CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

LETTERE DAL FRONTE!

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
 Prosegue il campionato e i suoi echi raggiungono anche gli ospedali dove si trovano i feriti di guerra. Anche a questo deve servire la

manifestazione entrata ormai completamente nel cuore delle masse. La dodicesima giornata prevede il derby capitolino con in testa la Roma e con le grandi storiche in piena crisi. A Roma si

respira aria di scudetto evidentemente arrivata anche a questo tifoso di cui riportiamo il testo integrale del biglietto che ha fatto giungere
nel ritiro giallo-rosso prima della partita:

12a GIORNATA: domenica 11 gennaio 1942

       
Atalanta – Torino       1-3    

10′ e 29′ Gabetto, 33′ Gaddoni (AT), 85′ Petron

Bologna – Modena        4-0    

11′ Puricelli, 14′ Arcari IV, 53′ Reguzzoni, 68′ Biavati

Genova – Ambrosiana     6-1     

5′ Bertoni, 17′ Neri, 24′ Ispiro, 26′ Neri, 49′ Ispiro, 70′ Campatelli (AM) rig., 78′ Neri

Juventus – Livorno      2-3    

20′ Michelini, 30′ Lushta (JU), 50′ Piana, 63′ Lushta (JU), 89′ Viani II

Milan – Liguria         3-2    

19′ Boffi, 33′ Meroni (LI), 41′ Rosellini, 52′ Bollano, 71′ Parvis (LI)

Napoli – Fiorentina     1-0    

20′ Venditto

Roma – Lazio            2-1    

14′ Amadei, 26′ Piola (LA), 91′ aut. Faotto

Venezia – Triestina     2-0    

29′ Pernigo, 51′ Alberti

 CLASSIFICA:

Roma e Venezia 17; Torino 15; Ambrosiana e Triestina 14; Genova 13; Atalanta e Liguria 12; Fiorentina, Juventus, Lazio e Livorno

11; Milan e Napoli 9; Bologna e Modena 8.

Il derby si rivela interessante, soprattutto l’ultima parte caratterizzata da due gol anullati alla Lazio, precisamente ad Aldo Puccinelli e a Gualtieri, mentre la Roma fallisce un rigore con Mornese. Il match sembra chiudersi in parità quando al 91, ormai in pieno recupero, l’ala albanese Krieziu mette
centro un pallone, tanto per vedere che succede; il portiere laziale Gradella esce per far sua la presa, ma viene anticipato da uno dei suoi che respinge malamente. La

palla rimbalza sulla schiena di Monza (altro biancoceleste) e si alza di quel tanto che basta a far si che 4 laziali si preparino ad attenderne
il ritorno… In mezzo a loro, però, si trova l’italo argentino Pantò che ha la balzana idea di spingere Faotto, questi sbilanciato non riesce a fermarsi e si trascina

in rete la palla, l’arbitro nella mischia generale non si avvede della scorrettezza e convalida…
Questo è uno degli episodi che portano a pensare che il campionato in questione sia manovrato dall’alto.

Il passo della Roma viene tenuto solo dal Venezia. Dietro perdono la Triestina ma soprattutto l’Ambrosiana travolta dal Genoa. Ne approfitta il Torino balzato da solo

al terzo posto. Danno sintomi di ripresa Bologna e Milan.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento