SERIE A: LA 13a GIORNATA 2017-18 DEL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather



LA SITUAZIONE DELLA SERIE A

La 13a Giornata 2017-18: IL NAPOLI TORNA A VINCERE

Sulla carta la 13a giornata 2017-18 prevedeva la disputa di uno scontro diretto valido per l’assegnazione dello scudetto: quello tra Napoli e Milan, alla luce dei grandi investimenti effettuati in estate dalla società rossonera. Gli uomini allenati da Vincenzo Montella, però, non hanno tenuto il passo dei partenopei, in testa alla serie A a passo di record. Tuttavia, dopo la vittoria esterna di Sassuolo e dopo la buona prova casalinga contro la Juventus, i milanesi speravano di giocare alla pari al San Paolo, ponendo la base per la loro rinascita. Gli uomini di Sarri, invece, hanno giocato una aprtita alla loro altezza e poco ha potuto la squadra di Montella, incapace di costruire un’azione degna di nota prima del 70′ minuto di gioco. Una pochezza imbarazzante, davanti alla perfezione di un sistema di gioco che potrebbe portare un grande successo nella città del Vesuvio.

La 13a giornata 2017-18: L’INTER E IL VALORE DELLA DIFESA

Ammirata la grande performance del Napoli, all’Inter, impegnata nel posticipo, spettava l’onere della risposta. L’Atalanta è avversaria tra le più ostiche del panorama, allenata da quel Gianpiero Gasperini voglioso di far vedere alla società che lo ha scaricato qualche anno fa tutto il suo valore. In effetti gli uomini allenati da Luciano Spalletti non hanno avuto vita facile, ma quando si dispone di un’eccellente organizzazione arretrata, si può aspettare con tutta tranquillità il numero dello stoccatore principale. Se poi si ha la fortuna di disporre di un uomo implacabile come Mauro Icardi, tutto diventa possibile, anche restare in corsa per lo scudettto, nonostante nessuno desse credito ai nerazzurri in estate.

La 13 giornata 2017-18: CROLLA LA JUVE, SAMP TRA LE GRANDI

Non dispone di uno stoccatore come Mauro Icardi, che tra l’altro ha portato in Italia non ancora ventenne, ma ha un impianto di gioco all’avanguardia, soprattutto tra le mura amiche! È la Sampdoria, capace di annichilire la Juventus, dopo averla fatta sfogare senza costrutto per un tempo. Nessuna stella tra i blu-cerchiati, ma un gruppo di ragazzi con la voglia di stupire e ci stanno riuscendo! La Juventus è un’altra delle vittime illustri del Ferraris, diventato un fortino inespugnabile.
Per gli uomini di Allegri si è trattata di una brutta battuta d’arresto, che li allontana dal vertice, ma soprattutto, dimostra che di fronte ad avversari in salute non riescono più a prevalere. Un brutto segno prima del big match decisivo contro il Barcellona e quelli che verranno in serie A. Per altro giova ricordare che le formazioni di Allegri danno sempre il meglio di sè nella seconda parte della stagione!

La 13a giornata 2017-18: ALLA ROMA IL DARBY DELLA CAPITALE

Col grande successo della 13a giornata 2017-18 contro la Juventus, la Samp certifica l’ingresso al tavolo delle grandi, nel quale la posizione della Lazio sembra indebolirsi, dopo la sconfitta patita nel derby. Una Roma “quadrata” e volitivasi è aggiudicata quella che, per i tifosi romani di ambe due le sponde calcistiche, è la “partita”. È un’altra perla degli uomini allenati da Eusebio Di Francesco,partiti in sordina, ma estremamente competitivi sia in serie A, sia in champion’s league, nonostante un girone di ferro. Tra le tre italiane impegnate, i gialllo-rossi sono quelli più avvantaggiati per il superamento del turno, essendo ancora imbattuti! La squadra non è più Dzjeko dipendente; il bosniaco, terminale essenziale lo scorso anno, è diventato un grandissimo regista offensivo, capace di aprire varchi speciali per i compagni di reparto, con un gruppo quanto mai equilibrato, i cui limiti sono ancora sconosciuti!

13a giornata 2017-18: IN ATTESA DEL RITORNO DELLE COPPE EUROPEE

Questa intensa giornata di serie A ha preceduto il ritorno delle coppe europee. Un turno decisivo per il Napoli chiamato alla vittoria senza se e senza ma per proseguire la propria avventura tra le grandi d’Europa. Non meno delicata si presenta la situazione per la Juventus, impegnata in casa contro il fortissimo Barcellona. La sconfitta di Genova e, per i nazionali, l’eliminazione dal mondiale potrebbe aver minato la consapevolezza di poter rivaleggiare ad armi parti contro un’avversaria in grande salute.
Più tranquilla invece si presenta la situazione della Roma, chiamata tuttavia alla battaglia sul difficile terreno dell’Atletico Madrid, società con l’acqua alla gola, per tentare di agguantare uno dei due posti utili per il passaggio del turno.
Europa decisiva anche per il Milan, chiamato al successo per blindare il passaggio del turno in Europa League, intermezzo quanto mai utile per dimenticare le delusioni di una stagione sempre più avviata verso il “fallimento”.