CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

IL 1957 DELLA FORMULA UNO

Due giorni dopo la messa sul mercato della FIAT 500, in un istituto superiore di Liverpool, avviene un incontro come tanti, al momento, ma che negli anni si rivelerà esplosivo per il mondo della musica. Tali John Lenon e Paul McCartney fanno la reciproca conoscenza; due ragazzi come tanti che in comune scopriranno di avere la passione per le sette note.

Gli appassionati di sport, però, guardano a quanto accade in Francia, dove si corre la quarta prova del Mondiale di Formula 1. La Maserati di Juan Manuel Fangio precede le Ferrari di Musso e Collins.

Il dominio dei bolidi nostrani passa tuttavia in secondo piano di fronte alle immagini che arrivano da Pozzolo, località nel mantovano, dove due treni si scontrano provocando la morte di un macchinista e il ferimento di molti passeggeri.

I fatti d’Ungheria dell’autunno precedente hanno lasciato il segno all’interno del Partito Comunista Italiano. Se da un lato la segreteria nella persona di Togliatti ha condannato le azioni dei dirigenti ungheresi, dall’altro la base si è dimostrata contraria all’intervento armato sovietico, redigendo quello che passa alla storia come il “documento dei 101”, letto ed approvato durante i lavori dell’ultimo congresso. Posizioni tanto divergenti portano inevitabilmente a lacerazioni, tanto che Antonio Giolitti, proprio l’ispiratore del manifesto, si dimette dal partito il 19 luglio.

La settimana si chiude col Gran Premio d’Inghilterra anticipato al sabato. La Wanwall di Stirling Moss

Agosto, intanto, inizia con le dimissioni dello scrittore Italo Calvino dal Partito Comunista Italiano. Il 4 la Germania ospita il proprio Gran Premio nazionale vinto da Fangio, seguito da Hawtorn, Collins.

Il mondo dell’automobilismo di vertice è in subbuglio. Saltano i Gran Premi del Belgio ed Olanda. La Federazione opta per la disputa di una gara sultracciato di Pescara, rinomato al tempo come uno dei percorsi per corse automobilistiche più ostici e pericolosi e famoso perché dal 1924 vi si svolge la Coppa Acerbo. Gli organizzatori del campionato, possono quindi confidare sulla scelta di un circuito ampiamente già collaudato e prestigioso.

Quello di Pescara, oltre 25 km, è ancor oggi il tracciato più lungo dove si sia mai disputata una gara di Formula 1, vinta da Moss, davanti a Fangio e Schell.

Nel frattempo molti italiani si godono gli ultimi scampoli d’estate sognando la macchina e aspettando l’inizio del campionato, al termine del quale torna la Coppa Italia, praticamente in contemporanea con i campionati mondiali di Svezia. Sui giornali fanno scalpore le dure critiche rivolte dall’Osservatore Romano (l’organo di stampa del Vaticano) all’esponente della Democrazia Cristiana Amintore Fanfani colpevole di aver detto, in un discorso celebrativo di De Gasperi:

“la DC è autonoma, e non è legata alla gerarchia ecclesiastica”.

Il giornale del Vaticano ribadisce:

“la politica è subordinata alla morale, e la morale è insegnata dalla chiesa”.

In sostanza dove non c’e’ la Chiesa ma invece c’e’ un laico, là non esiste la morale.

Il mese si conclude con la restituzione della salma di Benito Mussolini alla famiglia dopo dodic’anni dalla morte e dopo che per oltre una decade era stata segretamente custodita presso un convento di Cerro Maggiore. D’ora in avanti essa riposerà nel Paese natale del “Duce” – Predappio – che diventerà meta turistica di curiosi e nostalgici, cosa che, sulle prime, scatenerà altre polemiche.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE

LASCIA UN Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.