CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

LE PRIME DUE GIORNATE DEL CAMPIONATO CALCISTICO 1955-56 E LA SCOMPARSA DI JAMES DEAN

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Cariche di speranze, le diciotto squadre di serie A e di serie B si accingono ad incominciare la stagione agonistica, il tutto poco prima dell’inizio dell’autunno e di quello delle scuole.
1a GIORNATA: domenica 18 settembre 1955

Atalanta – Milan 4-3

5′ aut. Zagatti, 18′ Schiaffino (MI), 25′ Brugola, 43′ Mariani (MI), 50′ Longoni, 52′ Brugola, 75′ G. Nordahl (MI)

Bologna – Genoa 4-1

55′, 63′ e 72′ Pivatelli, 81′ Frizzi (GE) rig., 86′ La Forgia

Inter – Novara 2-0

9′ Celio, 77′ Armano

Juventus – Spal 2-2

20′ Vairo (JU), 25′ Fabbri, 30′ Vairo (JU), 54′ aut. Turchi

Napoli – Torino 2-2

2′ Vinicio (NA), 30′ Pellis, 40′ Vinicio (NA), 78′ Bacci

Padova – Lazio 1-2

17′ Muccinelli, 81′ Selmosson, 90′ Zorzin (PD) rig.

Pro Patria – Fiorentina 2-2

9′ Virgili, 48′ Julinho, 60′ Danova (PR), 80′ Orzan (PR)

Roma – L.R. Vicenza 4-1

3′ Nyers, 23′ Da Costa, 37′ Nyers rig., 38′ Murolo (L.), 47′ Galli

Sampdoria – Triestina 1-0

66′ Conti

CLASSIFICA:

Atalanta, Bologna, Inter, Lazio, Roma e Sampdoria 2; Fiorentina, Juventus, Napoli, Pro Patria, Spal e Torino 1; Genoa, L.R. Vicenza, Milan, Novara, Padova e Triestina 0.
Il Milan cade a Bergamo, la Juventus viene bloccata in casa dalla Spal e la Fiorentina non va oltre il pari a Busto Arsizio. Con queste tre sorprese si apre il campionato che invece vede trionfare il Bologna e la Roma.

Nella settimana che va ad iniziare, accanto alle cronache sportive e a quelle legate alla politica, trova spazio anche quella legata al gossip. Il 21 settembre Venezia è teatro di un avvenimento mondano dal sapore di altri tempi. La quindicenne Ira von Fürstenberg sposa il principe Alfonso di Hohenlohe. L’evento è buono per far sognare i nostalgici di un mondo andato, con riti ormai desueti e sempre più anacronistici.
2a GIORNATA: domenica 25 settembre 1955

Fiorentina – Padova 1-0

80′ Cervato rig.

Genoa – Roma 3-3

30′ Firotto (GE), 40′ rig. e 46′ Nyers, 47′ Firotto (GE), 60′ Fonda (GE), 68′ Pandolfini

L.R. Vicenza – Inter 0-2

5′ e 72′ Campagnoli

Lazio – Atalanta 2-2

25′ Selmosson (LA), 45′ Muccinelli (LA), 66′ Brugola, 80′ Rasmussen

Milan – Sampdoria 6-1

3′ aut. Tognon (SA), 20′ G. Nordahl, 29′ Dal Monte, 44′ e 72′ Schiaffino, 78′ Mariani, 79′ G. Nordahl

Novara – Napoli 1-0

67′ Feccia rig.

Spal – Pro Patria 2-1

60′ Macor, 65′ Fabbri, 78′ Sala (PR)

Torino – Bologna 1-0

32′ Antoniotti

Triestina – Juventus 1-1

42′ Passarin (TS), 47′ Boniperti

CLASSIFICA:

Inter 4; Atalanta, Fiorentina, Lazio, Roma, Spal e Torino 3; Bologna, Juventus, Milan, Novara e Sampdoria 2; Genoa, Napoli, Pro Patria e Triestina 1; L.R. Vicenza e Padova 0.
Cesare Campagnoli, giovane attaccante interista, diventa l’eroe di giornata in quanto, grazie ai suoi gol, tra l’altro rimasti gli unici della stagione, regala il primato in solitaria agli uomini del neo presidente Angelo Moratti. I nero-azzurri hanno avuto anche il merito di vincere nonostante l’espulsione dell’esperto Nesti.

Come detto le altre compagini uscite vittoriose dal primo turno non hanno riconfermato i risultati di sette giorni prima: Atalanta e Lazio si sono divise la posta, il Bologna è caduto a Torino e la Sampdoria è letteralmente naufragata in casa del Milan.

L’ultimo giorno di settembre diventa nefasto per il mondo del cinema e per tutti i suoi appassionati. James Dean, attore simbolo della bellezza, nonché autentico divo del momento, perde la vita a ventiquattro anni, a causa di un tragico incidente automobilistico mentre si trova alla guida della sua Porsche 550 Spyder Little bastard (Piccola bastarda). Il giovane era diretto a Salinas in compagnia del suo meccanico per prendere parte ad una corsa organizzata per il giorno seguente.

L’avvenimento trova una vasta eco sui giornali, in quanto James Dean, con le sue contraddizioni, incarna le inquietudini di una generazione vogliosa di rompere con gli schemi del passato. Il film Gioventù Bruciata rappresenta al meglio questo sentimento e il biondo attore californiano diventa per molti un modello da seguire.

Il 30 settembre 1955 scompare uno dei primi esponenti e, probabilmente, uno dei precursori della Beat Generation.

I ben pensanti, invece, traggono spunto dall’avvenimento per lanciare nuovi anatemi contro le sregolatezze proposte dalla vita moderna!
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento