CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1941-42: IL GIRONE D’ANDATA DALLA 8a ALL’11a GIORNATA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
La propaganda di regime è intenta a magnificare il coraggio della gente italica, capace di dichiarare apertamente guerra alla principale delle nazioni plutocratiche, colpevole di affamare i suoi figli! Questi, dal canto loro, proseguono la loro vita quotidiana, nonostante le privazioni a cui sono sottoposti. Tra queste, c’è pure il rito della domenicale giornata di campionato di serie A.
8a GIORNATA: domenica 14 dicembre 1941
        

 Bologna – Liguria       2-2    

47′ Reguzzoni (BO), 50′ Parvis, 59′ Alghisi, 86′ Puricelli (BO)

Genova – Triestina      0-0

Juventus – Torino       3-0    

23′ Lushta, 35′ Bellini, 80′ Lushta

Livorno – Fiorentina    3-1    

21′ Stua, 22′ Degano (FI), 81′ Piana, 88′ Cattaneo

Milan – Atalanta        1-3    

14′, 16′ e 46′ Fabbri V, 50′ Boffi (MI)

Modena – Ambrosiana     1-1    

54′ Candiani, 59′ aut. Landolfi (MO)

Napoli – Lazio          1-1    

22′ Fabbro (NA), 30′ Gualtieri

Roma – Venezia          0-0

 CLASSIFICA:

Roma, Triestina e Venezia 11; Fiorentina 10; Juventus, Liguria e Torino 9; Ambrosiana, Genova e Lazio 8; Atalanta e Livorno 7;

Milan 6; Bologna e Napoli 5; Modena 4.

Al termine di queste due settimane così movimentate sul piano internazionale, Roma vive un grande  big match, peraltro inedito: allo Stadio Flaminio

si presenta la sorpresa Venezia, che impone il pari ai capitolini. Va detto, per onestà che  la vera sorpresa è proprio la Roma, completamente snobbata dalla critica, capace di resistere in vetta. Ne esce un pareggio che lascia le due squadre al comando in compagnia della Triestina. Perdono colpi la Fiorentina e il Torino pesantemente sconfitto nel derby grazie ai gol dell’albanese Lushta. E’ crisi per il Milan costretto a soccombere in casa contro l’Atalanta trascinata da una tripletta di Edmondo Fabbri.

Intanto Mosca è stata completamente liberata, così come altre zone della Russia. Per le truppe dell’asse e, in particolare per quelle italiane a meno 35 con le divise

in lanital e con gli scarponi di cartone, inizia la vera tragedia.

 9a GIORNATA: domenica 21 dicembre 1941        

 Ambrosiana – Napoli     5-1    

43′ Quario, 47′ Venditto (NA), 49′ Quario, 55′ Mascheroni, 72′ Salvi, 87′ Mascheroni

Fiorentina – Atalanta   0-1    

62′ Corbelli

Lazio – Bologna         5-1    

13′ Piola, 61′ Puccinelli, 69′ Puricelli (BO), 75′ Piola, 78′ Pisa, 83′ Piola

Liguria – Juventus      2-1    

18′ Ferrari (JU), 56′ Parvis, 70′ Meroni

Livorno – Modena        2-2    

7′ Ottino, 26′ Del Grosso, 40′ e 63′ Piana (LI)

Torino – Genova         1-1    

11′ Bertoni, 60′ Ferraris II (TO)

Triestina – Roma        0-0

Venezia – Milan         2-0    

36′ Pernigo, 55′ Alberti

 CLASSIFICA:

Venezia 13; Roma e Triestina 12; Liguria 11; Ambrosiana, Fiorentina, Lazio e Torino 10; Atalanta, Genova e Juventus 9; Livorno 8;

Milan 6; Bologna, Modena e Napoli 5.

 Pernigo e Alberti fanno volare il Venezia. I lagunari hanno conservato la squadra dell’anno precedente, vincitrice della Coppa Italia, ma sembrano

maggiormente consapevoli della propria forza, quindi sono in grado di tenere a certi livelli. Oltre alla perdurante crisi  del Bologna,incapace di risalire la
classifica, va segnalata quella nella quale è caduto il Milan. I rosso-neri partiti alla grande, incassano la terza sconfitta consecutiva e si trovano in piena zona

retrocessione.

Si entra nella settimana natalizia con le prime cattive notizie che, in modo clandestino (Radio Londra), filtrano dalla Russia. Per fortuna del Regime ci pensano i

soldati impegnati in Africa a far giungere materiale buono per la propaganda. Il 24 dicembre le truppe italo-tedesche conquistano Agedabia nell’Egitto britannic:

l’operazione che dovrebbe portare all’Italia lo sbocco sul Mar Rosso e sul Canale di Suez è iniziata! Nel giorno di Natale, intanto, i soldati giapponesi iniziano

l’invasione di Thailandia, Malaysia e Indocina francese; contemporaneamente sbarcano ad Hong Kong e nelle Filippine.

10a GIORNATA: domenica 28 dicembre 1941
       

 Atalanta – Venezia      1-0    

36′ Pagliano

Bologna – Ambrosiana    0-1    

15′ Candiani

Genova – Liguria        1-1    

14′ aut. Andrighetto, 65′ Ispiro (GE)

Juventus – Lazio        2-0    

10′ Lushta, 66′ Varglien I

Milan – Triestina       2-2    

16′ Tosolini, 41′ Boffi (MI), 49′ Bollano (MI), 50′ De Filippis

Modena – Fiorentina     1-1    

15′ Suppi, 32′ Robotti (MO)

Napoli – Livorno        2-1    

42′ Menti, 51′ Michelini (LI), 86′ Cadregari

Roma – Torino           0-0

 CLASSIFICA:

Roma, Triestina e Venezia 13; Ambrosiana e Liguria 12; Atalanta, Fiorentina, Juventus e Torino 11; Genova e Lazio 10; Livorno 8;

Milan e Napoli 7; Modena 6; Bologna 5.

 L’Atalanta, in grandi condizioni di forma, sconfigge anche il Venezia raggiunto in testa da Roma e Triestina. Subito dietro troviamo l’Ambrosiana i

cui giovani le stanno permettendo davvero un campionato eccellente, e il Liguria, che senza tanti proclami sopr’avanza i cugini del Genova, sicuramente più attrezzati

sulla carta. Fa impressione vedere i campioni del Bologna terminare l’anno solare all’ultimo posto.

Si chiude qui il 1941 calcistico, anno apparentemente normale, non fosse perché la nazionale non ha disputato incontri. Anche per la nazione doveva essere tutto

normale ma come può esserlo quando ogni famiglia ha ormai un membro in Russia o in Africa? O quando iniziano ad arrivare cattive notizie? Oppure
quando ci si trova al freddo con i generi di prima necessità razionati o da comperare a peso d’oro al mercato nero, il vero protagonista della vita quotidiana del

periodo? Eppure c’è ancora ottimismo derivante dall’alto.

Al’inizio del nuovo anno, però, si torna ad avere paura.  Mentre a Bardya l’intero presidio, senza viveri da metà dicembre, è costretto alla resa, alcuni aerei inglesi

bombardano Napoli seminando terrore nella città campana. Tuttavia il campionato prosegue, anche perché i bianc’azzurri sono impegnati in trasferta a Modena,
quindi apparentemente al sicuro.

11a GIORNATA: domenica 4 gennaio 1942
       

 Ambrosiana – Juventus   4-1    

22′ Quario, 23′ Cominelli, 25′ Salvi, 31′ Sentimenti III (JU), 89′ Mascheroni

Fiorentina – Venezia    1-3    

56′ Suppi (FI), 60′ Mazzola, 63′ Alberti, 76′ Alberico

Lazio – Genova          1-1    

57′ Piola (LA), 87′ Ispiro

Liguria – Roma          0-3    

46′ Coscia, 63′ Cappellini, 74′ Amadei

Livorno – Bologna       1-1    

11′ Andreoli (BO), 26′ Cattaneo

Modena – Napoli         1-0    

20′ Ottino

Torino – Milan          1-0    

59′ Menti II

Triestina – Atalanta    0-0

 CLASSIFICA:

Roma e Venezia 15; Ambrosiana e Triestina 14; Torino 13; Atalanta e Liguria 12; Fiorentina, Genova, Juventus e Lazio 11; Livorno 9;

Modena 8; Milan e Napoli 7; Bologna 6.

 Roma e Venezia si impongono in modo autoritario in trasferta rispettivamente a Genova, in casa del Liguria, e a Firenze, compagini che fino a

questo momento stanno disputando un grande campionato.  La Triestina, bloccata in casa dall’Atalanta, viene raggiunta dall’Ambrosiana, i cui giovani rendono amaro il

ritorno a Milano di Olmi e Locatelli. Subito dietro il Torino che infligge un’altra sconfitta al Milan, ora al penultimo posto.

Gli insuccessi rimediati dalle truppe dell’Asse in Russia a metà dicembre, hanno convinto le alte sfere militari tedesche circa l’opportunità di mantenere le

posizioni. Lo stesso sta accadendo in Africa, così i quotidiani concentrano la loro attenzione sulle grandi vittorie dell’esercito giapponese, capace di conquistare la

Capitale delle Filippine Manila, e quella della Malesia Kuala Lumpur.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento