CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1945-46: LA CONCLUSIONE DEL GIRONE D’ANDATA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Il 1946 si apre con la prospettiva di un referendum necessario per scegliere la forma di governo: repubblica o monarchia. Ancora una volta l’opinione pubblica si divide, ma questa volta la divisione è sana, ideologica: questa volta non ci sono fucili, bombe o delazioni; la costruzione di una coscienza democratica
della popolazione inizia anche da qui.

I tempi stanno cambiando pure al di fuori del nostro Paese: in Giappone, per esempio, l’Imperatore nega la sua discendenza divina, credenza capace di spingere

un’intera popolazione a combattere guerre in suo nome.

I campionati riprendono, col big match Inter-Torino, nel giorno della conclusione del Primo Congresso del Partito Comunista Italiano nel dopoguerra, il quale sancisce

la leadership di Palmiro Togliatti.

12a GIORNATA: domenica 6 gennaio 1946       

 Andrea Doria-Triestina  0-0

Atalanta – Milan        0-2    

10′ Gimona, 33′ Bonomi

Genoa – Sampierdarenese 0-2    

23′ Fiorini, 85′ Parvis

Inter – Torino          1-1    

51′ Loik, 61′ Candiani (IN)

Juventus – Bologna      1-0    

78′ Magni

Modena – Venezia        0-0

Vicenza – Brescia       1-0    

75′ Bassetto

 CLASSIFICA:

Inter 21; Torino 20; Juventus 18; Brescia 14; Andrea Doria e Triestina 13; Milan 11; Bologna e Vicenza 10; Modena 9; Genoa 8;

Atalanta, Sampierdarenese e Venezia 7.

12a GIORNATA: domenica 6 gennaio 1946        

 Salernitana – Bari      2-3    

33′ Margiotta (SA), 55′ Di Benedetti, 65′ Colaneri (SA), 81′ Di Benedetti, 83′ Lenzi

Roma – Palermo          2-1    

23′ Urilli, 70′ Perugini (PA), 86′ Krieziu

riposano: Anconitana, Fiorentina, Lazio, Livorno e Pescara

Recupero

 Pescara – Lazio         2-2 

3′ Tontodonati (PE), 40′ De Angelis (PE), 56′ rig., e63′ Koenig

 CLASSIFICA:

Bari e Roma 15; Napoli 13; Livorno 11; Pescara 10; Fiorentina e Siena 9; Salernitana 7; Palermo 6; Lazio 5; Anconitana 4.
 Nel giorno dell’epifania va in scena la supersfida tra Inter e Torino risolta in un pari che accontenta maggiormente i granata. Si riavvicina la

Juventus che sconfigge il Bologna. I felsinei soffrono senza dubbio l’età avanzata di molti uomini dell’organico; inoltre Gino Cappello non garantisce
lo stesso numero di gol di Puricelli passato al Milan.

Nel girone centro-meridionale si staccano il Bari e la Roma, ma vi sono molte partite da recuperare.

In settimana Londra ospita la prima assemblea dell’Organizzazione delle Nazioni Unite, avvenuta un giorno prima della nascita dell’Albania, ritornata nazione dopo

l’occupazione italiana l’11 gennaio.

13a GIORNATA: domenica 13 gennaio 1946

       

 Andrea Doria – Torino   2-3    

16′ Rebuzzi I (AN), 32′ Ferraris II, 35′ Rebuzzi I (AN), 71′ e 72′ Gabetto

Atalanta – Modena       0-1    

57′ Brighenti<

Bologna – Genoa         4-0    

59′ Arcari IV, 73′, 80′ e 89′ Cappello

Juventus – Vicenza      2-1    

9′ Sentimenti III, 15′ Marchetti (VI), 75′ Sentimenti III

Milan – Brescia         3-1    

14′ Puricelli, 36′ Gimona, 40′ Bonomi, 89′ Rebuzzi II (BS)

Triestina – Inter       1-3    

4′ Muci, 27′ Rancilio (TS), 71′ Candiani, 82′ aut. Radio

Venezia-Sampierdarenese 3-1    

14′ e 47′ Pernigo, 55′ Alberti, 88′ D’Alconzo (SA)

 CLASSIFICA:

Inter 23; Torino 22; Juventus 20; Brescia 14; Andrea Doria, Milan e Triestina 13; Bologna 12; Modena 11; Vicenza 10; Venezia 9;

Genoa 8; Atalanta e Sampierdarenese 7.

Recuperi

 Anconitana – Palermo    1-2 

20′ Di Bella, 41′ Bazan, 47′ Ratti (AN)

Lazio – Bari            1-0   

18′ Noseda (LA)

Napoli – Siena          6-1   

6′ Rosi, 22′ e 55′ Barbieri, 62′ Verrina, 75′ Boldi (SI), 76′ Verrina, 78′ Barbieri

 CLASSIFICA:

Bari, Napoli e Roma 15; Livorno 11; Pescara 10; Fiorentina e Siena 9; Palermo 8; Lazio e Salernitana 7; Anconitana 4.
 Si conclude il girone d’andata con la vittoria di tutte le prime, ad eccezione del Brescia sconfitto in casa di un Milan in netta ripresa ed in

grado di lottare per uno dei posti utili per l’accesso al girone finale.

Si completa anche il girone centro-meridionale: i recuperi hanno sancito l’ottimo momento del Napoli che travolge il Siena e la ripresa della Lazio che, con tre punti

nelle ultime due gare, inizia una lenta risalita in graduatoria.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento