CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1941-42: IL GIRONE DI RITORNO DALLA 23a ALLA 27a GIORNATA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Il campionato ritorna a primavera ormai inoltrata per vivere la sua fase decisiva, quella che, tutti sperano, stiano apprestandosi a vivere anche le nazioni in guerra!
 23a GIORNATA: domenica 26 aprile 1942       

Ambrosiana – Modena     1-0    

82′ Cominelli

Atalanta – Milan        0-2    

13′ Boffi, 36′ Cappello IV

Fiorentina – Livorno    2-0    

42′ Penzo, 83′ Rallo

Lazio – Napoli          1-0    

74′ Pisa

Liguria – Bologna       2-1    

1′ Biavati (BO), 53′ Meroni, 64′ Alghisi

Torino – Juventus       2-1    

23′ Ferraris II, 41′ aut. Foni, 55′ Colaneri (JU)

Triestina – Genova      2-1    

10′ Ispiro (GE), 35′ Ballarin, 41′ aut. Allasio

Venezia – Roma          0-1    

63′ Amadei

 CLASSIFICA:

Torino 32; Roma 31; Venezia 28; Genova 26; Lazio 25; Juventus e Milan 24; Bologna e Triestina 23; Liguria 22; Ambrosiana e Fiorentina 21;
Livorno 20; Atalanta 19; Napoli 15; Modena 14.
 Il Torino vince un derby quanto mai nervoso caratterizzato anche dalle espulsioni di Romeo Menti e Gino colaussi, ma deve difendersi dagli assalti della Roma passata a Venezia, nell’altro big match di giornata, grazie ad un gol di Amadei. Il giovane attaccante giallo rosso sta diventando sempre di più il leader della compagine capitolina. Per i veneti, grandi sconfitti di giornata, il rammarico è davvero molto se si pensa che nel primo tempo falliscono anche un rigore che avrebbe potuto cambiare il corso della storia.
 24a GIORNATA: domenica 3 maggio 1942       

 Atalanta – Fiorentina   2-1    

17′ Pagliano, 19′ Penzo (FI), 83′ Tabanelli

Bologna – Lazio         2-2    

16′ Reguzzoni (BO), 19′ Andreolo (BO), 42′ e 63′ Baldo rig.

Genova – Torino         4-3     

4′ Menti II (TO), 5′ Ispiro, 34′ Gabetto (TO), 55′ Andrighetto, 62′ Conti, 73′ Trevisan, 86′ Menti II (TO) rig.

Juventus – Liguria      3-0    

8′ Sentimenti III, 43′ Rabitti, 85′ Varglien II

Milan – Venezia         1-1    

49′ Puppo, 52′ Boffi (MI)

Modena – Livorno        3-0    

1′ e 31′ Neri II, 36′ Capra

Napoli – Ambrosiana     0-1    

89′ Campatelli rig.

Roma – Triestina        0-0

 CLASSIFICA:

Roma e Torino 32; Venezia 29; Genova 28; Juventus e Lazio 26; Milan 25; Bologna e Triestina 24; Ambrosiana 23; Liguria 22; Atalanta e Fiorentina 21; Livorno 20; Modena 16; Napoli 15.
 Torino e Roma appaiate al comando dopo la sconfitta dei granata a Genova in un’autentica battaglia e il pareggio a reti bianche che la  Triestina ha imposto ai giallo-rossi sul loro terreno. In coda il Modena, battendo il Livorno grazie anche ad una doppietta del giovane Maino Neri, di cui sentiremo molto parlare, lascia l’ultimo posto al Napoli.

In settimana anche le truppe giapponesi, dopo quelle italo tedesche bloccate in Russia ormai dall’inverno precedente, conoscono uno stop nel loro tentativo di conquistare l’intero Oceano Pacifico. Si combatte la battaglia dei Coralli, la prima combattuta in mare, senza che le navi si fronteggiassero direttamente. Per quattro giorni, al largo della Guinea del Nord e delle Isole Salomone, è tutto un susseguirsi di attacchi e contrattacchi che, alla marina statunitense costeranno la perdita della porta aerei Legsinton, ma dal canto loro gli americani sono riusciti a bloccare efficacemente l’avanzata nipponica. E’ la prima volta che l’Impero del Sol Levante si vede impedita la conquista di un territorio al quale ha mirato.

A proposito di battute d’arresto: le truppe italo tedesche impegnate in Russia devono registrare la perdita di Kharkov ma, come continua ad annunciare Mussolini in chiusura di ogni suo intervento radiofonico:
25a GIORNATA: domenica 10 maggio 1942
       

 Ambrosiana – Bologna    0-1    

44′ Nardi

Fiorentina – Modena     8-0    

2′ Suppi, 22′ Gei, 28′ Suppi, 49′ Gei, 52′ Valcareggi, 82′ Gei, 86′ Morisco, 89′ Gei

Lazio – Juventus        2-1    

6′ Baldo, 44′ Colaneri (JU), 89′ Romagnoli

Liguria – Genova        3-4    

1′ Alghisi (LI), 19′ Trevisan, 20′ Borrini (LI), 22′ Pisano (LI), 73′ Neri, 74′ e 86′ Ispiro

Livorno – Napoli        2-0    

57′ Traversa, 64′ Viani II

Torino – Roma           2-2    

6′ Amadei, 9′ Baldi (TO), 24′ Amadei, 76′ Petron (TO)

Triestina – Milan       2-2    

43′ Cappello IV, 51′ Grezar (TS) rig., 54′ De Filippis (TS), 78′ Todeschini

Venezia – Atalanta      1-0    

55′ Mazzola

 CLASSIFICA:

Roma e Torino 33; Venezia 31; Genova 30; Lazio 28; Bologna, Juventus e Milan 26; Triestina 25; Ambrosiana e Fiorentina 23; Liguria e Livorno 22; Atalanta 21; Modena 16; Napoli 15.
 Lo scontro al vertice tra Torino e Roma termina in parità e il risultato fa gioco al Venezia tornato al successo contro l’Atalanta e al Genoa vittorioso in un’altra battaglia sostenuta contro i cugini del Liguria. La compagine rosso-blu si dimostra carente in difesa, quindi è senpre costretta ad imprese per portare a casa le partite, ma a cinque giornate dal termine può seriamente  sognare un clamoroso aggancio al vertice per la conquista dello scudetto della stella. Drammatica sconfitta del Napoli sul campo del Livorno. Ora i campani sono con un piede in serie B dovendo recuperare ben 6 punti nelle prossime 5 giornate.
 26a GIORNATA: domenica 17 maggio 1942       

 Atalanta – Triestina    1-1     

29′ Gaddoni (AT) rig., 67′ Rancilio

Bologna – Livorno       7-1    

7′ Nardi, 23′, 30′ e 32′ Puricelli, 39′ Nardi, 64′ Viani II (LI), 71′ Puricelli, 87′ Reguzzoni

Genova – Lazio          1-2    

38′ e 60′ Pisa rig., 79′ Ispiro (GE)

Juventus – Ambrosiana   4-0    

19′ Sentimenti III, 50′ e 72′ Bellini, 78′ Lushta

Milan – Torino          2-5    

18′ Meazza (MI), 21′ Menti II, 43′ Petron, 53′ Menti II, 55′ Cappello IV (MI), 79′ Ossola, 84′ Menti II

Napoli – Modena         2-1    

67′ Verrina rig., 71′ Busani, 85′ Sentimenti IV (MO) rig.

Roma – Liguria          7-0    

2′ Borsetti, 52′ Cappellini, 57′ Amadei, 63′ Coscia, 70′ e 73′ Amadei,  83′ Pantò

Venezia – Fiorentina    2-1    

39′ Pernigo rig., 42′ Begnini, 61′ Gei (FI)

 CLASSIFICA:

Roma e Torino 35; Venezia 33; Genova e Lazio 30; Bologna e Juventus 28; Milan e Triestina 26; Ambrosiana e Fiorentina 23; Atalanta, Liguria e Livorno 22; Napoli 17; Modena 16.
 Roma e Torino avanti a suon di gol! In questa giornata si mettono in lluce Amedeo Amadei e Romeo Menti entrambi autori di una tripletta. Quello che desta sensazione è la diversità del modulo adottato dalle due contendenti:  i capitolini giocano secondo i tradizionali canoni del metodo danubiano, mentre i granata adottano il sistema anglosassone, di cui diverranno in futuro veri maestri. Tiene anche il Venezia, mentre crolla sul più bello il Genoa in casa contro la Lazio. In coda il Napoli supera il Modena, lasciando agli emiliani l’ultimo posto in graduatoria. Si tratta tuttavia di un successo effimero in quanto la distanza che lo separa dalla terz’ultima è ancora molta.
27a GIORNATA: domenica 24 maggio 1942

       

 Ambrosiana – Genova     1-1    

31′ Cominelli (AM), 33′ Ispiro

Fiorentina – Napoli     0-1    

59′ Cadregari

Lazio – Roma            1-1    

5′ Pantò, 68′ Puccinelli (LA)

Liguria – Milan         1-0    

58′ Castelli

Livorno – Juventus      1-2    

3′ Viani II (LI), 33′ e 80′ Parola

Modena – Bologna        1-0    

26′ Robotti

Torino – Atalanta       9-1    

18′ Ossola, 19′ Menti II rig., 40′ Gabetto, 41′ e 55′ Borel II, 57′ e 61′ Gabetto, 75′ Borel II, 77′ Pagliano (AT), 83′ Ossola

Triestina – Venezia     2-2    

44′ Grezar (TS), 57′ Loik, 79′ Pernigo, 89′ Tagliasacchi (TS)

 CLASSIFICA:

Torino 37; Roma 36; Venezia 34; Genova e Lazio 31; Juventus 30; Bologna 28; Triestina 27; Milan 26; Ambrosiana e Liguria 24; Fiorentina 23; Atalanta e Livorno 22; Napoli 19; Modena 18.
Nove gol all’Atalanta e per il Torino è di nuovo primato in solitaria! Senza dubbio la potenzialità offensiva della compagine granata è straordinaria; manca solo un po’ di personalità e di continuità, ma il seme di una grande squadra è stato gettato e non tarderà a dare i suoi frutti. La Roma si stacca in quanto costretta al pari da una Lazio che ha poco da chiedere al campionato, se non di terminare più in alto possibile. Perde terreno il Venezia, distante quattro punti dal vertice. In coda vincono Napoli e Modena e tengono viva la speranza di una clamorosa salvezza.

Intanto la guerra prosegue. La settimana successiva a questa giornata di campionato  si rivela decisiva per le sorti della campagna d’Africa: nonostante la
scarsità di mezzi il generale tedesco Rommel decide di compiere comunque un grande attacco che dovrebbe portarlo alla conquista di Alessandria d’Egitto. L’inizio è buono, ma i successi ottenuti si riveleranno un boomerang per le truppe dell’Asse.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento