LA 27a GIORNATA DEL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 2015-16

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Juve in fuga, nonostante la buona forma del Napoli palesata sul difficile campo della Fiorentina, da dove i campani sono usciti imbattuti dopo una partita dagli altissimi contenuti tecnici. Gli uomini di Allegri hanno estromesso l’Inter dalla corsa scudetto, con i nerazzurri costretti a guardarsi dal ritorno del Milan, in ottimo stato di forma unitamente alla Roma, al suo sesto successo di fila!






Abbiamo atteso la definizione della finale di Coppa Italia per fare il nostro consueto punto di quanto avvenuto nel lunghissimo weekend calcistico, che consegna alla Juventus lo scettro di “padrona del campionato”. Sono passati poco più di cinque mesi da quando i bianconeri, battuti a Sassuolo, sembravano dare l’addio alle speranze di riconfermare per la quinta volta consecutiva lo scudetto cucito sulle proprie casacche. Invece una serie di vittorie impressionante, interrotta solamente da un pareggio, li porta in fuga, nonostante la buona vena del Napoli, capace di risollevarsi dalla sconfitta patita nello scontro diretto. Gli uomini di Massimiliano Allegri hanno sancito la loro leadership annientando l’Inter, ormai solamente un’ombra della squadra cinica, granitica e spietata capace di dominare la prima parte della stagione. Ormai gli uomini allenati da Roberto Mancini sembrano fuori dal contesto del campionato, incaduta libera, ma pur sempre capaci di moti d’orgoglio. Trascorrono infatti tre giorni e, nella semifinael di ritorno di Coppa Italia, a risultato compromesso, rischiano l’impresa, rimontando proprio alla Juventus le tre reti incassate nella partita d’andata, per poi cedere solamente ai calci di rigore, dando il via libera ai Piemontesi per la finale da disputare contro il Milan, vittorioso di goleada ventiquattr’ore prima contro la sorprendente Alessandria. Con questo risultato gli uomini allenati da Mihajlovic mettono al sicuro la qualificazione all’Europa League, obbiettivo minimo stagionale, capitalizzando in qualche modo gli ingenti sforzi finanziari compiuti in estate.
Continua il “magic moment” della Roma,vittoriosa ad Empoli nonostante le polemiche interne, mentre l’altra metà della Capitale piange ancora per la sconfitta interna contro il Sassuolo, ormai stabilmente insediato nelle zone alte della classifica.
Al momento, quindi, la Juventus sembra proprio lanciata verso lo scudetto, ma la pesante battuta d’arresto di Milano e due pericolosissime trasferte in vista in casa del Milan e della Fiorentina, entrambe in ottimo stato di forma, tengono aperta la porta alle sorprese. Nella bellissima partita del “Franchi” gli uomini allenati da Maurizio Sarri hanno dimostrato di esserci, sia mentalmente, sia fisicamente.

LASCIA UN Commento