CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

ULI HOENESS

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Ulrich nasce ad Ulm il 5 gennaio 1952 e nella squadra locale inizia a giocare come centrocampista avanzato, rivelando fin da subito doti tecniche non comuni. Se ne accorge l’allora tecnico del Bayern Monaco Udo Lattek che, nel 1970, lo fa acquistare. La sua ascesa è impressionante: nel 1972, a soli vent’anni, fa già parte della rosa vincitrice ai campionati europei in Belgio. Intanto il Bayern conquista il campionato tedesco e nel 1974 anche la Coppa dei Campioni dopo una doppia finale contro l’Atletico Madrid, che lo vede protagonista con una doppietta nella gara decisiva. A soli 22 anni sale sul tetto del mondo con la propria nazionale. L’anno successivo la catena di successi sembra non interrompersi: il Bayern vince nuovamente la Coppa dei Campioni, ma nella finale contro il Leads Hoeness subisce un gravissimo infortunio al ginocchio che ne pregiudicherà la prosecuzione della carriera.

Hoeness trascorre le quattro stagioni successive tentando di ritornare quello di una volta. Per lui c’è la soddisfazione di vedere il proprio nome nella rosa del Bayern vincitore della Coppa Intercontinentale 1976 e della successiva Coppa dei Campioni. Torna una prima volta in campo nella fase finale del campionato d’Europa del 1976, fallendo il rigore decisivo contro la Cecoslovacchia.

La forma fisica non arriva e nel 1979, dopo una stagione al Norimberga, a soli 27 anni, decide di arrendersi.

Appese le scarpe al chiodo diventa un grande dirigente in seno al Bayern Monaco, facendo della società bavarese una delle più solide ed economicamente floride d’Europa.

PROSEGUI CON:

volfgang overath

TORNA A:

GEORG SCHWARZENBECK LA GERMANIA OVEST CAMPIONE DEL MONDO 1974 Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.