CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1956-57: LA 5a E LA 6a GIORNATA DEL GIRONE D’ANDATA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Tra lo sconcerto generale per quanto accaduto in settimana a Terrazzano, si arriva alla domenica, nella quale è previsto il derby di Roma e la supersfida tra Inter e Juventus.
5a GIORNATA: domenica 14 ottobre 1956

Inter – Juventus 1-1

16′ Hamrin rig., 22′ Dorigo (IN)

Lazio – Roma 0-3

32′ Da Costa, 58′ Pistrin, 65′ Da Costa

Napoli – Bologna 0-0

Padova – Milan 2-0

58′ Moro, 85′ Coppola

Palermo – Genoa 1-0

24′ Vicariotto

Sampdoria – Fiorentina 2-2

15′ Agnoletto (SA), 44′ Montuori, 68′ Ocwirk (SA) rig., 73′ Rozzoni

Spal – Atalanta 0-0

Torino – L.R. Vicenza 2-1

3′ Valentinuzzi (L.), 65′ Armano, 68′ Tacchi

Udinese – Triestina 0-1

54′ Brighenti

Classifica:

Napoli e Sampdoria 8; Juventus e Roma 7; Fiorentina e Milan 6; Genoa, Inter, Palermo, Torino e Triestina 5; Bologna e
Padova 4; Atalanta, L.R. Vicenza, Lazio, Spal e Udinese 3.
Che cosa fa di un grande giocatore un mito agli occhi dei tifosi? Un gol o un gesto tecnico, soprattutto se durante una grande partita. Dino Da Costa, ottima mezz’ala romanista, realizza due reti agli odiati cugini laziali e diventa “il purgatore”. Per l’italo brasiliano il derby diventa la sua gara, quella nella quale riuscirà sempre ad esaltarsi e per questo sarà venerato dai propri tifosi.

Con questa vittoria la Roma si porta in seconda posizione ad un punto da Napoli e Sampdoria che hanno pareggiato i propri incontri, affiancata alla Juventus uscita indenne dal campo dell’Inter e davanti al Milan sorprendentemente sconfitto a Padova. Per i rosso-neri si sta aprendo una piccola crisi.

Il martedì successivo da Parigi arriva una notizia che sconvolge l’intero mondo del calcio: all’età di 83 anni muore Jules Rimet, il padre dei campionati del mondo, la manifestazione che più di ogni altra farà del footbal un fenomeno planetario.
6a GIORNATA: domenica 21 ottobre 1956

Atalanta – Palermo 1-0

5′ Longoni

Fiorentina – Bologna 2-1

25′ Cervellati (BO), 80′ Montuori, 82′ Gratton

Genoa – Padova 1-1

28′ Dal Monte (GE), 57′ Boscolo

Juventus – Udinese 2-3

7′ Secchi, 28′ Antoniotti (JU), 43′ Menegotti, 73′ Secchi, 79′ Hamrin

(JU)
L.R. Vicenza – Napoli 0-0

Milan – Inter 1-1

17′ Bredesen (MI), 17′ Pandolfini

Roma – Torino 0-2

20′ Ricagni, 85′ Tacchi

Spal – Lazio 1-0

31′ Di Giacomo

Triestina – Sampdoria 1-1

4′ Cazzaniga (TS), 41′ Tortul

Classifica:

Napoli e Sampdoria 9; Fiorentina 8; Juventus, Milan, Roma e Torino 7; Genoa, Inter e Triestina 6; Atalanta, Padova,
Palermo, Spal e Udinese 5; Bologna e L.R. Vicenza 4; Lazio 3.
Napoli e Sampdoria pareggiano nuovamente, ma rimangono ugualmente al comando. Infatti Roma e Juventus, dopo le grandi prove della domenica precedente, crollano in casa rispettivamente con Torino ed Udinese, facendosi scavalcare dalla Fiorentina la quale, senza strafare, rimane perfettamente in corsa per la conquista del campionato.

Mentre Milan ed Inter si dividono la posta nel derby, la Lazio cade anche a Ferrara ritrovandosi da sola in ultima posizione.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento