LA 33a E LA 34a GIORNATA 2017-18 RIAPRONO LA QUESTIONE SCUDETTO

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather





LA SITUAZIONE DELLA SERIE A

33a e 34a Giornata 2017-18: LA RIMONTA DEL NAPOLI, SCUDETTO IN BILICO

Sette giorni fa elogiavamo la Juventus, capace di riprendersi immediatamente dalla batosta derivante dalla beffa Champion’s per volare a + 6, approfittando del pari imposto al Napoli dal Milan. Eravamo stati facili profeti di una riconferma che pareva scontata, alla luce della solita forzafisica e mentale delle squadre di Max Allegri nella fase discendente del campionato. Il “Dio Pallone” sembra voler cambiare il canovaccio,dopo che, per qualche minuto, il campionato era praticamente chiuso. Nel turno infrasettimanale, infatti, la Juventus passa in vantaggio a Crotone, mentre l’Udinese si porta sul 2 a 1 sul campo del Napoli. La Juve, però non domina. I calabresi fiutano l’impresa e Simy, emulando Cristiano Ronaldo, colpisce in modo spettacolare! La notizia arriva immediatamente al San Paolo di Napoli! È un’autentica scarica elettrica! I partenopei si risvegliano e si scatenano, portandosi sul 4 a 2 e, soprattutto, a -4 alla vigilia dello scontro diretto di Torino.
In casa della Juventus gli uomini allenati da Maurizio Sarri disputano una partita di una maturità spaventosa,impedendo ai padroni di casa di giocare e passano ad un minuto dal termine, quasi a voler impedire la ben che minima reazione a Buffon e compagni.Ora il Napoli è a -1, con la Juventus chiamata alla doppia trasferta in casa di Inter e Roma, entrambe coinvolte nella bagarre per un posto nella prossima Champion’s league, quindi estremamente motivate.

33a e 34a giornata 2017-18: LOTTA CHAMPION’S A TRE

Oltre alle già citate Inter e Roma, a contendersi i due posti rimanenti per la prossima edizione della principale competizione calcistica europea,, c’è anche la Lazio, reduce dalla rocambolesca vittoria di Firenze e dalla quaterna rifilata alla Sampdoria. Gli uomini di Simone Inzaghi dimostrano di aver assorbito al meglio l’eliminazione in Europa League, così come la Roma ha dimostrato grande maturità nel rimanere concentrata sul campionato, nonostante la storica semifinale di Champion’s League contro il Liverpool. I giallo-rossi hanno battuto in successione Genoa e Spal, così come l’Inter ha sconfitto il Cagliari ed il Chievo, quest’anno incapace di togliersi dalle zone a rischio della graduatoria.
Dopo il pari sul campo del Torino e l’incredibile sconfitta interna contro il Benevento, il Milan esce matematicamente da questa contesa, rischiando anche il posto in Europa League.

33a e 34a giornata 2017-18: IN 5 PER L’EUROPA LEAGUE

Il rallentamento degli uomini allenati da Gennaro Gattuso, a secco di vittorie da cinque giornate, ha infiammato la lotta per i restanti due posti per l’Europa. Al momento l’Atalanta sembra la maggior indiziata,data la condizione psico-fisica invidiabile degli uomini di Mr. Gasperini. Spera il Torino, così come Fiorentina e Sampdoria, sebbene in un momento di grande flessione. I viola, in particolare, hanno sprecato il doppio turno casalingo, perdendo con Lazio e Sassuolo. Per gli emiliani il successo di Firenze si è rivelato fondamentale per avvicinare il traguardo dlla salvezza.

33a e 34a giornata 2017-18: LA BATTAGLIA PER NON RETROCEDERE E IL PRIMO VERDETTO STAGIONALE; BENEVENTO IN SERIE B

Non meno intricata rimane la lotta per non retrocedere, dalla quale, per ragioni diametralmente opposte, si sono sfilate Genoa e Benevento. Battendo l’Hellas Verona, i liguri conquistano la matematica certezza di poter partecipare alla serie A 2018-19, mentre i campani, reduci dal loro primo successo esterno sul campo del Milan (niente meno) devono salutare la massima divisione. I sanniti non sono mai stati in lizza per la salvezza, a causa delle prime 14 sconfitte consecutive, ma hanno dimostrato una gran voglia di fare, meritando spesso molto di più di quanto hanno raccolto.
Udinese, in caduta libera, Cagliari, Sassuolo, Spal, Chievo e Crotone devono evitare uno dei tre posti per non dover partecipare al prossimo campionato di serie B, al quale, molto probabilmente verrà iscritto l’Hellas Verona. Vinto il derby col Chievo, gli scaligeri sono entrati in un momento di una gravissima involuzione tecnica e non si vede come potrebbero pensare ad una rimonta.