PAUSA INVERNALE 2017-18: UN’OCCHIATA AL CAMPIONATO ITALIANO DI SERIE A

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather



LA SITUAZIONE DELLA SERIE A

Pausa invernale 2017-18: È CORSA A DUE NAPOLI-JUVENTUS

La serie A 2017-18 concede ai propri protagonisti una domenica di pausa, buona per “ricaricare le pile” e per stilare qualche bilancio. Cinque formazioni sono partite a ritmo forsennato, con alti e bassi a livello di gioco, ma non di risultati. Il Napoli ha quasi sempre fatto da battistrada, cedendo il comando della graduatoria in una sola circostanza: all’Inter di Luciano Spalletti, quando è uscito sconfitto nello scontro casalingo con la Juventus. Il risultato ha permesso ai bianconeri di portarsi in scia ai campani, tornati al comando, complice il calo verticale dell’Inter, a seccco di vittorie in campionato per un mese. La situazione, pertanto, è così delineata che, molto probabilmente, Napoli e Juventus hanno iniziato una lunghissima volata a due. Certamente l’impegno bianconero in Champion.s League potrebbe costituire una discriminante, ma la profondità della rosa a disposizione di Massimiliano Allegri e la predisposizione delle sue squadre a dare il massimo in primavera, ci fanno preferire i sei volte Campioni d’Italia in carica, che potrebbero tener cucito lo scudetto sulle maglie per un’altra stagione.

Pausa invernale 2017-18: CROLLANO INTER E ROMA, RESISTE LA LAZIO

Come accennato, solo l’Inter è riuscita nell’impresa di togliere al Napoli lo scettro del comando, per una giornata. Compiuta l’impresa, però, i milanesi si sono fermati, incassando due sconfitte consecutive, alle quali sono seguiti altrettanti pareggi. Per forza di cose i milanesi hanno dovuto rivedere i piani (non che si sia mai parlato di titolo in verità), co uno dei posti Champion’s quale obbiettivo da poter conseguire. I ragazzi allenati da Luciano Spalletti dovranno combattere con la Roma, la quale ha compiuto praticamente il medesimo percorso dei ner’azzurri e la Lazio, tra le tre, probabilmente la squadra col morale più alto. I bianc’azzurri, ad esempio, sono ancora in corsa su tutti i fronti, non avendodovuto registrare la sconfitta in Coppa Italia, il meno ambito tra i traguardi, ma perdere, come si sa, non fa mai bene!

Pausa invernale 2017-18: MILAN IN RIPRESA ED UDINESE IN GRAN SPOLVERO!

La seconda competizione nazionale, ad esempio, ha avuto effetti taumaturgici proprio sul Milan. Reduce da due pesanti sconfitte in campionato che lo hanno relegato a centro classifica, soffrendo ed arrancando ha sconfitto l’Inter in un inedito derby dal sapore natalizio, per poi andare a conquistare un importante pareggio sul terreno della Fiorentina, seguito dal successo interno col Crotone, che avvicina i rossoneri alle posizioni utili per lottare per un posto in Europa. Squadre in salute come l’Atalanta “castiga grandi”, la solida Sampdoria, il talentuoso ma discontinuo Torino, e la giovane Fiorentina saranno gli ostacoli principali per la corsa degli uomini ora allenati da Gennaro Gattuso, A queste squadre si aggiunge per forza di cose l’Udinese, letteralmente trasformata dalla cura Massimo Oddo. Da oltre un mese i friulani viaggiano a media scudetto, passando dalla piena zona retrocessione a quella per un posto nell’Europa minore.

Pausa invernale 2017-18: I PRIMI PUNTI DEL BENEVENTO: UTILI PER LA SALVEZZA?

L’Udinese è uscito da una situazione, la zona salvezza, destabilizzata dallo 0 in classifica del Benevento nella casella dei punti. Da due domeniche, però, il Sannio intero festeggia: Chievo e Sampdoria sono cadute in successione sul terreno del Vigorito. I campani sono ancora abbondantemente ultimi, ma complice la marcia assai lenta di chi li precede, la salvezza non è poi così lontana e, in una situazione in cui tutti sembrano giocare a “ciapa no” tutto può ancora accadere. In fin dei conti il Benevento ha perso molte partite all’ultimo respiro, punti (non molti) che permetterebbero loro di nutrire ben altre speranze!
La pausa invernale 2017-18, con il mercato a farla da padrone, permetterà a tutti di rivedere quanto fatto finora, mentre il modo del calcio italiano deve cercare di sanare le ferite aperte dall’eliminazione alla fase finale del Campionato del Mondo prevista quest’estate in Russia. Allo stato attuale, tutto sembra ben lontano dall’essere fatto!