CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

IL “VOLTAFACCIA” DI EDGARDO SOGNO

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
È un clima surreale quello in cui si disputa il girone di ritorno di uno dei campionati più avvincenti della storia del nostro calcio. Fosse stato giocato qualche anno prima o dopo, questo torneo sarebbe stato ricordato da tutti, ma le tragedie che lo circondano lo mettono senz’altro in secondo piano, anche

nella memoria dei calciofili più accaniti.

Altro che colpi di tacco e rovesciate! La realtà d’ora in avanti sarà costituita da bombe, allarmi aerei, coprifuoco, morte e distruzione. Ne sanno immediatamente

qualcosa gli abitanti di Pantelleria, l’isola bombardata dal cielo e subito dopo anche dal mare. La guarnigione italiana di stanza in loco si arrende, unico caso nel

corso dell’intero conflitto.

È il chiaro sintomo dello scoramento che pervade tutte le forze armate. Molti comprendono che è giunto probabilmente il momento di porre fine

allo scempio di tutto, in un modo o in un altro, a costo di cambiare bandiera. Deve essere stato senz’altro il caso di Edgardo sogno, ex ufficiale del Corpo volontario

fascista nella Guerra civile spagnola, che proprio in questo giorno accetta di essere arruolato nello Special Operations Executive (SOE) il servizio segreto militare

britannico. Svolgerà una funzione di collegamento con le brigate partigiane. Altri volteranno la faccia al regime solo per tentare di salvare quanto guadagnato alle

sue spalle.

La Germania, nel frattempo, ordina la mobilitazione generale allo scopo di fornire forze fresche ad un esercito ormai stanco e logoro. I tedeschi, così come gli

italiani, non sono al corrente che in Marocco Churchil e Roosevelt, il primo Capo di Stato ad aver viaggiato in aereo, stanno decidendo la strategia per il futuro:

invaderanno l’Italia da sud, fiaccando prima il morale della popolazione con bombardamenti a tappeto, in modo da mettere il popolo contro il Regime Fascista. La morte

di molti civili è quindi frutto di un preciso disegno che, se portato avanti da qualche nazione a noi nemica, definiremmo criminale.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento