CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

CONTINUA IL DOMINIO ITALIANO IN FORMULA UNO

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Il momento d’oro dello sport nostrano prosegue la settimana successiva col Gran Premio di Francia di Formula 1, competizione nella quale le case costruttrici italiane dettano legge. Vince infatti Juan Manuel Fangio su Alfa Romeo, davanti ad Ascari e Villoresi su Ferrari.

Il 14 luglio il circus è di scena in Gran Bretagna. Ancora una volta le vetture del nostro Paese si dimostrano dominatrici assolute; questa volta, però, a vincere è la

Ferrari di Froilan Gonzales, davanti all’Alfa di Juan Manuel Fangio e all’altra rossa di Maranello guidata da Luigi Villoresi. L’argentino dell’Alfa rafforza il suo

primato in classifica, ma inizia l’epopea delle vetture del “Cavallino Rampante,” sempre più fiore all’occhiello della nazione intera.

All’inizio della settimana re Leopoldo del Belgio abdica in favore del figlio Baldovino; a lui si deve il merito di aver evitato la separazione tra fiamminghi e

valloni.

Il venerdì successivo, invece, la già tesa situazione in Medio Oriente sembra precipitare: il 20 giugno, durante la preghiera del venerdì, a Gerusalemme viene

assassinato il Re di Giordania Abdullah I. Dietro all’omicidio del sessantanovenne sovrano ci sarebbe la mano di un palestinese rappresentante della fazione a lui

nemica.

Il 26 dello stesso mese, invece, può essere considerata una data storica per il percorso verso la realizzazione di pari opportunità tra uomo e donna anche in Italia.

Nel VII Governo De Gasperi, Angela Maria Guidi Cingolani, diventa la prima donna a ricoprire un incarico ufficiale di governo, ricevendo la nomina a sotto-segretario

del Ministero dell’Industria.

Al termine di questa settimana i bolidi di Formula 1 ritornano i grandi protagonisti della scena sportiva. Si corre in Germania sul lunghissimo circuito del Nurburg

Ring. Ancora una volta a trionfare è la Ferrari, guidata, questa volta, da Alberto Ascari. Il pilota italiano precede il leader del mondiale Juan Manuel Fangio, il

quale, a sua volta, giunge davanti al connazionale e ferrarista Josè Froilan Gonzales.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento