CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

TORNEO OLIMPICO DI CALCIO 1952: LE SEMIFINALI

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
All’inizio della seconda settimana di gare prendono il via le semifinali di questo interessantissimo torneo olimpico. Il pronostico sembra favorire Ungheria e Jugoslavia, presenti con le nazionali più forti, a differenza di Svezia e Germania Occidentale, prive di molti campioni.
Helsinki (Olympiastadion) – lunedì 28 luglio 1952

UNGHERIA – SVEZIA 6-0 (Semifinale)

RETI: Kocsis 2, Hidegkuti, Puskas, Palotas, aut. Lindh.

UNGHERIA: Grosics, Buzansky, Lorant; Boszik, Lantos, Zakarias; Hidegkuti, Kocsis, Palotas, Puskas(cap), Czibor.

SVEZIA: Svensson, Samuelsson, Nilsson(cap); Hansson, Gustavsson, Lindh; Bengtsson, Lofgren, Rydell, Brodd, Sandberg.

ARBITRO: Ling (Inghilterra).

SPETTATORI: 22.000.
Con tre gol per tempo l’Ungheria capitanata da Puskas vola in finale estromettendo la Svezia. I magiari aspettano la vincente della sfida tra Jugoslavia e Germania Ovest.

Helsinki (Olympiastadion) – martedì 29 luglio 1952

JUGOSLAVIA – GERMANIA OVEST 3-1 (Semifinale)

RETI: Mitic 2, Cajkovski; Stollenwerk (GE)


JUGOSLAVIA: Beara, Stankovic, Crnkovic; Cajkovski, Horvat, Boskov; Ognjanov, Mitic, Vukas, Bobek, Zebec.

GERMANIA OVEST: Schonbeck, Eberle, Jager; Sommerlatt, Schafer, Gleixner; Mauritz, Stollenwerk, Zeitler, Schroder, Ehrmann.

ARBITRO: Karni (Finlandia).

SPETTATORI: 20.000.
Come ampiamente previsto, la Jugoslavia ha la meglio sulla formazione della Germania Occidentale, aggiudicandosi la possibilità di contendere all’Ungheria la medaglia d’oro in una sfida dagli altissimi contenuti tecnici.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento