30a GIORNATA 2016-17: HIGUAIN “CORE INGRATO” TORNA A NAPOLI E LA JUVE FRENA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

30a giornata 2016-17 ricca di pathos incentrata sul ritorno di Gonzalo Higuain a Napoli, della quale si ricorderanno:

  • la papera del baby prodigio “Gigio” Donnarumma che frena la corsa europea del Milan sul terreno del Pescara;
  • la sconfitta interna dell’Inter per mano della Samp che spegne ai milanesi le speranze Champion’s;
  • il tremendo rovescio interno del Genoa per mano dell’Atalanta dell’ex tecnico Gian Piero Gasperini, seguito dallo sfogo di Patron Preziosi;
  • le rinnovate speranze salvezza della matricola Crotone corsara sul campo del Chievo.





  • Archiviata la felice parentesi della nazionale, vittoriosa sia nella partita di qualificazione mondiale con l’Albania, sia nella trasferta in Olanda, torna il campionato di calcio, conla 30a giornata 2016-17.

    30a GIORNATA 2016-17: IL RITORNO DI HIGUAIN A NAPOLI

    Fin dal momento della compilazione dei calendari, domenica 2 aprile 2017 rappresentava una data da “circoletto rosso”: nella 30a giornata 2016-17 si sarebbe registrato il ritorno di Gonzalo Higuain, passato alla Juventus, sul terreno di Napoli, formazione nella quale ha trascorso tre splendide stagioni, diventando l’idolo di una tifoseria ora tradita. L’argentino è stato oggetto del colpo di mercato di questo XX secolo, portando nelle casse partenopee la classica “paccata di milioni”, argomento a cui i tifosi sembrano poco sensibili. Una selva di fischi hanno accolto l’ex idolo di tante domeniche e poi la partita!
    Juventus subito in vantaggio, ma gli uomini di Maurizio Sarri non si disuniscono. I bianc’azzurri disputano una splendida partita, coronata dal pari realizzato da Capitan Hamsik, che solo grazie a qualche grande intervento di Gian Luigi Buffon e ad un pizzico d’imprecisione degli avanti campani, non si conclude con i tre punti in favore dei padroni di casa. Ringrazia comunque la Roma, più vicina alla Juve capolista e più lontana dal Napoli, sempre terzo!
    Il risultato dello Stadio San Paolo tiene in vita un campionato sinceramente già chiuso, nel quale solo l’accesso all’Europa League sembra l’unico aspetto veramente da decidere.

    30a GIORNATA 2016-17: LA PAPERA DI “GIGIO” DONNARUMMA

    Tra le formazioni in lizza per un posto nell’Europa league 2017-18 c’è anche il Milan, sempre in attesa del famoso “closing” che dovrebbe riportare serenità in seno alla società rossonera. I meneghini erano impegnati sul campo di Pescara, desolatamente ultimo. Partita facile, pensavano in molti, ma come si sa il “Dio Pallone” talvolta si diverte a mescolare le carte. Un clamoroso precedente risalente alla stagione 1979-80, quella del Milan stellato, con gli abruzzesi pure all’ora ultimi ma usciti vincitori! Grazie ad una papera clamorosa del baby fenomeno Gian Luigi Donnarumma, ammirato in azzurro nella prestigiosa amichevole vinta in Olanda, gli uomini allenati da Zdenek Zeman hanno accarezzato l’idea di ripetere l’impresa ddei vari Silva, Cinquetti, Repetto e Negrisolo, ma il goal dello slavo Pasalic ha limitato i danni per gli uomini di Vincenzo Montella.
    Rimane l’idea di un’occasione persa in una pazza corsa per un posto in Europa, dove guadagnare posizioni sembra impresa improba. Finisce altresì nel mirino della critica anche il giovane Donnarumma, per qualcuno troppo distratto dalla questione legata al suo rinnovo del contratto, che qualcuno vorrebbe già faraonico. Al netto delle considerazioni circa l’opportunità di strapagare i divi del calcio, è nostra opinione che chi gerstisce il giocatore dovrebbe pensare a garantirgli un ambiente adatto per completare la propria maturazione, per poi andare a pretendere cifre simili!

    Già un grandissimo talento calcistico è stato perso per strada perché trattato da star quando star ancora non poteva esserlo!

    INTER-SAMPDORIA PARTITA SORPRESA DELLA 30a GIORNATA 2016-17

    La 30a giornata 2016-17 si è conclusa con il posticipo del lunedì nel quale l’Inter era chiamata ad affrontare la Sampdoria sul terreno amico. Buoni talenti compongono l’11 doriano diretto da Marco Giampaolo che qualcuno vorrebbe alla Fiorentina nella stagione ventura, ma i pronostici sono tutti dalla parte degli uomini allenati da Stefano Pioli. Effettivamente il primo tempo arride ai padroni di casa, entrati negli spogliatoi col terzo posto sempre più vicino. Nella ripresa, però, bomber Icardi non sfrutta l’occasione di chiudere la questione, i blu-cerchiati prendono coraggio e, complice un’incredibile sciocchezza del croato Brozovic, rovesciano il risultato, portando a casa una gran vittoria di prestigio.
    Per i tifosi interisti la 30a giornata 2016-17 porta tanto amaro in bocca, in quanto dischiude la prospettiva di dover archiviare un’altra stagione alla voce fallimenti.

    LA “MANITA” ATALANTINA IMPRESA DELLA 30a GIORNATA 2016-17

    Non sarà certamente così per altri supporters nerazzurri. Parliamo di quelli di fede atalantina che hanno visto la loro squadra maramaldeggiare sul terreno del Genoa, ex squadra del loro tecnico Gian Piero Gasperini, artefice di tanto “ben di Dio!”
    I liguri, autori di un grande girone d’andata (chiedetelo a Milan e Juventus, entrambe schiantate per 3 a 0), appaiono squadra scarica e demotivata. Non hanno certo giovato le operazioni in uscita del mercato di gennaio. Il Presidente Enrico Preziosi, vista la pochezza delle formazioni in lizza per la salvezza, ha deciso di far cassa cedendo un paio di ottimi elementi come il centrocampista Rincon e l’attaccante Pavoletti. Non solo per questo la squadra ha subito un’involuzione tecnica. L’usuale cambio d’allenatore non ha sortito frutti ed ora i ligurivivono un pericolosissimo momento d’empasse. Fortuna vuole che il vantaggio sulla terz’ultima sia ancora cospicuo, ma i tifosi non ci stanno a vivere continue domeniche di passione calcistica. Monta la contestazione nei confronti della proprietà che porta alla reazione del già vulcanico patron Preziosi. In un dopo partita caldissimo il noto importatore di giocattoli si sfoga presentando uno scenario d’insulti, minacce, a cui seguono telefonate nascoste con le quali si tenta di ricucire gli strappi per ottenere vantaggi. Il tifo è anche questo!

    IL CROTONE TORNA A SPERARE NELLA 30a GIORNATA 2016-17

    Altrettanto non avviene nella Verona sponda Chievo, ambiente assai tranquillo, con i pochi tifosi più intenti ad assaporare l’ennesima stagione positiva degli “uomini della diga”. La 30a giornata 2016-17 porta una sconfittacertamente inattesa, ma il tempo per migliorare in termine di punti quanto fatto lo scorso campionato c’è ancora tutto!
    Per contro il Crotone vede la possibilità di lottare per una salvezza che solo qualche settimana fa sembrava fantascienza. L’Empoli, battuto nella partita d’anticipo di Roma, è sempre più vicino e l’entusiasmo di mantenere quanto conquistato lo scorso anno potrebbe fare il resto.