LA 10a E L’11A GIORNATA DEL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO, SERIE A 2017-18

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather



LA SITUAZIONE DELLA SERIE A

La 10a e l’11a giornata 2017-18: VOLANO LE PRIME

Dopo gli scontri diretti dell’8a e della 9a giornata, per le prime cinque in graduatoria si registrano solo vittorie nelle partite valide per la 10a e l’11a giornata 2017-18. Il Napoli, capolista, ha battuto il Genoa a domicilio ed il Sassuolo, mentre l’Inter ha sconfitto di misura Samp ed Hellas Verona. Tengono il passo a suon di gol Juventus e Lazio: i sei volte campioni in carica hanno avuto la meglio sulla Spale sul Milan, mentre la Lazio ha travolto Bologna e Benevento a domicilio. Prosegue anche la striscia vincente della Roma; analogamente all’Inter i giallo-rossi dimostrano una grande solidità difensiva con la quale capitalizzano le prodezze degli avanti.

La 10a e l’11a giornata 2017-18: DIETRO ALLE PRIME IL NULLA O QUASI

L’unico match di cartello in programma in queste due turni di campionato era quello di San Siro tra il Milan e la Juventus; una classicissima che, secondo molti alla vigilia, avrebbe potuto essere “decisiva” per le sorti dello scudetto, alla luce della campagna di rafforzamento dei rosso-neri. La realtà, invece, ha raccontato di un Milan balbettante, lontano dal vertice prima della sfida ed ulteriormente affossato, nonostante una prova di tutto rispetto.
Ha risolto Higuain, una delle tante “stelle” presenti nelle rose delle “prime della classe” in grado di togliere le castagne dal fuoco al momento opportuno. Lo stesso vale per Perisic decisivo a Verona, evitando all’Inter di uscire dal Bentegodi con un clamoroso pareggio sul terreno della penultima in graduatoria.
In realtà, in queste prime 11 giornate di serie A, solo il Bologna in casa con l’Inter, l’Atalanta sempre sul proprio terreno contro la Juventus e la Spal in casa della Lazio hanno strappato punti alle battistrada. In questo molti vedono il limite di un torneo tanto lungo! Tuttavia vi sono formazioni di buon livello, almeno sulla carta, che devono ancora trovare un proprio equilibrio. Esempio lampante è proprio il Milan, ancor privo di una fisionomia ben precisa, così come Torino e Fiorentina. Desta invece interesse il cammino della Sampdoria, perfetta in casa e pericolosa fuori. Dalle zone basse, invece, pericoli possono arrivare dall’Udinese, realtà in ripresa e dal Genoa, il quale ha già dimostrato di riuscire a tener testa a qualsiasi avversari.
Preoccupa invece la situazione del Benevento, sempre sconfitto e, a quanto si è visto nel match casalingo con la Lazio, apparentemente “rassegnato” al suo destino!

a

LASCIA UN Commento