7a GIORNATA 2017-18: NAPOLI NUOVO PADRONE DEL CAMPIONATO DI CALCIO DI SERIE A

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather





GUARDA QUI LA SITUAZIONE DELLA SERIE A 2017-18

7a giornata 2017-18: NAPOLI UNICA CAPOLISTA!

Sette vittorie realizzando almeno 3 gol a partita, questo è l’impressionante ruolino di marcia di una squadra capace di un meccanismo di gioco apparentemente perfetto. Fino a questo momento gli uomini allenatida Maurizio Sarri hanno sbagliato solamente la partita di Donesk, hanno avuto un calendario tutto sommato agevole, ma dimostrano altresì di saper soffrire e vincere. È accaduto nella partita interna contro l’Atalanta alla 2a giornata, a Bologna alla 4a, in casa della Lazio, dilagando dopo un’ora di patimenti e a Ferrara, venendo a capo di una situazione resa più complicata dall’infortunio occorso al polacco Milik. Alla ripresa del campionato, i partenopei sono chiamati ad affrontare in successione Roma ed Inter, sfide che ne metteranno alla prova la reale consistenza.

7a giornata 2017-18: JUVENTUS ED INTER APPAIATE

Alle 22,40 di domenica 1 ottobre un boato di gioia squote Napoli: la Juventus, impegnata sul difficile terreno di Bergamo, ha appena pareggiatola sua partita valida per la 7a giornata 2017-18. I sei volte campioni d’Italia in carica debbono inseguire! Dopo la scorpacciata nel derby e la sofferta vittoria in Champion’s, gli uomini di Massimiliano Allegri pensavano di poter risolvere favorevolmente anche la difficile trasferta in casa di una squadra ancora una volta in grado di competere contro chiunque. Ancora una volta, Giampiero Gasperini è riuscito a trarre il meglio dai suoi giovani, creando un gruppo che rivedremo veleggiare nelle zone nobili della graduatoria.
Più che di questo pareggio in sè (pochi faranno punti a Bergamo), in casa Juventus si riflette sul fatto che la squadra non mostra quella compattezza, suo marchio di fabbrica in tutto questo lustro vincente.
A fine giornata i bianconeri si sono accontentati di agganciare l’Inter, reduce dal successo di Benevento, ancora fermo a quota 0. I nerazzurri sembravano in grado di infliggere ai sanniti l’ennesima lezione di calcio, ma, ottenuto il doppio vantaggio, si sono praticamente fermati. I campani hanno preso coraggio, hanno dimezzato le distanze, rischiando seriamente di portare a buon fine la rimonta. Da qualche giornata l’Inter non brilla, ma continua a far punti, installandosi in una posizione di classifica, per la quale tutti avrebbero firmato ad inizio stagione.

7a giornata 2017-18: LAZIO E ROMA IN GRAN SPOLVERO

Uno spazio su un’ipotetica copertina dedicata alla 7a giornata 2017-18 spetta sicuramente anche alle due formazioni romane. La Lazio soffre un tempo e poi schianta letteralmente il Sassuolo, destinato probabilmente ad un campionato di sofferenza, mentre la Roma torna da San Siro, casa Milan, con un’importantissima vittoria esterna, in un match valido per uno dei quattro posti champion’s a disposizione. A poco a poco Eusebio Di Francesco sta riuscendo nell’intento di dare un’identità ad un gruppo che, nel volgere di un’estate, si è trovato privo di due punti di riferimento come il Capitano Francesco Totti ed il tecnico Luciano Spalletti, certamente una figura predominante all’interno di uno spogliatoio.

7a giornata 2017-18: MILAN IN CRISI

Il successo romanista a San Siro apre ufficialmente la crisi in casa Milan. Dopo sette partite e tre sconfitte (due delle quali contro dirette avversarie nella corsa champion’s) in casa milanista l’atmosfera si sta facendo pesante. Vincenzo Montella non riesce a trovare la formula giusta per sfruttare al meglio l’organico a disposizione. Ai limiti caratteriali di un gruppo giovane da assemblare, si stanno sommando le pressioni provenienti dalla società che, in ragione degli investimenti faraonici effettuati in estate, si vede costretta a raggiungere l’obbiettivo della qualificazione Champion’s, per poter ripianare il bilancio. Certamente un azzardo che rischia di essere pagato a caro prezzo con la cessione di qualche giovane sul quale si potrebbe costruire una grande squadra in futuro.