LA 31a GIORNATA DEL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 2015-16

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Torino sorride, Milano piange, non solo per le sconfitte delle sue due rappresentanti nella massima divisione calcistica, mentre Napoli schiuma di rabbia, rischiando di mettere in discussione la qualificazione diretta alla Champion’s League, per il ritorno straripante della Roma.





Tanta tristezza attorno alla 31a giornata del campionato italiano di calcio 2015-16, probabilmente decisiva ai fini della determinazione della squadra regina! Senza incantare la Juventus batteva l’Empoli nella serata di sabato 2 aprile, costringendo il Napoli al successo sull’insidioso campo di Udine nella partita prevista per l’ora di pranzo di una domenica divenuta amara, dopo aver saputo della morte di Cesare Maldini, bandiera milanista e patrimonio del calcio italiano. Nella regione che ha dato i natali al grande difensore rossonero il Napoli crolla e perde la testa. Al danno provocato dalla sconfitta, infatti, si assomma quello derivato dall’espulsione del suo uomo migliore, Gonzalo Higuain, che dopo l’espulsione perde letteralmente la testa, rischiando una lunga squalifica. A questo punto riprendere la Juventus sembra un’impresa proibitiva, mentre molto meno fantascientifica si rivelal’eventualità di dover combattere fino all’ultimo per conservare la piazza d’onore, viatico per accedere direttamente alla fase a gironi della Champion’s 2016-17. La Roma, infatti, prosegue nel suo momento magico, andando a strapazzare la Lazio in un derby disputato tra “pochi intimi” (a proposito di tristezza), che segna la fine dell’esperienza di Stefano Pioli sulla panchina bianco-celeste.
Brutta giornata pure per la Milano calcistica: il Milan cade a bergamo, mostrando una pochezza di gioco imbarazzante, mentre l’Inter chiude la domenica gettando alle ortiche il match casalingo col Torino, lasciando praticamente ogni speranza di raggiungere la qualificazione alla fase preliminare della Champion’s league.
la giornata si chiude nella serata di lunedì col Verona, virtualmente retrocesso in serie B da qualche turno, abile nel tener vivo un minimo d’interesse attorno a sè, andando a vincere a Bologna. La partita del Dall’Ara è preceduta dalla notizia, ufficiosa, delle quattro giornate che dovrebbero essere comminate all’attaccante del Napoli, che si vedrebbe altresì compromessa la possibilità di strappare a Gunnar Nordahl il record assoluto di marcature in serie A. È tuttavia un’altra la notizia a far scalpore i n questo primo lunedì d’aprile: Antonio Conte, tecnico della nazionale in procinto di affrontare la fase finale del Campionato Europeo, ha firmato un contratto triennale che lo legherà agli inglesi del Chelsea a partire dall’1 luglio 2016.

LASCIA UN Commento