N. 13: A SAN REMO VINCONO GLI STADIO MA TRIONFA CARLO CONTI

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

A San Remo è l’anno degli Stadio! Portando sul palco il brano “Un giorno mi dirai”, la band del frontman Gaetano Curreri si aggiudica la 66a edizione del Festival della Canzone Italiana, dopo aver fatto incetta di premi, tra cui la serata dedicata alle cover, portando sul palco dell’Ariston “La sera dei Miracoli”, capolavoro di Lucio Dalla, a cui la band, probabilmente, deve il proprio successo. Con loro sul podio la giovanissima Francesca Michelin e la coppia formata da Giovanni Caccamo e Deborah Iurato.





promoto
Cala il sipario sull’annuale Festival di San Remo, chermesse televisiva e di costume, che ha avuto negli Stadio, gruppo bolognese affermatosi all’inizio degli anni Ottanta suonando e componendo per Lucio Dalla, i propri dominatori. Sinceramente Curreri e soci hanno avuto buon gioco nello sbaragliare una concorrenza agguerrita solo sulla carta. In realtà sono mancate le idee, soprattutto da parte dei giovani, per non parlare di alcune band storiche, come gli attesissimi Elio e Le Storie Tese e i Blu Vertigo dell’istrionico Morgan, presenti con due brani decisamente al di sotto delle proprie possibilità. Torna decisamente di moda il lento, molto lento, quasi noioso! Nonostante questo, la manifestazione ha ottenuto ascolti record, grazie soprattutto alla maestria di Carlo Conti, al momento il miglior conduttore di programmi televisivi sulla piazza. L’hancorman fiorentino fa del ritmo il proprio punto di forza, dando al tutto una veste radiofonica assai gradevole. Se poi a tener banco troviamo personaggi del calibro di Virginia Raffaele, con le sue caricature e le sue trasfigurazioni, ce n’è a sufficienza per passare la serata e poco importa se a traino ci sono due figure come Gabriel Garco e Madalina Genea, comunque belli.
Questo, in sintesi, il sunto di una delle più brutte edizioni – musicalmente parlando – degli ultimi anni.

LASCIA UN Commento