CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

campionato italiano di calcio 1940-41: il girone d’andata dalla 5A alla 8A giornata

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
La propaganda di regime fa sognare al popolo nuovi territori in terra ellenica, così da ristabilire l’egemonia sul Mediterraneo, rimandando indietro l’orologio di duemila anni, mentre prosegue la corsa in avandti di quello del “Dio Pallone”!
 5a GIORNATA: domenica 3 novembre 1940        

 Bari – Roma             2-2    

29′ Fabbri II (BA), 47′ Trevisan II (BA), 55′ Coscia, 79′ Amadei

Bologna – Atalanta      1-0    

44′ Biavati

Fiorentina – Livorno    5-2    

11′ Di Benedetti, 24′ Menti, 39′ Valcareggi, 41′ Carta (LI), 75′ Stua (LI), 82′ Di Benedetti, 86′ Menti

rig.

Genoa – Napoli          1-2    

13′ Barrera, 30′ Scarabello (GE), 57′ Rosellini

Juventus – Novara       3-0    

37′ Gabetto, 76′ aut. Galimberti, 85′ Borel II

Lazio – Ambrosiana      2-4    

14′ Piola (LA), 25′ e 53′ Barsanti, 55′ Demaria rig., 76′ Barsanti, 88′ Baldo (LA)

Milan – Triestina       1-1    

7′ Trevisan, 58′ Arcari (MI)

Venezia – Torino        2-2    

2′ Alberti (VE) rig., 17′ Ussello, 26′ Mazzola (VE), 66′ Ossola

 CLASSIFICA:

Fiorentina 9; Bologna e Juventus 8; Ambrosiana, Novara e Roma 6; Atalanta, Livorno e

Venezia 5; Bari, Lazio, Napoli e Torino 4; Milan 3; Triestina 2; Genoa 1.

 La Fiorentina dilaga nel derby toscano con il Livorno e rimane in testa da sola braccata da Bologna e

Juventus. E’ decisamente iniziato male il campionato del Genova; i rosso-blù sono partiti con ambizioni di primato, invece

si trovano da soli all’ultimo posto.

 6a GIORNATA: domenica 10 novembre 1940

 Ambrosiana – Juventus   2-1    

4′ Rebuzzi, 24′ Colaussi (JU), 49′ Candiani

Atalanta – Venezia      3-1    

4′ Peretti, 27′ Mazzola (VE), 35′ Cominelli, 36′ Pagliano

Livorno – Lazio         2-1    

22′ Viani II, 44′ Vettraino (LA), 87′ Viani II

Napoli – Bologna        4-4    

15′ Barrera (NA), 35′ Puricelli, 40′  e 50′ Rosellini (NA), 62′ Reguzzoni, 70′ Andreoli, 75′ Rosellini

(NA), 88′ Reguzzoni


Novara – Genoa          2-1    

21′ Torri, 27′ Neri (GE), 84′ Muci

Roma – Milan            1-2    

44′ Boffi rig., 82′ Arcari, 86′ Pantò (RM) rig.

Torino – Bari           4-0    

17′ e 39′ Ossola, 73′ Petron, 79′ Capri

Triestina – Fiorentina  1-0    

28′ Tagliasacchi

 CLASSIFICA:

Bologna e Fiorentina 9; Ambrosiana, Juventus e Novara 8; Atalanta e Livorno 7; Roma e

Torino 6; Milan, Napoli e Venezia 5; Bari, Lazio e Triestina 4; Genoa 1.

 Una rete dell’ex Tagliasacchi, ceduto in estate in cambio di Ferruccio Valcareggi, ferma la corsa

della Fiorentina; tuttavia  non ne approfittano ne il
Bologna, bloccato a Napoli sul 4 a 4 da una maiuscola prova della mezz’ala Rosellini, nemmeno la Juventus, battuta a

Milano dall’Ambrosiana. Con questo successo i lombardi si portano ad un solo punto dal vertice, così come il Novara, che

batte il Genoa e lo fa sprofondare sempre di più.

Il giorno dopo alcuni aerei inglesi attaccano la base navale di Taranto  distruggendo metà della marina italiana alla

fonda nel porto della città pugliese. Questo disastro fa seguito alla ritirata delle truppe impegnate in Grecia. Dopo gli

insuccessi in Francia e le difficoltà incontrate in Africa, emerge in tutta la sua chiarezza l’inadeguatezza dell’esercito

di Mussolini.

7a GIORNATA: domenica 17 novembre 1940

        

 Bari – Atalanta         2-2    

7′ Fabbri II (BA), 16′ Pagliano, 43′ Bovoli, 63′ Fusco (BA)

Bologna – Venezia       1-1    

21′ Puricelli (BO), 35′ Alberti

Fiorentina – Roma       1-1    

7′ Valcareggi (FI), 59′ Amadei

Genoa – Ambrosiana      2-0    

2’e 42′ Lazzaretti

Juventus – Livorno      2-1    

15′ e 58′ Lushta, 86′ Stua (LI)

Lazio – Triestina       2-1    

3′ Dagianti, 29′ Zironi, 71′ Cergoli (TS)

Milan – Torino          1-1    

40′ aut. Baldi (MI), 82′ Mascheroni

Napoli – Novara         2-0    

2′ Busani, 36′ Rosellini

 CLASSIFICA:

Bologna, Fiorentina e Juventus 10; Ambrosiana, Atalanta e Novara 8; Livorno, Napoli,

Roma e Torino 7; Lazio, Milan e Venezia 6; Bari 5; Triestina 4; Genoa 3.

 Si ricompone il trio Bologna, Fiorentina e Juventus che torna a comandare il campionato. Dietro

Ambrosiana e Novara, sconfitte, vengono raggiunte dalla sorprendente Atalanta. Da questo momento in avanti i bergamaschi

costituiranno sempre una presenza di qualità nella massima serie, lanciando continuamente nuovi
talenti.

In coda si risveglia il Genoa  che ottiene una vittoria di prestigio contro l’Ambrosiana.

8a GIORNATA: domenica 24 novembre 1940

         

 Ambrosiana – Napoli     1-0    

28′ Ferraris II

Atalanta – Milan        2-1    

1′ Cappello IV (MI), 25′ Peretti, 68′ Cominelli

Livorno – Genoa         2-2    

10′ e 34′ Bertoni rig., 44′ rig. E  56′ Viani II (LI)

Novara – Bologna        0-1    

72′ Reguzzoni rig.

Roma – Lazio            1-1    

31′ Zironi, 80′ Amadei (RM)

Torino – Fiorentina     6-2    

3′ Baldini (FI), 10′ Ossola, 17′ Degano (FI), 20′ Ussello, 50′ Ossola, 55′ Capri, 65′ Ossola, 89′

Mascheroni

Triestina – Juventus    1-1    

27′ Borel II rig., 43′ Tosolini (TS)

Venezia – Bari          1-1    

31′ Alberti (VE), 32′ Begnini

 CLASSIFICA:

Bologna 12; Juventus 11; Ambrosiana, Atalanta e Fiorentina 10; Torino 9; Livorno,

Novara e Roma 8; Lazio, Napoli e Venezia 7; Bari e Milan 6; Triestina 5; Genoa 4.

 Allo Stadio Nazionale del Fascio di Roma, l’attuale stadio Flaminio, si disputa il derby capitolino .

Squadra ospitante  è la Roma, costretta ad abbandonare il suo Campo testaccio, demolito per motivi di sicurezza. Le

compagini viaggiano senza infamia e senza gloria a metà classifica. Ne esce un pareggio per
1 a 1 che mette in vetrina Amedeo Amadei, autore del gol del pari a 10′ dal termine. Il “fornaretto” romano si è gia

segnalato realizzando fin qui bencinque reti.

Nella stessa giornata va segnalato il ritorno al vertice in solitario del Bologna, squadra esperta ricca di campioni.

Il primo dicembre il campionato viene sospeso in quanto la nazionale gioca un’amichevole contro l’Ungheria, Paese che,

politicamente, sta entrando nell’orbita nazi-fascista. Il match si disputa a Genova, guarda caso una delle città colpite

dalle veloci incursioni aeree inglesi.

 156: Genova (Stadio Comunale “Luigi Ferraris”) -domenica, 1 dicembre 1940 – ore 14,00

ITALIA – UNGHERIA                       1-1          (Am.)

RETI: 14′ Trevisan (I), 62′ Bodola

ITALIA: P. Ferrari (Bologna) 1, Foni (Juventus) 21, Rava (Juventus) 27, Depetrini (Juventus) 10, Olmi (Ambrosiana – Inter)

3, Locatelli (Ambrosiana – Inter) 22, Biavati (Bologna) 13, Bertoni I (Genoa) 6, Piola (Lazio) 29 (cap.), Trevisan

(Triestina) 2, Ferraris II (Ambrosiana – Inter) 8. C.T.: V. Pozzo.

UNGHERIA: Csikos, Pakozdi, Polgar, Biro, Sarosi III, Lazar, Kincses, Sarosi I                          (cap.), Sarvari,

Spielmann, Bodola, Gyetvai. C.T.: Patay.

ARBITRO: Bauwens (Germania).

SPETTATORI: 30.000

 L’ennesima rivincita della finale mondiale termina con un pareggio. Non si può esprimere un giudizio

completo sulla bontà dell’organico a disposizione di Pozzo, in quanto il momento è davvero particolare. Questa rimarrà,

tra l’altro, l’unica gara stagionale disputata dalla rappresentativa azzurra.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento