LA 2a GIORNATA DEL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO DI SERIE A

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

La 2a giornata 2017-18 sancisce che: “Il calcio è salvo! Nonostante la VAR, l’operato della classe arbitrale non è immune da polemiche, in una giornata che ha raccontato:

  • le difficoltà di Juventus, Inter, Napoli e Milan, comunque a punteggio pieno;
  • il grande momento di Sampdoria e Spal;
  • la prodezza di “Gallo” Belotti;
  • la pericolosa crisi della Fiorentina.

  • GUARDA RISULTATI E CLASSIFICA DI GIORNATA




    2a Giornata 2017-18: “LIBERATE GLI ARBITRI DAL MOSTRO”

    È il grido di dolore lanciato dal Capitano della Juventus e della Nazionale Italiana di calcio al termine della partita disputata dalla sua squadra sul campo del Genoa, valida per la 2a giornata 2017-18 di campionato, con la quale sembra decretare già il fallimento della VAR, il supporto elettronico a disposizione della classe arbitrale, che dovrebbe facilitarne il compito! La posizione decisamente “tranchant” assunta dal fuoriclasse bianconero arriva dopo il secondo calcio di rigore consecutivo fischiato in due giornate; se quello casalingo contro il Cagliari si è rivelato corretto, non lo è stato quello di Genova, in quanto scaturito da un’azione irregolare!
    A dar ragione al numero UNO della nazionale sembra essere arrivato l’episodio di Roma, nel quale il direttore di gara, su indicazione dell’addetto alla VAR, non consulta le immagini, lasciandosi sfuggire un netto calcio di rigore in favore della formazione Capitolina. “Liberare gli arbitri dal mostro allora?”
    Che le immagini possano prevenire la totalità degli errori è pacificamente impossibile! Tuttavia lo strumento va sicuramente usato meglio e senza paura di abusarne! Nel caso di Genova, ad esempio, l’errore è arrivato perché è stata analizzata solamente l’ultima parte dell’azione, da cui è parso netto il fallo sul bulgaro Galavinov, partito però in netto fuorigioco, circostanza che doveva essere tenuta in considerazione! A Roma, invece, lo strumento non è stato utilizzato a dovere, probabilmente per un errore di fondo derivante proprio nella filosofia suggerita dai vertici. Consigliare i direttori di arbitrare come se la VAR nnon esistesse, non ci pare la strada corretta: risultato è quasi l’implorazione dell’arbitro Ierratti su cosa fare, davanti ad ottantamila persone imprecanti! Probabilmente è meglio utilizzarla nel dubbio, con buona pace di chi ritiene – sempre dichiarazioni di Buffon nel dopo gara – che “il calcio non è la palla a nuoto!” Altri sport, palla a volo in primis, si servono della tecnologia assistita, con addirittura tecnico e capitano che hanno a disposizione un certo numero di chiamate. Perché non introdurle anche nel calcio?

    2a giornata 2017-18: JUVENTUS, INTER, NAPOLI E MILAN ANCORA A PUNTEGGIO PIENO, NONOSTANTE LE DIFFICOLTÀ

    Tutte le favorite, tranne le due formazioni della Capitale, si trovano a punteggio pieno dopo questa 2a giornata 2017-18; ma, come si suol dire, non è tutto oro ciò che luccica! Juventus, Inter e Napoli festeggiano dopo essere state in svantaggio e in grande difficoltà. Le grandi giocate di Paulo Di Bala, per i pluri campioni d’Italia in carica, di Maurito Icardi per l’Inter e del trio “maraviglia” Insigne-Mertens-Rogh per i campani hanno risolto situazioni che parevano assai complicate.
    Il Milan, dal canto suo, non si è trovato in svantaggio, ma ha sofferto terribilmente nell’esordio casalingo in campionato contro il Cagliari, la stessa squadra presa praticamente a pallate sette giorni prima dalla Juventus. I rossoneri hanno dovuto registrare il primo gol incassato, rimediato dalla prodezza balistica dello spagnolo Suso, col quale gli uomini di Vincenzo Montella rimangono attaccati al treno delle prime. Se i risultati sono decisamente incoraggianti, molto resta da fare sul piano del gioco per poter pensare di tenere il passo di formazioni decisamente attrezzate, capaci di sconfiggere avversarie decisamente superiori a quelle incontrate da Bonucci e compagni. Già la prossima partita (il Milan andrà a far visita alla Lazio) darà chiare indicazioni sulla reale consistenza della formazione milanista.

    2a giornata 2017-18: IL MOMENTO MAGICO DI SAMPDORIA E SPAL

    Ancora a punteggio pieno dopo la 2a giornata 2017-18 c’è anche la Sampdoria, capace di vincere all’esordio in modo sofferto col Benevento, per poi andare a bissare sul difficile terreno della Fiorentina!Gli uomini del vulcanico presidente Massimo Ferrero, che stanno perdendo la stella Schic, colpo di mercato della Roma, hanno idee chiare ed un impianto di gioco funzionante, col quale potranno sicuramente disputare un buonissimo campionato, lottando per qualcosa di più che una tranquilla posizione di centro classifica.
    La 2a giornata 2017-18 saluta il ritorno alla vittoria in serie A della Spal, capace di battere l’Udinese nel suo esordio casalingo, in un vero match “amarcord”. Le due formazioni, infatti, militavano con profitto a centro-classifica negli anni cinquanta, epoca alla quale, almeno per il numero dei gol segnati, sembra rifarsi questa serie A. Da quanto mostrato finora, la Spal sembra essere un bruttissimo cliente per tutti, stravolgendo la tendenza degli ultimi anni che vedeva le formazioni neo-promosse inadeguate alla massima divisione.

    2a Giornata 2017-18: LA PRODEZZA DI “GALLO” BELOTTI

    Assieme alla Spal, la copertiana della 2a giornata 2017-18 spetta ad Andrea “Gallo” Belotti, capitano, bomber, non che vero capitale del Torino. Tanta fama gli è derivata dalla splendida stagione 2016-17, conclusa con quasi 30 gol all’attivo, che ne ha fatto un uomo mercato da 100 milioni di euro. Una cifra esagerata per molti, ma dopo la rete rifilata poco prima dell’ora di cena al Sassuolo, molti saranno costretti a rivedere le proprie posizioni! Belottti ha portato a buon fine una di quelle azioni che scatenano la fantasia: una rovesciata ad altezza quasi astronomica, con la palla che, secondo alcuni calcoli, sarebbe stata calciata a 180 centimetri d’altezza; roba da apporre l’immagine sui pacchetti delle prossime figurine dei calciatori!

    2a Giornata 2017-18: LA CRISI DELLA FIORENTINA

    Assieme a Benevento, immeritatamente battuto dal Bologna nel suo esordio casalingo assoluto in Serie A, alle già citate Cagliari ed Udinese, a quota 0, dopo la 2a giornata 2017-18, troviamo anche la Fiorentina. In estate i viola hanno visto partire molti pezzi pregiati, non senza polemiche e non senza rabbia da parte dei tifosi, soprattutto nei confronti del giovane Federico Bernardeschi, passato alla Juventus. Assieme a congrui conguagli in denaro, sono giunti in Toscana ottimi prospetti, con i quali il tecnico Stefano Pioli dovrà creare una squadra all’altezza della tradizione gigliata. Al momento il compito per il tecnico parmense sembra arduo: oltre alle innegabili difficultà tecniche, dovrà fronteggiare anche quelle legate ad un ambiente facile alla depressione. Per certi versi, ci sembra di essere tornati al 2001, quando partirono molti grandi giocatori che facevano della Fiorentina una candidata allo scudetto. Ciò nonostante l’organico, all’epoca affidato al semi esordiente Roberto Mancini, potesse garantire un buon campionato di centro classifica, la squadra si lasciò immediatamente andare, rimanendo sempre lontana dall’allora quint’ultimo posto utile per la permanenza in serie A. Poi ci fu il fallimento e le altre brutte storie ddi quel periodo, ma non vorremmo rivedere le stesse scene di campo, perdendo uno dei capitali del calcio italiano.
    Chiudiamo con un pensiero alla nazionale di Gianpiero Ventura, chiamata allo scontro verità in Spagna: vedremo se l’entusiasmo di molti nostri giovani riuscirà nell’impresa di tornare dalla Penisola Iberica con la vittoria necessaria per conquistare il primo posto nel girone!