migliori ali destre  che abbiano mai calcato i campi di serie A: Gino Armano dell’Alessandria, autore di oltre cento reti in serie A, ma mai chiamato in azzurro.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.