CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

31 LUGLIO 1941: L’OLOCAUSTO È REALTÀ

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Il 31 luglio 1941 va ascritto tra i giorni neri della storia dell’umanità: sempre tra l’indifferenza generale cominciano i rastrellamenti di ebrei nei ghetti e le loro successive deportazioni nei campi di sterminio. Prende così il via quella che passerà alla storia come la “Soluzione Finale”.

A questo punto Roosevelt è sempre più persuaso della necessità di dover intervenire nel conflitto, avendo compresa la pericolosità portata dalla minaccia nazista. Il 14 agosto, sull’Isola di Terranova, il presidente statunitense e il Primo Ministro britannico Churchil sottoscrivono la carta atlantica. In Francia, altra nazione occupata dai tedeschi, vengono feriti il governatore Pierre Lavalle e il collaborazionista Marcel Déat, entrambi membri del governo fantoccio di Vichi.

A settembre le truppe dell’Asse iniziano l’assedio di Leningrado, mentre a metà mese entrano a Kiev. A fine mese prende il via l’Operazione Tifone che dovrebbe portare alla presa di Mosca. A fianco dei tedeschi ci sono ormai stabilmente anche le nostre truppe autotrasportate, nel senso che si trasportano sulle proprie gambe al ritmo di 40 km al giorno con un apporto calorico di 1200 calorie quotidiane, stanno marciando a piedi verso il loro terribile destino. Ma questo la popolazione non lo sa, sa che l’Asse sta vincendo e sa che sta per iniziare la Coppa Italia!
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.