CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1940-41: IL GIRONE DI RITORNO DALLA 19a ALLA 24a GIORNATA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
L’incontro più assurdo della terza giornata del campionato italiano di calcio 1940-41 si è giocato però a Genova: il capoluogo ligure è appena stato bombardato da navi inglesi lasciate inspiegabilmente penetrare da Gibilterra, ma lo spettacolo deve proseguire ad ogni costo!” E qualcuno, ai giorni nostri,  si meraviglia se in Europa si è giocato dopo l’attentato alle torri gemelle!

In realtà il calcio, così come lo sport e lo spettacolo in genere, sono strumenti necessari per nascondere le gravi difficoltà nelle quali si è venuto a trovare il nostro esercito. In Africa le truppe britanniche stanno ottenendo quei successi che non riescono ad avere in Europa e il martedì successivo conquistano la Cirenaica. A questo punto, pure sul fronte aperto nel nord del “Continente Nero” interverranno i tedeschi con due armate dell’Afrikans Korp guidate da Rommel.
19a GIORNATA: domenica 16 febbraio 1941       

 Atalanta – Torino       0-1    

79′ Ossola

Bari – Triestina        0-3    

2′ Cergoli, 88′ Ferrari, 89′ Grezar

Bologna – Genoa         4-1    

25′ Sansone, 59′ Reguzzoni, 74′ Puricelli, 77′ Gabardo (GE), 85′ Puricelli

Fiorentina – Ambrosiana 2-1    

10′ Guarnieri (AM), 28′ Valcareggi, 60′ Menti II

Juventus – Napoli       0-0

Lazio – Novara          0-0

Milan – Livorno         5-0    

4′ aut. Del Buono, 48′ Degli Esposti, 65′ Meazza rig., 67′ aut. Bonino, 68′ Cappello

Venezia – Roma          1-0    

74′ Alberico

 CLASSIFICA:

Bologna 29; Ambrosiana 25; Torino 23; Juventus 22; Fiorentina 21; Livorno, Milan, Napoli e Novara 19; Atalanta e Triestina 18; Genoa 17; Roma e Venezia 16; Lazio 15; Bari 8.
 Il Bologna travolge il Genoa e, approfittando della sconfitta dell’Ambrosiana a Firenze aumenta il proprio vantaggio a quattro punti. In questa giornata va segnalata la bella vittoria del Milan sul livorno e la nuova sconfitta del Bari che deve recuperare ben otto punti sulla zona salvezza.
 20a GIORNATA: domenica 23 febbraio 1941       

 Ambrosiana – Lazio      1-1    

12′ Dagianti, 58′ Rebuzzi (AM)

Atalanta – Bologna      2-0    

41′ Gaddoni, 70′ Pagliano

Livorno – Fiorentina    1-1    

19′ Angelini (LI), 33′ Penzo

Napoli – Genoa          1-0    

44′ Rosellini

Novara – Juventus       1-2    

26′ Pasinati (NO), 70′ Colaussi rig., 75′ Gabetto

Roma – Bari             6-2    

9′ Dugini (BA), 14′ De Grassi, 23′ Amadei, 37′ Pantò, 61′ Amadei, 68′ Coscia rig., 73′ Begnini BA), 88′ Amadei

Torino – Venezia        0-2    

38′ Alberico, 73′ Pernigo

Triestina – Milan       0-0

 CLASSIFICA:

Bologna 29; Ambrosiana 26; Juventus 24; Torino 23; Fiorentina 22; Napoli 21; Atalanta, Livorno e Milan 20; Novara e Triestina 19; Roma e Venezia 18; Genoa 17; Lazio 16; Bari 8.
 Perde il Bologna a Bergamo contro l’ostica Atalanta in una gara caratterizzata dal gravissimo infortunio di Michele Andreolo la cui stagione termina qui, ma la Lazio, bisognosa di punti, impone il pari all’Ambrosiana rimasta così a distanza di sicurezza.

A Novara si scontrano Pasinati e Colaussi, per anni amici  e compagni
di squadra nella Triestina. Segnano entrambi, ma a gioire sarà il secondo.

Marzo, intanto si apre con un’importante conquista diplomatica da parte dell’Asse Tripartito, formato da Italia, Germania e Giappone: la Bulgaria, direttamente legata ai Savoia a causa del matrimonio di Giovanna col re locale Boris, entra a far parte dell’alleanza Roma-Berlino-Tokio..
Naturalmente la propaganda Fascista non si lascia scappare l’occasione per osannare un simile risultato, possibile solamente grazie alla preponderanza delle truppe italo-tedesche.
21a GIORNATA: domenica 2 marzo 1941       

 Bari – Torino           1-0    

42′ Arienti rig.

Bologna – Napoli        3-0    

64′ Puricelli, 68′ Reguzzoni, 75′ Puricelli

Fiorentina – Triestina  6-3    

31′ aut. Simontacchi, 36′ Menti II rig., 40′ Penzo, 42′ Tagliasacchi (TS), 44′ Menti II, 63′ Valcareggi, 65′ Di Benedetti, 67′ Tagliasacchi (TS), 77′ Tosolini (TS)

Genoa – Novara          1-1    

17′ Conti (GE), 79′ Versaldi

Juventus – Ambrosiana   2-0    

7′ Colaussi, 49′ Bellini

Lazio – Livorno         1-0    

85′ Flamini

Milan – Roma            1-3    

18′ Meazza (MI), 42′ Pantò, 45′ e 58′ Krieziu

Venezia – Atalanta      1-1    

54′ Alberico (VE), 89′ Schiavi

 CLASSIFICA:

Bologna 31; Ambrosiana e Juventus 26; Fiorentina 24; Torino 23; Atalanta e Napoli 21; Livorno, Milan, Novara e Roma 20; Triestina e Venezia 19; Genoa e Lazio 18; Bari 10.
 Il Bologna batte anche il Napoli e aumenta ancora il proprio vantaggio approfittando della sconfitta dell’Ambrosiana sul campo della Juventus, la quale, a sua volta, aggancia i milanesi al secondo posto. Ma è una giornata nera per le compagini meneghine in quanto anche il Milan deve soccombere in casa contro
la Roma che, per la prima volta, scopre il talento di Nahim Krieziu, sgusciante ala sinistra di origine albanese, che tanto bene farà anche nei campionati successivi.

Gli eventi bellici, intanto, non lasciano indifferenti gli Stati Uniti, per altro restii a farsi coinvolgere in una simile avventura, nonostante il Presidente Francklin Rosevelt prema per schierarsi al fianco delle potenze democratiche in grave difficoltà. Un primo passo ufficiale nella direzione di un impegno americano viene compiuto il 9 marzo, quando il Senato approva la legge Affitti e prestiti che consente di assegnare in prestito agli Alleati rifornimenti provenienti dall’industria bellica.
22a GIORNATA: domenica 9 marzo 1941       

 Ambrosiana – Genoa      4-0    

60′ aut. Sardelli, 86′ Candiani, 88′ Campatelli, 90′ Ferraris II

Atalanta – Bari         4-0    

21′ Gaddoni, 38′ Cominelli, 77′ Fabbri V, 87′ Cominelli

Livorno – Juventus      1-0    

71′ Cattaneo

Novara – Napoli         1-0    

40′ Pasinati

Roma – Fiorentina       1-1    

55′ Baldini, 67′ Coscia (RM) rig.

Torino – Milan          0-4    

10′ Todeschini, 26′ e 72′ Degli Esposti, 87′ Meazza rig.

Triestina – Lazio       0-0

Venezia – Bologna       1-0    

35′ Loik

 CLASSIFICA:

Bologna 31; Ambrosiana 28; Juventus 26; Fiorentina 25; Atalanta e Torino 23; Livorno, Milan e Novara 22; Napoli, Roma e Venezia 21; Triestina 20; Lazio 19; Genoa 18; Bari 10.
 Con un finale travolgente l’Ambrosiana umilia il Genoa, relegandolo in piena zona retrocessione, e  si riavvicina al Bologna sconfitto di misura dal Venezia, nel quale brilla sempre più lucente la stella della mezz’ala istriana Ezio Loik. Il giocatore è stato scaricato frettolosamente dal Milan. I rossoneri, negli anni successivi, si pentiranno amaramente
di questa decisione.
 23a GIORNATA: domenica 16 marzo 1941       

 Bari – Venezia          3-2    

1′ Alberti (VE), 17′ Dugini, 55′ Trevisan II, 68′ Begnini, 73′ Stefanini (VE)

Bologna – Novara        3-0    

8′ Reguzzoni, 59′ e 67′ Andreoli

Fiorentina – Torino     2-1    

6′ aut. Lovati (TO), 37′ Di Benedetti, 41′ Menti rig.

Genoa – Livorno         3-0    

37′ Miniati, 38′ Conti, 76′ Miniati

Juventus – Triestina    1-1    

59′ Colaussi (JU), 68′ Grezar rig.

Lazio – Roma            2-0    

43′ e 80′ Piola

Milan – Atalanta        0-3    

20′ Ciancamerla rig., 65′ Gaddoni, 83′ Fabbri V

Napoli – Ambrosiana     0-1    

42′ Demaria rig.

 CLASSIFICA:

Bologna 33; Ambrosiana 30; Fiorentina e Juventus 27; Atalanta 25; Torino 23; Livorno, Milan e Novara 22; Lazio, Napoli, Roma, Triestina e Venezia 21; Genoa 20; Bari 12.
 Vincono Bologna e Ambrosiana e la Juventus, bloccata sul pari in casa dalla Triestina, deve abbandonare anche per quest’anno le ambizioni di primato. Il derby capitolino va alla Lazio che raggiunge i cugini coinvolgendoli nuovamente nella lotta per non retrocedere.
24a GIORNATA: domenica 23 marzo 1941       

 Ambrosiana – Novara     0-0

Atalanta – Fiorentina   0-0

Bari – Bologna          1-0    

15′ Alghisi

Livorno – Napoli        1-1    

55′ Zidarich (LI), 84′ Quario

Roma – Juventus         3-0    

56′ Amadei, 78′ Coscia, 86′ Pantò

Torino – Lazio          1-1    

8′ Mascheroni (TO), 33′ aut. Piacentini

Triestina – Genoa       6-2    

33′ Cergoli, 43′ Conti (GE), 53′ De Filippis, 60′ Trevisan, 69′ Salar, 81′ Cergoli, 83′ Conti (GE), 90′ Tosolini

Venezia – Milan         0-0

 CLASSIFICA:

Bologna 33; Ambrosiana 31; Fiorentina 28; Juventus 27; Atalanta 26; Torino 24; Livorno, Milan, Novara, Roma e Triestina 23; Lazio, Napoli e Venezia 22; Genoa 20; Bari 14.
 La primavera fa male al Bologna! Nel più classico dei testa coda, sul campo di una compagine la cui difesa si sta dimostrando un colabrodo, tranne che contro le grandi, i felsinei perdono in modo inopinato rimettendo  tutto in gioco. Fortuna per loro che dietro le altre non sanno far di meglio; l’unica
a vincere è la Fiorentina, ma il suo distacco è troppo ampio.
In coda il Genoa cade rovinosamente  a Trieste, e vede allontanarsi il posto utile per restare nella massima divisione. Tutto questo un giorno prima di una delle pagine più  nere dell’intera II guerra mondiale che, indirettamente, vedrà coinvolta
anche l’Italia.

All’inizio di Marzo Hitler invita la Jugoslavia ad aderire al patto tripartito  e a permettere il passaggio sul suo territorio delle truppe tedesche che si stavano portando in  Grecia. L’invito viene accolto, ma  gli inglesi fomentano una rivolta che destituisce il reggente Paolo e il primo ministro Cvectovic.
Ballano e cantano nelle piazze di Belgrado gli jugoslavi la notte del 25 marzo e prendono a sputi l’auto del ministro tedesco nel frattempo giunto per sottoscrivere il patto. Questo fa infuriare Hitler che, in un accesso d’ira organizza la distruzione della capitale serba. Moriranno in 17000, ma la Jugoslavia
non chiederà la pace.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.