9a, 10a e 11a GIORNATA 2016-17: LOTTA SCUDETTO? PROBABILMENTE SOLO UNA CHIMERA!

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

270 minuti per stabilire che:
la “lotta scudetto” potrebbe essere semplicemente una chimera!
La Juventus, battuta dal Milan ed avvicinata dai rossoneri e dalla Roma, riprende immediatamente quota sfruttando i successivi passi falsi dei rossoneri in casa del Genoa, dei capitolini ad Empoli e vincendo lo scontro diretto con un Napoli in grave flessione. Tutto questo mentre il cuore dell’Italia è costretto ad inchinarsi alla forza della terra!





I posticipi di Torino tra i granata e l’Udinese e di Cagliari tra i sardi ed il Palermo hanno chiuso una settimana quanto mai intensa per il campionato italiano di serie A 2016-17. Si iniziava con la 9a giornata contrassegnata dall’inatteso match-scudetto tra il Milan e la Juventus, risolto, non senza polemiche, dal baby Samuel Locatelli, che portava gli uomini di Vincenzo Montella in scia alla corazzata di Massimiliano Allegri. Sogna in grande la Milano rossonera, ma dura poco: tre giorni ed il Genoa, squadra sorpresa di questo inizio stagione, ridimensiona immediatamente i piani dei milanisti, mentre la Juventus, 24 ore più tardi, torna a fare la voce grossa contro la Samp, trovando nella Roma l’unica possibile antagonista. Risorge pure il Napoli, il quale affronta il big match di Torino con la speranza di rimettersi in scia della capolista. Allo Stadium, però, arriva il gol dell’ex Gonzalo Higuain, che allontana i partenopei dalle posizioni champion’s e, complice lo 0 a 0 strappato alla Roma da un Empoli quanto mai volitivo, rimanda in fuga la sua Juventus.
Alla vigilia di un nuovo turno di coppe, europee, il tecnico bianconero Massimiliano Allegri pone l’accento sulle difficoltà di gioco della sua squadra; ripensando alla stagione scorsa, quando i torinesi veleggiavano a metà classifica, per poi piazzare una serie di successi impressionante, ci si chiede cosa potrà avvenire quando l’organico allestito da Giuseppe Marotta e C. inizierà a girare a pieno regime? Sono stati 270 minuti che hanno certificato l’incapacità delle altre di tener il passo di una compagine che sta facendo della continuità il proprio marchio di fabbrica.
Dietro, intanto, oltre al già citato Milan, si fanno notare Lazio e Torino, nelle prime posizioni pur senza pazzie di mercato, le stesse compiute da un’Inter lontanissima dagli obbiettivi prefissati ad agosto.
Tre giornate comunque vivaci, di cui gli appassionati non hanno potuto godere a pieno: troppa l’enormità di quanto sta subendo il cuore della nazione, continuamente devastato da eventi sismici che stanno spopolando intere regioni!

LASCIA UN Commento