CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

LA SCOMPARSA DI “BERTO” CALIGARIS

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
La vigilia della terza giornata è turbata da un lutto che investe l’intero mondo del calcio italiano,

colpendo in primo luogo la Juventus. Sulla piazza d’armi di Torino si esibiscono alcune vecchie glorie in una partita di

calcio. Approfittando del concomitante incontro del giorno successivo col Genoa, al match partecipa anche il tecnico

juventino Umberto Caligaris, nonostante i vecchi amici Giampiero Combi e Virginio Rosetta gli abbiano sconsigliato di

scendere in campo a causa delle cattive condizioni del suo cuore dopo la setticemia che, ai tempi del Brescia, ne aveva

già messo a rischio la vita. Caligaris, volendo tener fede alla sua fama di indomabile combattente, dopo un pranzo

luculiano in compagnia degli amici, decide di scendere in campo, dando fondo, come ai vecchi tempi, a tutte le sue risorse

fisiche. Durante uno scatto dei suoi, però, il cuore lo abbandona e la corsa al vicino ospedale militare risulta vana.

In un sabato pomeriggio di metà ottobre scompare a soli 39 anni il primatista azzurro di presenze, nonché uno dei tecnici più promettenti del panorama calcistico italiano.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento