ALLA RICERCA DI CHI ALIMENTA LO SCIACALLO

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather



data-ad-slot=”9565239200″>

LO SCIACALLO SALVINI NUTRITO DAGLI EVENTI

Diamoper scontato chi sia Matteo Salvini e quali siano le sue battaglie, prescindendo dal pensiero politico, che ci porta a ritenerle giuste o sbagliate! Piaccia o no, il leader della Lega è senz’altro l’uomo politico del momento. La cronaca ci racconta di un partito che, sotto la sua guida, è passato dal 5 al 17 %dei consensi nel volgere di cinque anni, con la prospettiva di raddoppiarli, qualora si andasse al voto mentre stiamo scrivendo queste righe. I suoi sostenitori affermano che lui è l’unico in grado di capire la gente. Al contrario, i suoi oppositori lo accusano di alimentarne le paure, sfruttandole a proprio vantaggio.Fatto sta che l’operazione sembra pagare in termini di voti. Su cosa di tanto terribile fa leva Salvini per rimpolpare i suoi consensi? Sul senso d’insicurezza provocato dall’aumento della micro-criminalità nelle nostre città, ormai presente in egual misura sull’intero territorio nazionale. Oggettivamente l’Italia ha già fronteggiato la piaga del terrorismo ed ha a che fare con quella della Mafia, causa di tragedie ben peggiori. Entrambi, a torto va detto, hanno dato l’impressione di essere fenomeni circostanziati: i terroristi combattevano i rappresentanti dell Stato nemico, mentre la Mafia è attiva solo al sud. Queste sono le credenze comuni, spesso smentite! Invece, nel caso della micro-criminalità a cui abbiamo accennato, ognuno di noi può esserne vittima, subendo un furto o un’aggressione. Che che se ne dica, ben più della metà delle rapine è opera di stranieri, molti dei quali privi di occupazione e facile preda di organizzazioni malavitose. Quando poi si racconta di eventi della gravità di quanto avvenuto questa settimana a Roma e qualche mese fa a Pesaro, con l’orrenda fine della povera Pamela, l’impressione aumenta a dismisura.Pertanto, chiunque decida d’interpretarne le angosce, trova terreno fertile per il consenso!

LA STAMPA AIUTA LO SCIACALLO SALVINI

In tutto questo, quale ruolo gioca l’informazione? Naturalmente quella di parte ne amplifica i meriti, ma ben di più sembra fare chi ne osteggia l’operato. Il dovere di cronaca non esime nessuno dal raccontare quei fatti su cui il buon Salvini fa leva per accrescere la propria popolarità in termini di voti! Oscurare allora, applicando una ricetta tanto cara ai regimi del passato (rossi o neri, non importa)? Certamente la criminalità non andrebbe a diminuire, ma l’evitare di dare tanto risalto a fatti simili contribuirebbe certamente ad abbassare il grado di paura della gente, levando parte del nutrimento allo sciacallo Salvini! Tutto sta nel constatare se, privati del sensazionalismo della cronaca nera, l’audience per i tele-giornali radio e le vendite per la carta stampata continuano a reggere!

POLITICA DEL PASSATO ED OPPOSIZIONI

Lo sciacallo Salvini, infine, ha trovato ampie scorte di “ciccia” da quanto fatto da chi lo ha preceduto, incapace d’interpretare il malessere della popolazione. Istituzioni europee e nazionali si dividono equamente le responsabilità: le prime per essere state sorde alla necessità di una politica economica espansiva per risollevarsi dalla crisi finanziaria senza precedenti che ha colpito il mondo dopo il 2008. A questa si aggiunga la crisi umanitaria provocata dalla guerra civile in Libia ed in Siria, che ha costretto milioni di persone a lasciare le loro case, con l’Italia primo luogo d’approdo. Un flusso che andava governato e limitato fin da subito. Invece per anni il problema è stato sottovalutato, con gli effetti che vediamo sotto gli occhi. I numeri ufficiali ne sminuiscono la portata, non potendo tener conto dei “clandestini”, che per forza di cose sfuggono ad ogni conta ufficiale. D’altra parte nessuno ha mai smentito lo sciacallo, quando, tra il 2014 e il 2016 parlava di duecentomila sbarchi all’anno! Anzi: il governo uscente si è beato del risultato di averli fatti diminuire a circa quarantamila, il settanta per cento in meno, dopo gli accordi col governo ufficiale della Libia!

CONCLUSIONI

In queste righe si è cercato di dimostrare che il nutrimento allo sciacallo Salvini arriva anche e soprattutto dagli atteggiamenti di chi ne vuole ostacolare l’azione!