CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

LE GRANDI SFIDE DI SERIE A E TUTTA LA CHAMPION'S LEAGUE SU MEDIASET PREMIUM

CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1950-51: IL GIRONE D’ANDATA DALLA 7a ALLA 11a GIORNATA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
La classe contadina, tranne in casi eccezionali, è ancora lontana dal mondo dello sport. I metodi arcaici di lavorazione dei campi lasciano poco spazio per gli svaghi limitati a qualche ora in osteria giusto la domenica pomeriggio dopo le abituali funzioni religiose, rimaste un  obbligo imprescindibile per la vita del buon cristiano e a loro, probabilmente, poco importa se questa giornata di campionato preveda la supersfida tra Juventus e Milan.
7a GIORNATA: domenica 22 ottobre 1950        

 Atalanta – Torino       1-1    

12′ Motta, 20′ Checchetti (AT)

Como – Bologna          2-1    

31′ Migliorini, 49′ Cervellati (BO), 69′ Migliorini

Genoa – Palermo         0-0

Inter – Roma            6-0    

1′ Nyers, 9′ Wilkes, 69′ e 79′ Nyers, 81′ Wilkes, 85′ Armano

Juventus – Milan        1-1    

47′ Liedholm, 66′ K.A. Hansen (JU) rig.

Lazio – Sampdoria       2-2    

17′ Unzain (LA), 48′ Arce (LA), 55′ Gei, 78′ aut. Antonazzi

Lucchese – Napoli       1-0    

64′ Mike rig.

Novara – Pro Patria     3-0    

29′ Renica, 37′ Piola rig., 44′ Oppezzo

Padova – Fiorentina     3-0    

48′ Celio I, 54′ e 89′ Prunecchi

Triestina – Udinese     0-0

 CLASSIFICA:

Milan 13; Bologna, Inter e Juventus 11; Como e Lazio 10; Palermo 9; Padova, Torino e Udinese 7; Triestina 6; Atalanta, Genoa, Novara, Pro Patria e Sampdoria 5; Fiorentina e Napoli 4; Lucchese 3; Roma 2.
 La gara di Torino termina in parità con il Milan rammaricato per non essere riuscito a conservare il vantaggio realizzato da Niels Liedholm. Dietro il Bologna cade a Como e viene raggiunto dalla stessa Juventus e dall’Inter la quale, grazie ad una tripletta del solito Nyers e ad una doppietta dell’olandese
Wilkes, in ottimo periodo di forma, affonda la Roma in ultima posizione. I tre svedesi non hanno fatto fare il salto di qualità alla compagine capitolina che deve prepararsi ad un’altra stagione di sofferenza. L’altra romana, invece, si rammarica per aver perso un punto prezioso per avvicinarsi ulteriormente
al vertice. Contro la Sampdoria, altra compagine in gravi difficoltà di classifica, i bianc’azzurri sciupano un doppio vantaggio anche a causa dell’espulsione di Dionisio Arce, la talentuosa mezz’ala paraguayana capace in altre occasioni di accendere la luce nella manovra dei laziali.
8a GIORNATA: domenica 29 ottobre 1950        

 Bologna – Juventus      0-5    

14′ Manente, 19′ e 63′ Praest, 74′ K.A. Hansen, 82′ J. Hansen

Fiorentina – Atalanta   1-0    

21′ Vitali

Lucchese – Lazio        1-1

42′ Mike (LU), 77′ Cecconi

Milan – Genoa           4-0    

31′ G. Nordahl, 60′ Annovazzi, 61′ Liedholm, 62′ Santagostino

Napoli – Como           7-0    

20′ Todeschini, 22′ Bacchetti, 28′ Amadei, 29′ Formentin, 30′ Astorri, 66′ Amadei, 82′ Krieziu

Pro Patria – Triestina  2-2    

8′ Turbeky (PR), 31′ Boscolo, 40′ Guarnieri (PR), 79′ De Vito

Roma – Novara           0-0

Sampdoria – Padova      1-2    

17′ Curti, 30′ Sabbatella (SA), 64′ Sforzin

Torino – Palermo        2-1    

6′ Bronee (PA), 33′ Carapellese, 47′ Frizzi

Udinese – Inter         1-3    

17′ Miglioli, 33′ E. Soerensen (UD), 72′ e 79′ Wilkes

 CLASSIFICA:

Milan 15; Inter e Juventus 13; Bologna e Lazio 11; Como 10; Padova, Palermo e Torino 9; Triestina e Udinese 7; Fiorentina, Napoli, Novara e Pro Patria 6; Atalanta, Genoa e Sampdoria 5; Lucchese 4; Roma 3.
Netta vittoria del Milan sul Genoa a cui risponde l’Inter capace di espugnare Udine e la Juventus che ridimensiona definitivamente le ambizioni del Bologna.

Risorge il Napoli capace di infilare 5 reti in mezz’ora al Como; contro i lariani la compagine allenata da Eraldo Monzeglio ha espresso tutte le potenzialità del suo attacco.

In questo modo si chiude il mese di ottobre, un mese che ha visto comparire sulle strade italiane un sogno proibito per la stragrande maggioranza della popolazione: si tratta  della berlina Alfa Romeo 1900 a 4 porte, dalle spiccate caratteristiche sportive. Dotata di moderna carrozzeria a scocca portante,è il primo modello della casa milanese ad essere prodotta con la catena di montaggio. Dopo le rovine della guerra, la casa del biscione ha abbandonato i costosissimi e irraggiungibili modelli del passato per dedicarsi a una produzione rivolta a una clientela leggermente piu’ ampia. Il prezzo di listino della 1900 e’ di 2.310.000 lire, rivolto a
un’utenza elitaria e sportiva. Grazie all’ottimo 4 cilindri di 1884 cc., la nuova berlina Alfa eroga una potenza di 80 cv e raggiunge i 150 km/h. un vero portento in un periodo in cui la stragrande maggioranza delle persone viaggia ancora in bicicletta o al massimo in motocicletta. L’automobile costituisce il sogno proibito e il possederne una, anche di piccola cilindrata, è un chiaro segno di distinzione sociale.

Inizia novembre con le celebrazioni del giorno di Ogni Santi e dei Defunti. Durante la festa dedicata ai santi Papa Pio XII proclama il dogma dell’Assunzione in Cielo della Madonna.

La settimana porta altresì la celebrazione del 4 novembre, il giorno della Vittoria nella Prima Guerra Mondiale. A Roma, durante le rituali celebrazioni, contraddisstinte dall’apertura al pubblico di tutte le caserme, viene firmato il trattato riguardante il rispetto dei diritti umani.
9a GIORNATA: domenica 5 novembre 1950        

 Atalanta – Bologna      2-0    

25′ S.J. Hansen, 81′ Soerensen

Como – Milan            2-2    

3′ Foglia (CO), 31′ Annovazzi rig., 42′ Lipizer (CO) rig., 64′ Renosto

Genoa – Roma            2-2    

3′ Bacci, 21′ Dante (GE), 27′ Andersson, 89′ Nilsson (GE)

Inter – Sampdoria       5-1    

15′ Sabbatella (SA), 55′ Armano, 62′ Wilkes, 66′ Lorenzi, 82′ e 88′ Wilkes

Juventus – Napoli       3-2    

34′ J. Hansen, 51′ e 57′ Boniperti, 80′ Astorri (NA), 88′ Formentin (NA)

Lazio – Fiorentina      2-1

66′ Puccinelli, 75′ Hofling, 79′ Janda (FI)

Novara – Torino         3-2    

9′ Santos (TO), 52′ Piola, 62′ Renica, 69′ pESaola, 87′ Frizzi (TO)

Padova – Udinese        1-1

69′ Celio I (PD), 86′ Rinaldi

Palermo – Pro Patria    8-0    

29′ Galli, 32′ Bronee, 33′ Di Maso, 38′, 56′ e 58′ Galli, 61′ Di Maso, 69′ Sukru rig.

Triestina – Lucchese    0-0

 CLASSIFICA:

Milan 16; Inter e Juventus 15; Lazio 13; Bologna, Como e Palermo 11; Padova 10; Torino 9; Novara, Triestina e Udinese 8; Atalanta 7; Fiorentina, Genoa, Napoli e Pro Patria 6; Lucchese e Sampdoria 5; Roma 4.
Un ottimo Como, anche quest’anno rivelazione del campionato, impone il pari alla corazzata rossonera. Ne approfittano Inter e Juventus le quali, battendo rispettivamente Sampdoria e Napoli, riducono lo svantaggio ad un solo punto. Il Bologna perde la sua terza partita di fila e cede il quarto posto alla
Lazio, mentre il Palermo ottiene una delle vittorie più larghe della sua storia in serie A. Il trascinatore dei siciliani è il giovane centr’avanti Carlo Galli autore di ben quattro reti.
10a GIORNATA: domenica 12 novembre 1950       

 Atalanta – Lazio        1-0    

78′ Soerensen

Fiorentina – Triestina  3-1    

10′ Ispiro (TS), 14′ Dalla Torre, 76′ Vitali, 78′ Sperotto

Milan – Inter           2-3    

4′ Nyers, 28′ Skoglund, 64′ e 76′ G. Nordahl (MI), 83′ Skoglund

Napoli – Novara         3-0

56′ Soldani, 61′ Bacchetti, 79′ Amadei

Palermo – Padova        3-1    

28′ Di Maso, 53′ Galli, 63′ Sukru rig., 80′ Curti (PD)

Pro Patria – Genoa      5-2    

1′ rig. e 3′ Nilsson (GE), 10′ Guarnieri, 40′ Martini, 42′ Toros, 60′ Guarnieri, 69′ Lakenberg

Roma – Como             2-0    

12′ e 30′ Tontodonati

Sampdoria – Lucchese    3-1    

2′ Lucentini, 50′ Parodi, 76′ Sabbatella, 78′ Valcareggi (LU)

Torino – Juventus       1-4    

8′ Boniperti, 72′ J. Hansen, 82′ Boniforti, 87′ J. Hansen, 89′ Carapellese (TO)

Udinese – Bologna       2-1    

11′ E. Soerensen, 25′ Perissinotto, 45′ Cervellati (BO)

 CLASSIFICA:

Inter e Juventus 17; Milan 16; Lazio e Palermo 13; Bologna e Como 11; Padova e Udinese 10; Atalanta e Torino 9; Fiorentina, Napoli, Novara, Pro Patria e Triestina 8; Sampdoria 7; Genoa e Roma 6; Lucchese 5.
 La giornata dei derby di Milano e Torino porta in vetta Inter e Juventus; Lennard Skoglund, autore dei suoi primi gol italiani, diventa l’eroe di giornata. Vince ancora il Palermo il quale affianca la Lazio in quarta posizione mentre il Bologna perde anche a Udine, ma soprattutto perde la testa il suo uomo
faro Gino Cappello che termina la gara anzi tempo.
11a GIORNATA: domenica 19 novembre 1950

       

 Bologna – Pro Patria    5-2    

4′ Matteucci, 32′ Cervellati, 43′ Garcia, 53′ Cappello, 62′ Lakenberg (PR), 66′ Turbeky (PR), 88′ Cappello

Como – Juventus         1-0    

82′ aut. Boniforti

Inter – Palermo         3-1    

3′ Lorenzi, 38′ Sukru (PA) rig., 70′ Wilkes, 75′ Skoglund

Lucchese – Udinese      0-1    

56′ Rinaldi

Novara – Lazio          4-2    

20′ Piola, 43′ Hofling (LA), 55′ Alberico, 67′ e 81′ Piola, 90′ Puccinelli (LA)

Padova – Milan          1-2    

7′ Celio I (PD), 40′ rig. e 50′ Annovazzi

Roma – Napoli           0-0

Sampdoria – Fiorentina  0-0

Torino – Genoa          2-1    

8′ Santos rig., 65′ Frizzi, 79′ Nilsson (GE) rig.

Triestina – Atalanta    2-1    

60′ De Vito, 85′ Checchetti (AT), 88′ De Vito

 CLASSIFICA:

Inter 19; Milan 18; Juventus 17; Bologna, Como, Lazio e Palermo 13; Udinese 12;  Torino 11; Novara, Padova e Triestina 10; Atalanta, Fiorentina Napoli 9; Pro Patria e Sampdoria 8; Roma 7; Genoa 6; Lucchese 5.
 Nella giornata in cui l’Inter continua la sua striscia vincente e il Milan torna alla vittoria trascinato da Carlo Annovazzi, forse nel momento migliore della sua carriera, Como si rivela fatale per la Juventus. Cade anche la Lazio sul campo del Novara dove Silvio Piola vive la sua seconda giovinezza. Contro la sua ex squadra il centravanti di Robbio Lomellina realizza una tripletta. Assieme a Renica, Arangelovich e Pesaola, frettolosamente scaricato dalla Roma in estate, costituisce una linea avanzata di qualità che permette alla compagine piemontese di navigare in posizioni tranquille di classifica.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento