CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

OPERAZIONI DI MERCATO E COPPA LATINA 1950

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Infedeli o no, il mondo dello sport non risente di questo stato di cose, se non perché si cerca di assoggettare questo o quel campione ad una o all’altra corrente politica – Bartali alla Democrazia Cristiana, Coppi al Partito Comunista. Le società di calcio poi, sono ancora meno interessate dal fenomeno e passano l’estate a preparare nel migliore dei modi la stagione 1950-51.

Il mondiale brasiliano ha messo in mostra molti talenti e il nostro calcio si prepara così ad una nuova invasione di stranieri: va di gran moda lo svedese: dalla nazione scandinava arrivano: la fortissima mezz’ala sinistra Lennard Skoglund all’Inter, Melberg, Nilsson e Tapper al Genoa, Sundquist,
Nordhal ed Anderson alla Roma. Questi due trii avrebbero il compito, secondo le intenzioni delle due società, di cercare di ripetere in parte le gesta del GRE-NO-LIE al Milan.

Il campionato che sta iniziando segna il ritorno in serie A del Napoli; la società campana fa le cose in grande acquistando dall’Atalanta il portiere Giuseppe Casari, dalla Lazio l’esperto mediano Leandro Remondini e soprattutto Amedeo Amadei dall’Inter. Il campione romano lascia Milano in quanto si è visto chiuso
anche dall’arrivo di Skoglund.

Altra squadra che si muove molto sul mercato è il Bologna; i rosso-blu emiliani debbono far dimenticare la fallimentare stagione precedente: dalla Danimarca giunge il mediano Pilmark  che con il connazionale Jensen (nella città emiliana dal gennaio precedente) ricompone la coppia di mediani che ha conquistato
l’accesso alla semifinale olimpica a Londra, dall’Inter un giocatore di classe superiore come Aldo Campatelli, un po’ avanti negli anni ma a lungo inseguito dal presidente Renato  Dall’Ara e dal sud america il piccolo ed estroso Garcia.

Nel frattempo qualcuno deve già pensare a scendere in campo: la Lazio che punta sul paraguaiano Unzain altra rivelazione del mondiale brasiliano, affronta l’avventura in Coppa Latina. I bianc’azzurri,
però, non si esprimono a buon livello venendo prima sconfitti in semifinale dal Benfica per 3 a 0 e successivamente nella finale per il terzo posto dall’Atletico Madrid per 2 a 1.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento