Giovedì 30 giugno 2016: PORTOGALLO TRA LE GRANDI SENZA MAI VINCERE!

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

POLONIA – PORTOGALLO 6-4 d.c.r.

1′ Lewandowski (PO), 33′ Renato Sanchez

Entrare tra le grandi del continente senza vincere una partita prima dei 90 minuti regolamentari! Finora non si era mai visto, ma il Portogallo del “divin” Cristiano Ronaldo ha stabilito questo record, estromettendo ai calci di rigore la Polonia. E dire che la partita si era incanalata immediatamente sui binari desiderati per i polacchi, in vantaggio dopo solo un minuto grazie al ritrovato super bomber Robert Lewandowski. I lusitani accusano il colpo, limitandosi ad uno sterile possesso di palla e rischiando il tracollo. La Polonia, però, non assesta il colpo del Ko e, trascorsa da pochi minuti la mezz’ora di gioco, il giovane Renato Sanchez fulmina il portiere avversario, riequilibrando il risultato. Il canevaccio della partita però non muta, col Portogallo intento a tessere la propria ragnatela di gioco, per altro un po’ fine a sè stessa, mentre i polacchi sono sempre pronti a tenere in apprensione la retroguardia avversaria, peccando d’inprecisione negli ultimi metri, soprattutto con la giovane spalla in attacco di Lewandowski, Milic.
Si giunge così al novantesimo e ai successivi tempi supplementari, nei quali le due formazioni tentano timidamente di aggiudicarsi la posta piena, ma la stanchezza ha finisce per avere la meglio e la soluzione dagli 11 metri diventa necessaria. Dal dischetto è un ssusseguirsi di trasformazioni impeccabili, fino al turno di Kuba Blaszczykowski, il cannoniere della Polonia di questa manifestazione con due reti. L’ala in forza alla Fiorentina fallisce la trasformazione, permettendo a Ricardo Quaresma (ancora lui) di ritagliarsi un altro spaziettino nella storia del calcio lusitano, risultando ancora una volta decisivo.
Senza mai vincere, quindi, Cristiano Ronaldo e soci sono tra le quattro grandi d’Europa, aspettando la vincente tra Belgio e Galles in quello che, probabilmente, finisce per essere il quarto di finale più interessante dell’intera manifestazione,, almeno sotto il profilo puramente tecnico.

LASCIA UN Commento