Venerdì 17 giugno 2016: ITALIA E SPAGNA AVANTI SENZA INCANTARE

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

ITALIA – SVEZIA 1-0

88′ Eder

CROAZIA – REPUBBLICA CECA 2-2

37′ Perisic, 51′ Rakitic, 75′ Skoda (RC), 93′ Nedi(RC)

SPAGNA – TURCHIA 3-0

34′ Morata, 37′ Nolito, 49′ Morata

CLASSIFICA: Spagna 6; Croazia 4; Repubblica Ceca 1; Turchia 0.


Venerdì 17, giorno esecrato per i numerosi cabalisti incalliti, in quanto portatore di sventura! Qualcuno temeva per la nazionale azzurraa, impegnata contro la Svezia, dopo la splendida vittoria contro il Belgio. In effetti, in campo è tutta un’altra musica: gli azzurri sono contratti, incapaci di imbastire uno straccio d’azione, contro una formazione per nulla pericolosa. Nemmeno il fuoriclasse Zlatan Ibrahimovic riesce ad accendere i suoi! Nella ripresa le cose non migliorano di molto ed il match sembra avviato su un rassicurante 0 a0, per nulla dannoso ai fini della qualificazione azzurra ed utile agli scandinavi. A due minuti dal termine parte un contropiede finalizzato da Eder: Italia prima e già qualificata, Svezia costretta a battere il Belgio, atteso dalla partita di domani contro l’Eire, sfida che dovrebbe segnare la resurrezione degli uomini di Wilmots.
Il programma prosegue con il match tra Croazia e Repubblica Ceca. Per oltre un’ora Modric e compagni sfoggiano un calcio suntuoso, portandosi sul 2 a 0. I cechi, però hanno il merito di non lasciarsi andare, attendere il calo croato, riaprire la sfida, per guadagnare un insperato pareggio a tempo scaduto, rimandando ogni discorso alla sfida contro la Turchia, impegnata in serata contro la Spagna.
Per mezz’ora i Campioni d’Europa in carica studiano l’avversaria, poi sale in cattedra Alvaro Morata e per gli euro-asiatici è notte fonda. Gli iberici si garantiscono il passaggio al turno successivo, quando basterà un pareggio nello scontro diretto con la Croazia per garantirsi il primo posto nel girone, con la Croazia seconda e probabile avversaria dell’Italia agli ottavi.

LASCIA UN Commento