CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

L’APPROVAZIONE DELLA POLIVALENTE: RITORNO AL PASSATO?

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
L’importante evento sportivo si inserisce in un quadro sociale sempre più teso. Il “pericolo rosso,” tanto paventato in vista delle imminenti elezioni amministrative, sta portando le cosiddette “istituzioni democratiche,” (il consiglio dei ministri in questo caso) a presentare, il 13 maggio, una proposta di legge detta Polivalente. Si tratta di un’insieme di provvedimenti speciali per disciplinare la stampa, i sindacati, per punire la formazione di gruppi o movimenti contrari alle istituzioni e per reprimere la violenza come lotta politica. Si torna a parlare di “guerra al disfattismo” espressione già conosciuta nell’esercito ai tempi della I guerra mondiale. Non bastasse, il giorno successivo il capo del SIFAR, generale Umberto Broccoli, si impegna a rispettare gli obiettivi di un piano permanente di offensiva anticomunista chiamato “Demagnetize”, elaborato dai servizi segreti degli Stati Uniti. Il documento afferma:

È palese che per sindacati ed istituzioni di sinistra la vita si fa ancor più difficile, soprattutto qualora venisse approvato il pacchetto di provvedimenti proposto il giorno prima, contro il quale, comunque, si elevano vibranti proteste.

PAGINA SUCCESSIVA PAGIZA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento