1955-56 FIORENTINA: Stagione calcistica e storia d’Italia

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Lo scudetto varca l’Appennino per andare a far bella mostra di sè nella bacheca della Fiorentina, magistralmente guidata in panchina da Fulvio Bernardini. In Europa, invece, inizia l’epoppea del Real Madrid.

SOMMARIO

IL RITORNO DELLA MITROPA CUP E L'ARRIVO DI DINO DA COSTA

Nel 1955 un operaio guadagna circa 40.000 lire e gli ci vogliono quattro mesi di lavoro per acquistare un televisore, più di un anno per una macchina e dieci anni per impossessarsi di un appartamento di modeste dimensioni. Contemporaneamente un calciatore di buona levatura guadagna dieci volte tanto e lo stesso appartamento può acquistarlo con l'ingaggio di una sola stagione. In quest'estate prende corpo quella che può essere identificata come rivoluzione dei consumi. È infatti l'anno della 600...

LE PRINCIPALI OPERAZIONI DI MERCATO DELL'ANNO 1955

Sogni a "costo zero", si diceva nella pagina precedente, e in questo 1955 il calcio mercato ne ha regalati molti ai tanti tifosi. Particolarmente attivo si è dimostrato il presidente della Fiorentina Enrico Befani; ceduto Mariani al Milan e Gren al Genoa, il dirigente, per tappare i buchi in organico si è rivolto al sud America portando in italia un argentino pressoché sconosciuto che per giunta sta militando nel campionato cileno. Il giocatore si chiama Miguel Angel Montuori e si rivelerà uno...

VERSO IL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1955-56

Mentre si delinea la nuova serie A, il 6 luglio – il primo governo, presieduto dal democristiano Antonio Segni, presta giuramento nelle mani del Presidente Giovanni Gronchi. Si tratta di un tripartito formato da DC, PLI e PSDI. Nel frattempo, sebbene funestata da gravi incidenti, prosegue la stagione di Formula 1, il cui prossimo appuntamento è il Gran Premio di Gran Brretagna previsto per il 16 luglio. L'attesa e contrassegnata da un fatto di cronaca destinato ad entrare nella storia: il 13...

LE PRIME DUE GIORNATE DEL CAMPIONATO CALCISTICO 1955-56 E LA SCOMPARSA DI JAMES DEAN

Cariche di speranze, le diciotto squadre di serie A e di serie B si accingono ad incominciare la stagione agonistica, il tutto poco prima dell'inizio dell'autunno e di quello delle scuole. 1a GIORNATA: domenica 18 settembre 1955 Atalanta - Milan 4-3 5' aut. Zagatti, 18' Schiaffino (MI), 25' Brugola, 43' Mariani (MI), 50' Longoni, 52' Brugola, 75' G. Nordahl (MI) Bologna - Genoa 4-1 55', 63' e 72' Pivatelli, 81' Frizzi (GE) rig., 86' La Forgia Inter -...

CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1955-56: IL GIRONE D'ANDATA DALLA 3a ALLA 7a GIORNATA

La scomparsa del biondo attore americano, lascia un po' più sola un'intera generazione: imitato dai ragazzi e adorato dalle ragazze, lascia questo mondo uno dei simboli delgi anni cinquanta. Di questo si parla sugli spalti prima dell'inizio del terzo turno del campionato 1955-56. 3a GIORNATA: domenica 2 ottobre 1955 Atalanta - Torino 1-2 38' Buhtz, 56' Antoniotti, 73' Rozzoni (AT) Bologna - Novara 3-2 25' Piccioni (NO), 74' Bonafin, 79' Cappello, 81' Valentinuzzi, ...

MILAN-SAARBRUCKEN 3-4: PRIMA DI COPPA DEI CAMPIONI CON STECCA!

Il mese di novembre segna il debutto ufficiale del calcio italiano in una competizione europea per club organizzata dalla UEFA. Infatti il Milan, campione d'Italia 1954-55, affronta il primo turno di Coppa dei Campioni incontrando a San Siro il Saarbrucken campione della Germania Occidentale. L'incognita riguarda la tenuta fisica degli uomini allenati da Puricelli il quale, probabilmente per avere una squadra fresca fisicamente, manda in tribuna gli svedesi Niels Liedholm e Gunnar Nordahl. La...

CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1955-56: L'8a E LA 9a GIORNATA DEL GIRONE D'ANDATA

Archiviata la sconfitta interna, rimediata in Coppa dei Campioni dal Milan contro i campioni tedesco-occidentale del Saarbrucken, il campionato riprende con la caccia alla coppia di testa formata da Inter e Fiorentina. 8a GIORNATA: domenica 6 novembre 1955 Fiorentina - Torino 2-0 84' e 87' Montuori Genoa - Milan 3-1 3' Pistrin, 69' Frizzi rig., 78' Valli (MI), 82' Carapellese Inter - Lazio 2-3 27' Muccinelli, 49' Vivolo, 50' Selmosson, 76'...

ARRIVA "LASCIA O RADDOPPIA?"

Mentre il Milan e la nazionale azzurra sono impegnati nella preparazione dei rispettivi incontri internazionali, nella serata di sabato 12 novembre prende il via una delle trasmissioni destinate a fare letteralmente la storia della televisione italiana. Quale semplice puntata di prova, inizia il gioco quiz "Lascia o Raddoppia", condotto dal presentatore italo americano Mike Bongiorno. Un concorrente esperto in una qualsiasi materia, si presenta e, partendo da una cifra bassa, cerca di conquistare...

CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1955-56: IL GIRONE D'ANDATA DALLA 10a ALLA 12a GIORNATA

L'ambiente calcistico italiano deve archiviare una nuova sconfitta, segno che si è ancora lontani dall'aver imboccato la strada che riporta il movimento alle vette toccate negli anni Trenta. Al contrario, la società sta correndo verso un ben'essere mai visto prima! ANTICIPO 10'a GIORNATA: sabato 3 dicembre 1955 Atalanta - Bologna 1-0 68' Longoni Nuova sconfitta del Bologna che ora si trova davvero nei guai. Partiti per riconfermare almeno il grande campionato dell'anno p...

CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1955-56: IL GIRONE D'ANDATA DALLA 13a ALLA 17a GIORNATA

La partita di recupero tra Juventus e Padova ha chiuso un anno solare ricchissimo di novità per il nostro calcio, prima fra tutte il ritorno delle coppe europee. Abbiamo già detto della nascita della Coppa dei Campioni. Nello stesso anno, però, si registra anche la nascita della Coppa delle Fiere, destinata a trasformarsi successivamente in Coppa Uefa. Per l'Italia a questa competizione viene ammessa l'Inter. Si disputa un girone eliminatorio che vede i milanesi opposti agli inglesi del Birmingham e ...

L'ARRESTO DI DANILO DOLCI

La settimana che precede l'inizio del girone di ritorno è contrassegnata dallo scalpore suscitato dall'arresto dello scrittore Danilo Dolci avvenuto il 2 febbraio. Volendo mettere in risalto le carenti condizioni economiche in cui versa il Sud con la sua grave disoccupazione che impedisce di camminare come le altre regioni del nord, il Dolci vuole, se di carenza industriale il sud soffre, che gli sia data almeno la possibilità di operare su quello che ha: la terra. Perciò lo scrittore si è mes...

"LASCIA O RADDOPPIA?" PASSA AL GIOVEDÌ!

Il girone di ritorno prende il via mentre a Cortina si chiudono i settimi giochi olimpici invernali, nei quali emerge la potenza sportiva dell'Unione Sovietica. Da questo momento in avanti la località incastonata nelle montagne del bellunese, assurgerà al ruolo di "regina delle Dolomiti", meta previlegiata pèer la nuova classe abbiente che si sta facendo largo. (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); La neve, peraltro, è la grande protagonista di questa domenica, soprattutto al ...

CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1955-56: IL GIRONE DI RITORNO DALLA 19a ALLA 22a GIORNATA

L'amichevole della nazionale italiana è anticipata dalla gara di ritorno dei quarti di finale di Coppa dei Campioni tra il Milan e il Rapid Vienna organizzata nella domenica in cui la serie A è ferma. In un San Siro simile ad un cantiere, a causa dei lavori per la costruzione del secondo anello, che ne farà uno degli stadi più capienti d'Europa, il Milan strapazza i malcapitati austriaci. Ad aprire le danze è l'ala destra Amos Mariani dopo soli 15 minuti, seguito da Nordahl al 22 e dall'italo arge...

CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1955-56: IL GIRONE DI RITORNO DALLA 23a ALLA 27a GIORNATA

L'esito del derby di Milano, decreta che alla Fiorentina basterà amministrare l'enorme vantaggio, per cucire sulle maglie il simbolo del tricolore. 23a GIORNATA: domenica 18 marzo 1956 Atalanta - Fiorentina 0-0 Bologna - Spal 2-2 6' Di Giacomo, 15' Macor, 75' e 82' Pivatelli (BO) L.R. Vicenza - Lazio 0-1 15' aut. Giaroli Milan - Triestina 1-0 89' Schiaffino Pro Patria - Padova 0-2 63' Chiumento, 77' Stivanello Roma - Napoli ...

CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1955-56: IL GIRONE DI RITORNO DALLA 28a ALLA 31a GIORNATA

Il largo successo della nazionale azzurra ottenuto contro il Brasile, nazione dalla quale sono arrivate le novità più interessanti proposte dal campionato 1955-56, ridà senzaltro speranza e morale all'intero movimento. 28a GIORNATA: domenica 29 aprile 1956 Atalanta - Inter 1-1 24' Invernizzi, 80' Bassetto (AT) Milan - Pro Patria 3-3 9' G. Nordahl (MI), 30' Orzan, 34' Dal Monte (MI), 50' Borsani, 64' G. Nordahl (MI), 70' Orzan Napoli - Lazio 1-...

LA CONCLUSIONE DEL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1955-56

La terz'ultima giornata di campionato è preceduta da un evento destinato a cambiare il volto dell'intera nazione: a San Donato milanese, con presente il Presidente della Repubblica Giovanni Gronchi, viene posata la prima pietra dell'Autostrada del Sole, arteria che dovrà collegare Milano al sud del Paese, passando per Firenze e Roma. Sembra un'opera anacronistica in un contesto nel quale le merci viaggiano su pochi camion obsoleti, molti dei quali lasciati in dote dalle truppe alleate nella II g...

CONSIDERAZIONI SUL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1955-56

La stagione 1955-56 passerà alla storia per essere stata letteralmente dominata da una squadra formidabile sia dal punto di vista tecnico, con quei due terzini entrati nella storia del calcio, un asso indiscutibile come Julinho, un centrocampo d’acciaio, un centravanti di sfondamento simile al Vieri di oggi; e sia dal punto di vista tattico perché il tecnico romano ha inventato un ruolo nuovo, ala tornante, per un giocatore modesto ma essenziale, come Prini. Il modulo verrà successivamente “copiato” nientepo...

LA DRAMMATICA TAPPA DEL MONTE BONDONE

Mentre il mondo del calcio è impegnato nel trarre bilanci da una stagione che ha visto il netto trionfo della Fiorentina di Fulvio Bernardini, il Giro d'Italia di ciclismo vive la propria settimana decisiva, con Pasquale Fornara in maglia rosa. Tappa fondamentale si rivelerà certamente quella dell'8 giugno con partenza a Merano ed arrivo sul Monte Bondone. Gli atleti debbono scalare ben 4 passi: insomma un inferno! A complicare per tutti le cose ci si mette anche il tempo: il 1956 passa alla s...

REAL MADRID-REIMS 4-3: I "BLANCOS" PRIMI RE D'EUROPA

Mentre in Italia divampano le polemiche seguenti alla terribile tappa del Giro d'Italia corsa sotto la neve, l'Europa del calcio celebra la prima finale di Coppa dei Campioni. Al Parco dei Principi di Parigi, il 13 giugno 1956, il Real si trova di fronte lo Stade Reims che può contare sul fattore campo e su giocatori del calibro di Michel Hidalgo e del mago del dribbling, Raimond Kopa. COPPA DEI CAMPIONI - FINALE - Parigi (Parco dei Principi) - mercoledì 13 giugno 1956 REAL MADRID - S...

LA TOURNÈ AZZURRA IN SUD AMERICA

La nazionale italiana, intanto, parte per una tourné in sud America contro Argentina e Brasile. La prima tappa tocca Buenos Aires dove risiedono molti immigrati italiani. L'accoglienza, però, non è delle migliori tanto che la commissione tecnica presieduta da Alfredo Foni decide di non schierare Miguel Angel Montuori, accusato, dalla stampa locale, di aver tradito la sua nazione di nascita e dalle autorità di diserzione. Dalla contesa rimane fuori anche Gianpiero Boniperti, mentre esordisce il ...

LA FIORENTINA CAMPIONE 1955-56

Indimenticabile, come tutte le prime volte. Indimenticabile, perché è il successo di una formazione capace, contro ogni pronostico, di portare lo scudetto al di sotto dell’Appennino per la prima volta dalla fine della guerra. Indimenticabile per la qualità del gioco espresso e per le sistematiche batoste rifilate a tutte le grandi del Nord. Quello targato FIORENTINA 1955-56 è stato il trionfo della squadra dei sogni, nata dalla fantasia e dal coraggio di una coppia di personaggi entra...

IL PERSONAGGIO: JULIO BOTELO "JULINHO"

Probabilmente Julinho, al secolo Julio Botelho, è stato il più forte campione brasiliano che abbia vestito la maglia della Fiorentina. Nasce il 5 agosto 1929 a San Paolo del Brasile dove il padre Francisco possiede un piccolo negozio di alimentari e la passione per il "futebol". Il figlioletto fin da tenera età dimostra di avere grande talento per il calcio. Scatto bruciante e tocco sopraffino. Dopo un provino nelle giovanili del Palmeiras, la squadra degli italiani, una volta chiamata Palestra It...

LA CLASSIFICA MARCATORI DEL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1955-56

29 Pivatelli (Bologna). 23 Nordahl I (Milan). 21 Virgili (Fiorentina). 18 Bassetto (Atalanta). 17 Firmani (Sampdoria). 16 Schiaffino (Milan); Vinicio (Napoli). 14 Frizzi (Genoa). 13 Montuori (Fiorentina); Tortul (Sampdoria). 12 Bettini (Lazio); Bonistalli (Padova); Da Costa (Roma). 11 Pascutti (Bologna); Carapellese (Genoa); Dal Monte (Milan). 10 Lorenzi, Skoglund (Inter); Murolo (LR Vicenza); Muccinelli, Selmosson (Lazio); Bronee (Novara); Buhtz...

SERIE A 1955-56: LE ROSE

ATALANTA ALL.: L. Bonizzoni; Angeleri, Annovazzi, Bassetto, Brugola, Cattozzo, Corsini, Galbiati, Garcia, Lenuzza, Longoni, Rasmussen, Roncoli, Rozzoni, Sartin, Sabatella, Vittoni, Zannier, Zavaglio. BOLOGNA PRES.: R. Dallara; ALL.: G. Viani Ballacci, Bonafin, Bonifaci, Cappello IV, Capra, Cervellati, Dell'Innocenti, Giorcelli, Giovannini, Greco, Jensen, Laforgia, Pascutti, Pilmark, Pivatelli, Pozzan, Randon, Rota, Valentinuzzi. FIORENTINA PRES.: E....

STAGIONE CALCISTICA E STORIA D'ITALIA 1955-56: LE SERIE B E C

La presenza nel campionato di serie B 1955-56 di Udinese e Catania, compagini retrocesse in seguito alle decisioni del giudice sportivo inerenti agli scandali che le hanno viste coinvolte, porta enorme interesse sulla seconda categoria nazionale. I friulani hanno mantenuto l'ossatura della compagine classificatasi al secondo posto l'anno precedente. Al posto di Lorenzo Bettini è giunto dalla Triestina Secchi che non fa rimpiangere il cannoniere bresciano e trascina i bianconeri all'immediata promozione. ...
e

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather