I GIORNI DEL RAPIMENTO E DELL’ASSASSINIO DI ALDO MORO

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Dal16 marzo 1978 e per i successivi 55 giorni,la nazione vive il momento più tragico dalla nascita della Repubblica nel 1948, con i giorni del rapimento e dell’assassinio di Aldo Moro. Le Brigate Rosse hanno colpito al cuore lo Stato. Il campionato fa da sfondo ad un periodo di trattative, speranze e dramma.

I giorni del rapimento e dell’assassinio di Aldo Moro: SOMMARIO

16 MARZO 1978: INIZIA IL DRAMMA

Il 16 marzo 1978 è un uggioso giovedì di fine inverno. Due sono i principali argomenti di conversazione sui mezzi pubblici, nei vestiboli che accolgono le persone in procinto di recarsi al lavoro e nei numerosi caffè che servono l’usuale colazione all’italiana: la vittoria della Juventus ai calci di rigore contro la mitica Ajax e l'imminente varo del nuovo esecutivo presieduto da Giulio Andreotti, il primo della storia della Repubblica, in procinto di ottenere la fiducia anche dal Partito Comuni...

LA 23a E LA 24a GIORNATA DEL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1977-78 IN ATTESA DI NOTIZIE

Ognuno dei quasi sessanta milioni di cittadini cerca una spiegazione per quanto accaduto in via Mario Fani il 16 marzo; non solo, un po' come avverrà in occasione della 23a e della 24a giornata del campionato italiano di calcio 1977-78, tenta di pronosticare il futuro. C'è chi vorrebbe la dichiarazione dello "stato di guerra" nei confronti di queste bande di criminali, mentre c'è chi teme un colpo di stato. Tutti, nel frattempo, rimangono in attesa di notizie concernenti le condizioni di Aldo Mo...

29 MARZO 1978: LA PRIMA LETTERA DI ALDO MORO

Mentre la Juventus è impegnata a tener alto l’onore della nazione, al Viminale, sede del ministero degli interni, tutti sono impegnati nell’analizzare la veridicità di una missiva arrivata in serata. Alle 18,15 è stata ritrovata la prima lettera scritta da Aldo Moro. Agli inquirenti la lettera che giunge sembra proprio autentica, e forse prelude a una richiesta di scambio. Cinque fogli di quaderno che passano alla storia. E' il primo appello "riservato" scritto dallo statista MORO al mondo politi...

LA 25a GIORNATA DEL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1977-78 E LA QUARTA LETTERA DI ALDO MORO

Intanto dall’altra parte del mondo, il 31 marzo prendono il via le prove del Gran Premio degli Stati Uniti occidentali. L'irlandese Derek Daly sostituisce Eddie Cheever alla Hesketh, mentre Danny Ongais torna nel circus, dopo i primi due gran premi corsi con la Ensign, con una Shadow privata dell'Interscope Racing. Sebbene solo 22 vetture possano prendere il via alla gara della domenica, gli iscritti sono ben 30 il che richiede un'ora di prequalifiche al venerdì mattina per otto vetture appartenenti a ...

ALDO MORO: LETTERA N. 5; JUVENTUS: FINE DEL SOGNO

Intanto alla Juventus viene concesso di anticipare la propria gara di campionato contro l’Inter per preparare meglio la trasferta di Bruges. ANTICIPO 26a GIORNATA: sabato 8 aprile 1978 Juventus - Inter 2-2 25' Bini, 26' Muraro, 33' Bettega (JU), 41' Cuccureddu (JU) Dopo 26 minuti lo scudetto sembra in discussione: Graziano Bini e Carlo Muraro hanno appena assestato un tremendo 1-2 capace di anientare un toro. La Juventus, però, ha esperienza da vendere e nervi d’...

LA "SUPERGA" SFIORATA

Ormai Aldo Moro si trova da circa un mese nelle mani dei sequestratori. Le indagini sono frenetiche, ma evidentemente senza risultati, mentre continua la volontà di non trattare dei principali partiti dell’arco costituzionale. Tuttavia la vita prosegue e, accanto a questa vicenda, diventata un dramma per chi vi è coinvolto in prima persona, e un mistero per la nazione, altre ne prendono corpo, così come non si fanno mancare nemmeno le tragedie vere! È un piovoso sabato d’aprile; in località Murazze ...

ALDO MORO CONDANNATO A MORTE!

Naturalmente una tragedia simile apre tutti i telegiornali della sera mettendo in secondo piano il sequestro moro, nonostante a Repubblica sia giunto il sesto Comunicato. Inizia così: "L'interrogatorio al prigioniero è terminato...... Non ci sono clamorose rivelazioni da fare...Certo l'interrogatorio ad Aldo Moro ha rivelato le turpi complicità del regime, ha additato con fatti e nomi i veri e nascosti responsabili delle pagine più sanguinose della storia degli ultimi anni, ha messo a nud...

LA FALSA ESECUZIONE DI ALDO MORO

A rendere ulteriormente teso il clima è il settimo comunicato delle Brigate Rosse, giunto a’ Il Messaggero che annuncia l’esecuzione nei confronti di Aldo Moro e che indica dove può essere ritrovato il corpo. Il luogo, secondo quanto scritto, sarebbe il Lago Duchessa in località Gradoli in provincia di Rieti. Il comunicato si rivelerà falso: il lago in questione verrà scandagliato ma non verrà ritrovato nulla. Attorno a questa mossa vi sono tesi contrastanti: la prima è che ciò è stato fat...

MORO ROMPE CON LA DC MENTRE CRAXI ROMPE IL FRONTE DELLA FERMEZZA

Intanto la stampa riceve l’ottavo comunicato contenente i nomi dei prigionieri da liberare in cambio della vita di Moro. Una terza accorata lettera di Moro la riceve ancora Zaccagnini. Una lettera dura, dove Moro è già cosciente che non gli sarà risparmiata la vita: "chiedo che ai miei funerali non partecipino nè autorità dello Stato nè uomini del partito. Chiedo di essere seguito dai pochi che mi hanno veramente voluto bene e sono degni di accompagnarmi con la loro preghiera e con i...

LE LETTERE DI MORO ALLA FAMIGLIA, A CRAXI, A LEONE E I TENTATIVI DI MEDIAZIONE EXTRA PARLAMENTARI

Il 29 aprile la famiglia Moro, che nel frattempo ha ricevuto per canali diversi altre lettere, alcune delle quali, come sostengono il fratello e il figlio, inspiegabilmente sparite, decide di rendere pubblica una di queste. La missiva è palesemente diretta alla DC. Essa esprime tutta la tristezza per essere stato abbandonato. Dalla sua prigionia Moro, infatti, segue sui giornali le dichiarazioni rilasciate dai suoi colleghi, e ne è indignato e soprattutto angosciato per: " non avere i...

LA CONCLUSIONE DEL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1977-78

Basta attraversare il confine e percorrere pochi chilometri e ci si trova immediatamente in un’altra realtà. Il primo weekend di maggio coincide col Gran Premio di Montecarlo, probabilmente l’appuntamento più chic del circus della Formula 1. Sulla pista monegasca si rivede Jacky Ickxal posto di Lamberto Leoni alla Ensign. Molte novità con la nuova Ligier, la JS9 e la nuova Surtees, la TS20. Seconda pole consecutiva per Carlos Reutemann, che precede di mezzo secondo John Watson. In sec...

CONCLUSIONI SUL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1977-78

Senza strafare, la Juventus si è ritrovata a dominare, almeno nei numeri, un campionato che: ha sancito la nascita di una stella, ossia quel Paolo Rossi capace con i suoi gol di trascinare il Lanerossi Vicenza laddove nessuno era riuscito prima, facendo ottenere ai berici il miglior risultato mai conseguito da una squadra veneta fino a questo 1978; il ritorno a grandi livelli del Milan, grazie anche all’apporto di giovani giocatori provenienti direttamente dal vivaio o prelevati dal Monza; e pr...

9 MAGGIO 1978: IL DESTINO DI ALDO MORO SI COMPIE!

Nei giorni della vigilia dell’ultima e per alcuni decisiva giornata di campionato, una partita ben più importante sembra accusare una fase di stallo. In realtà tra sabato 6 e domenica 7 maggio, in un’attesa plumbea, a causa di quel gerundio contenuto nella sentenza di morte nei confronti di Aldo Moro, eseguendo, c’è chi si attiva per cercare una soluzione. Nonostante la durezza del comunicato, ci sono spiragli di ottimismo. Nelle stesse BR, tra l’altro, la linea dura è cambiata. Assieme all’avvocat...

COPPA ITALIA 1977-78: LE PRIME TRE GIORNATE DEI GIRONI DI SEMIFINALE

Quasi del tutto ignorata, a causa del grave fatto di cronaca che in giornata ha sconvolto il nostro Paese, in serata ad Eindhoven si disputa la finale di ritorno di Coppa Uefa tra la squadra locale e i corsi del Bastia. COPPA UEFA – FINALE DI RITORNO -: Eindhoven (Philips Stadion) – martedì 9 maggio 1978. PSV EINDHOVEN - BASTIA 3-0 RETI: 23’ W. Van de Kerkhof , 65’ Deyckers, 67’ Van der Kuylen. PSV EINDHOVEN: Van Beveren, Krijgh, Brandts; Van Kraay (79’ Deacy), Stevens, Poortvliet; ...

LA FOLLIA DI FARINA: PAOLO ROSSI RIMANE A VICENZA

Terminato il poco edificante spettacolo offerto dagli azzurri, in serata i telespettatori sono costretti a seguirne un altro ancor più sconcertante. Il giovedì, com’è ormai tradizione, è il giorno del quiz settimanale diretto da Micke Bongiorno. Dopo il fortunatissimo Rischiatutto, l’hancorman italo-americano sta conducendo un’altra trasmissione di successo chiamata Scommettiamo. Quella sera il quiz subisce un ritardo in quanto, in vista dell’imminente referendum, la politica reclama i propri sp...

LA CONCLUSIONE DEI GIRONI DI SEMIFINALE DELLA COPPA ITALIA 1977-78

Mentre l’intero mondo dello sport inizia a metabolizzare il colpo di mercato, intuendo che la mossa di Farina ha divelto qualsiasi barriera psicologica per quanto riguarda la valutazione di un calciatore, in Belgio si apre il weekend del locale Gran Premio di Formula 1. Alla ATS se ne va Jean-Pierre Jarier e arriva un pilota italiano all'esordio: Arturo Colombo. Si rivede Bruno Giacomelli sulla terza McLaren. Vengono iscritti anche due piloti belgi, oltre a Ickx: Bernard de Dryver e Patrick N...

Le favole del calcio: IL REAL VICENZA

complice la dea bendata, inconsapevole di aver redatto un simile calendario, la festa scudetto di Torino ha messo di fronte i dominatori stagionali alla vera rivelazione del campionato: il Lanerossi Vicenza. Eccezion fatta per il secondo posto guadagnato agli albori del calcio, stagione 1911-12, quando a contendersi il titolo c’erano una ventina di compagini in tutta la nazione, per lo più divise in gironi a carattere interregionale, questo è il miglior piazzamento conquistato nella quasi ottantennale sto...

Il personaggio: ROBERTO BETTEGA

Da alcune stagioni è l’uomo più prolifico della Juventus, società nella quale è arrivato al grande calcio da ragazzino. Roberto Bettega, infatti, nasce a Torino il 27 dicembre del 1950 e, dopo una buona militanza nelle giovanili, nel 1968-69 viene aggregato alla prima squadra. La stagione successiva viene mandato a “farsi le ossa" in serie B nelle file del Varese dove incontra Niels Liedholm, l’uomo che riesce a farlo convinto d’essere un campione. Segna 13 reti e trascina i lombardi in serie A....

LA CLASSIFICA MARCATORI DEL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1977-78

24 Rossi P. (LR. Vicenza). 16 Savoldi I (Napoli). 13 Giordano (Lazio). 12 Pulici P. (Torino). 11 Bettega (Juventus); Graziani (Torino). 10 Altobelli (Inter); Boninsegna (Juventus); Di Bartolomei (Roma). 9 Pruzzo (Genoa); Muraro C. (Inter); Mascetti (Verona). 8 Maldera III (Milan); Speggiorin I (Perugia). 7 De Ponti (Bologna); Sella (Fiorentina); Damiani (Genoa). 6 Scala A. (Atalanta); Antognoni (Fiorentina); Bordon A., Iorio (Foggia); Scanziani (Inter);...

SERIE A 1977-78: LE ROSE

ATALANTA ALL.: G.B. Rota; Andena, Bertuzzo, Bodini, Cavasin, Festa, Libera, Manueli, Marchetti G., Mastropasqua, Mei, Paina, Pircher, Pizzaballa, Rocca A., Scala A., Tavola, Vavassori Gio. . BOLOGNA ALL.: C. Cervellati (dalla * giornata: B. Pesaola); Adani, Bellugi, Cereser, Chiodi, Colomba, Cresci, De Ponti, Fiorini, Garuti, Mancini, Maselli, Massimelli, Mastalli, Nanni, Paris, Roversi, Valmassoi, Vanello, Zinetti. FIORENTINA ALL.: C. Mazzone (dalla * giornata:...

STAGIONE CALCISTICA E STORIA D'ITALIA 1977-78: LE SERIE B E C

E’ un’autentica cavalcata trionfale quella che porta l’Ascoli a dominare il campionato di serie B 1977-78, stabilendo anche il record di punti per i campionati a 20 squadre della cadetteria (con la regola dei 3 punti sarebbero 87 e mai nessuno ha fatto meglio). La grande regia di Adelio Moro, supportata dalla grande vigoria fisica di Giancarlo Pasinato, destinato a diventare un autentico oggetto dei desideri delle grandi, unite alla vena realizzativa del giovane Claudio Ambu, sono state le ar...
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather