LA 22a E LA 23a GIORNATA DEL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 2016-17: SARÀ LA FUGA BUONA?

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

  • Juventus di nuovo in fuga dopo i recuperi disputata nella serata di ieri e dopo la discussa vittoria sulla lanciatissima Inter nella partita giocata la scorsa domenica sera.
  • Dietro Roma e Napoli cercano di tener il passo a suon di gol, mentre in zona Europa League il Milan vive un momento di grave appannamento, mentre prosegue la bella marcia dell’Atalanta.
  • In coda cenni di risveglio da Palermo, mentre sembra calare il buio assoluto sul Pescara.





  • C’eravamo lasciati con il senso di meraviglia per la felisce riuscita tattica di Massimiliano Allegri di schierare cinque giocatori d’attacco nella partita casalinga vinta dalla Juventus contro la Lazio. Il tecnico toscano ci ha preso gusto ed ha continuato a riproporre la formula in Coppa Italia contro il Milan, successo per 2 a 1, nell’agevole vittoria di Sassuolo, nel big-match casalingo contro l’Inter, successo non senza polemiche nerazzurre e nella gara di recupero di Crotone. Cinque successi con un solo goal al passivo: per assurdo il modulo apparentemente più instabile, almeno sotto il profilo tattico, sembra aver conferito grande solidità ad un gruppo capace di subire la miseria di un gol. Mai come ora, dall’inizio di questa stagione, i bianconeri hanno dato prova della superiorità oggettiva del proprio organico, con Capitan Buffon chiamato a trascorrere lunghi momenti d’inattività ottimamente retribuita. Se la faccenda sta in questi termini, non si vede come Roma e Napoli, ora reduci da due scorpacciate di gol contro Fiorentina e Bologna, possano impensierire i “penta campioni” in carica, data la loro propensione a dolorosi cali di tensione con formazioni senz’altro più deboli. Il vittorioso recupero di Crotone ha semplicemente certificato lo stato di coma della lotta scudetto, vertenza aperta solamente in virtù di un’anomalia del calendario causa impegni d’oltre continente!
    Rimane invece aperta la questione Champion’s, con Roma e Napoli chiamate a guardarsi dal ritorno dell’Inter, a patto che i nerazzurri archivino in fretta le polemiche per la sconfitta di Torino, seguendo l’esempio bianconero dopo il torto decisivo subito a San Siro in occasione della partita persa contro il Milan e dalla Lazio, che con passo regolare, continua a tenere l’obbiettivo in vista. Non crediamo nell’Atalanta, comunque splendida realtà di questa stagione e nel Milan. Le ultime domeniche hanno ridimensionato la formazione di Montella, dotata di gran cuore, emerso tutto nel successo di ieri sera in casa del Bologna, conquistato disputando più di mezz’ora in nove uomini, ma capace di passaggi a vuoto, durante le partite, destinati a costare molti punti.Va da sé che i rossoneri, conquistando un posto in Europa in vista della stagione 2017-18, avranno svolto a pieno il loro compito.
    Coma profondo in vetta e quasi irreversibile in coda: solo il Palermo sembra dar qualche cenno di poter tentare l’impresa, a patto che, finalmente, dalla società – presidente Zamparini in primis – arrivi un po’ di pace e stabilità.

    LASCIA UN Commento