CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1946-47: IL GIRONE DI RITORNO DALLA 31a ALLA 34a GIORNATA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
In settimana la nazione si trova nuovamente senza esecutivo. Alcide De Gasperi è costretto a rimettere nuovamente il mandato nelle mani del Presidente della Repubblica.

Finalmente si risveglia anche il mondo culturale, probabilmente quello maggiormente penalizzato da vent’anni di controllo di regime. La libertà durerà molto poco: la nazione sta andando incontro ad un altro regime occulto: quello clericale. Comunque a Milano il 14 maggio nasce il Piccolo Teatro diretto da Giorgio Streler, uno dei grandi maestri del XX secolo.
31a GIORNATA: domenica 18 mag 1947

       

 Atalanta – Roma         0-0

Bologna – Bari          2-1    

20′ Taiti, 21′ Tontodonati (BA), 63′ Cappello

Brescia – Venezia       0-2    

“a tavolino”

Genoa – Milan           0-2    

36′ Carapellese, 66′ Antonini

Inter – Juventus        0-0

Lazio – Fiorentina      3-0    

2′ Flamini, 64′ Lombardini, 78′ Flamini

Livorno – Alessandria   4-2    

17′ Raccis, 32′ Coscia (AL), 49′ Raccis, 53′ e 78′ Piana, 83′ Tortarolo (AL)

Torino – Napoli         2-1    

7′ Castigliano, 20′ Barbieri (NA), 59′ Ferraris II

Vicenza – Modena        0-1     

17′ Remondini

 CLASSIFICA:

Torino 50; Modena 45; Juventus 44; Milan 42; Bari 33; Bologna, Napoli e Sampdoria 32; Atalanta 31; Vicenza 29; Lazio e Livorno 28; Genoa e Inter
27; Alessandria e Roma 26; Fiorentina e Venezia 25; Brescia 22; Triestina 16.
 Nuova vittoria del Torino sul forte Napoli, ma dietro il Modena resiste. La Juventus, intanto, torna dallo scontro con l’Inter con un pareggio che lascia l’Inter impelagata nei bassifondi della graduatoria.

Si apre una settimana cruciale per gli equilibri internazionali: l’Italia chiede di aderire alle Nazioni Unite, trovando l’immeidato ostruzionismo dell’Unione Sovietica, la quale, dal canto suo, esercita pressioni su Grecia e Turchia, spalleggiando le forze di sinistra di queste nazioni balcaniche. Gli Stati Uniti, dal canto loro, mettono in campo prestiti per 400 milioni di dollari per la ricostruzione dei due Paesi.
32a GIORNATA: domenica 25 maggio 1947

       

 Alessandria – Brescia   2-2    

23′ Quario, 40′ Perazzolo, 45′ Coscia (AL), 86′ Rava (AL) rig.

Bari – Inter            1-2    

14′ Muci, 30′ Orlando (BA), 90′ Muci

Bologna – Napoli        3-0    

14′ Cappello, 34′ Arcari IV rig., 46′ Biavati

Fiorentina – Torino     0-4    

44′ Ferraris II, 49′ Mazzola, 60′ Castigliano, 89′ Loik

Juventus – Modena       1-0    

51′ Piola

Milan – Lazio           0-0

Roma – Genoa            0-1    

75′ Macrì

Sampdoria – Venezia     3-1    

65′ Baldini, 70′ Fiorini, 77′ Frugali, 80′ Pernigo (VE) rig.

Triestina – Livorno     0-3    

35′ e 40′ Raccis, 41′ Stua

Vicenza – Atalanta      0-1    

9′ Kincses

 CLASSIFICA:

Torino 52; Juventus 46; Modena 45; Milan 43; Bologna e Sampdoria 34; Atalanta e Bari 33; Napoli 32; Livorno 30; Genoa, Inter, Lazio e Vicenza
29; Alessandria 27; Roma 26; Fiorentina e Venezia 25; Brescia 23; Triestina 16.
 Show del Torino a Firenze al quale risponde solamente la Juventus, che, grazie ad un gol del semp’iterno Silvio Piola, si aggiudica lo scontro diretto per il secondo posto della classifica. La piazza d’onore sembra il massimo traguardo possibile per gli avversari di questo Torino. La sconfitta patita
contro i granata relega la Fiorentina al terz’ultimo posto della classifica in compagnia del Venezia. Ad inizio stagione gli obbiettivi dei toscani erano certamente diversi, ma vi sono stati giocatori come Gei, Bollano ed altri che nonhanno reso secondo le aspettative.
Non sta tanto meglio la Roma di Amedeo Amadei, che sopravanza i viola di un solo punto. E pensare che solo cinque anni prima i giallo-rossi festeggiavano lo scudetto!

Giugno intanto inizia con il varo del nuovo Esecutivo sempre presieduto da Alcide De Gasperi. Questa volta lo statista trentino decide di far a meno dell’apporto del Partito Comunista Italiano.

Conosciute e sottoscritte le condizioni di pace, in settimana l’Italia viene a conoscenza di come l’alleato statunitense intede aiutare l’Europa Occidentale a risollevarsi dal disastro bellico. Il 5 giugno viene varato il cosiddetto “Piano Marshal,” la contropartita economica della politica di Truman. Elargendo aiuti, gli USA intendono legare a sè le nazioni dell’Europa Occidentale, scongiurando l’avanzata del Comunismo. La lezione del primo dopoguerra sembra essere servita a qualche cosa.

33a GIORNATA: domenica 1 giugno 1947       

 Bari – Triestina        2-0    

78′ Tavellin, 86′ Orlando

Brescia – Juventus      1-1    

83′ Korostelev, 85′ Messora (BS)

Fiorentina – Roma       3-3    

30′ Gritti (FI), 36′ Losi, 51′ Marchetti (FI), 64′ Gritti (FI), 70′ Amadei, 75′ Losi

Genoa – Alessandria     3-1    

37′ Chizzo, 43′ e 51′ Bonistalli, 57′ Giorgino (AL)

Lazio – Vicenza         1-1    

29′ Quaresima, 63′ Lombardini (LA) rig.

Milan – Bologna         4-2    

7′ Taiti (BO), 49′ Puricelli, 52′ Arcari IV (BO), 63′ Tosolini, 72′ e 73′ Puricelli

Modena – Sampdoria      1-0    

59′ Romani

Napoli – Inter          1-0    

4′ Rosi

Torino – Atalanta       5-3    

14′ Loik, 25′ Ferraris II, 43′ aut. Rosetta (AT), 54′ Cergoli (AT), 56′, 64′ e 66′ Mazzola,  85′ Meucci (AT)

Venezia – Livorno       1-0     

44′ Tortora rig.

 CLASSIFICA:

Torino 54; Juventus e Modena 47; Milan 45; Bari 35; Bologna, Napoli e Sampdoria 34; Atalanta 33; Genoa 31; Lazio, Livorno e Vicenza 30; Inter
29; Alessandria, Roma e Venezia 27; Fiorentina 26; Brescia 24; Triestina 16.
 Il Torino parte bene, si distrae, facendosi raggiungere dall’Atalanta, ma a questo punto si scatena Valentino Mazzola che in dodici minuti realizza una
tripletta e chiude la questione alla sua maniera: da autentico fuoriclasse. I granata acquisiscono un altro punto di vantaggio sulle inseguitrici.

In coda termina sul 3 a 3 il drammatico confronto di Firenze tra i viola e la Roma. Per i toscani rimane il rammarico di essere stati in vantaggio di due reti fino ad un quarto d’ora dalla fine. La Triestina, con  l’ennesima sconfitta consecutiva, è matematicamente retrocessa in serie B. Si tratta della prima
retrocessione per i giuliani: le difficoltà ambientali che hanno costretto gli alabardati a disputare tutte le partite casalinghe in campo neutro, si sono fatte troppo sentire.
34a GIORNATA: domenica 8 giugno 1947

       

 Alessandria – Milan     4-1    

13′ e 14′ Sotgiu, 18′ Antonini (MI), 57′ Lushta, 62′ Sotgiu

Atalanta – Lazio        1-1    

14′ De Andreis (LA), 33′ Salvi

Bologna – Brescia       0-2    

“a tavolino”

Inter – Venezia         3-1    

56′ Muci, 62′ Neri, 89′ Achilli, 90′ Ottino (VE)

Livorno – Modena        0-1    

65′ Del Medico

Napoli – Fiorentina     1-1    

3′ Verrina (NA) rig., 27′ Badiali

Roma – Bari             2-0    

65′ Schiavetti, 79′ Amadei

Sampdoria – Juventus    0-3    

39′ Boniperti, 86′ Astorri, 89′ Boniperti

Torino – Genoa          6-0    

20′ Loik, 21′ e 28′ Mazzola, 46′ Martelli, 56′ Mazzola, 60′ Castigliano

Vicenza – Triestina     3-2    

7′ Persi (TS), 31′ Urbani (TS), 43′ Rebuzzi I, 47′ Quaresima, 55′ Conti II

 CLASSIFICA:

Torino 56; Juventus e Modena 49; Milan 45; Bari e Napoli 35; Atalanta, Sampdoria e Bologna 34; Vicenza 32; Genoa, Inter e Lazio 31; Livorno
30; Alessandria e Roma 29; Fiorentina e Venezia 27; Brescia 26; Triestina 16.
 Altra goleada granata e altra tripletta di Mazzola, il quale, a questo punto, mira decisamente alla conquista della classifica dei cannonieri. Dietro vincono il Modena e la Juventus sul campo della Sampdoria. A Genova segna due gol un ragazzino notato da Felice Borel: si chiama Gianpiero Boniperti.  Ci farà
compagnia ancora per molti anni.
PAGINA SUCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento