N. 7, mercoledì 11 febbraio 2015: LA PRIMA SERATA DEL FESTIVAL DI SAN REMO

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Settimana di Carnevale e quest’anno settimana di San Remo, fenomeno di costume mediatico che molti si ostinano a definire gara musicale. Quest’anno la conduzione e la direzione è stata affidata a Carlo Conti, presentatore da anni impegnato nella realizzazione e conduzione di programmi musicali targati RAI. “La musica al centro dello spettacolo!”, – ““Canzoni da ricordare”, perché “Tutti cantano San Remo”, sono state le parole d’ordine che hanno preceduto l’evento!




Cos’ha detto la prima serata di tutto questo?
Effettivamente musica italiana se n’è sentita tanta! Non un ospite straniero, mentre il solo Alessandro Siani, l’attore partenopeo del momento, si è esibito in qualcosa di diverso. Pure le tre vallette, due cantanti, hanno limitato la presenza a semplice comparsa, con presentazioni veloci e concise! A quanto si è sentito, però, lo scopo principale è ben lontano dall’essere raggiunto. Il solo NEC ha presentato un brano che potrà essere ricordato, con Malika Ayane coautrice della solita sua canzone raffinata, eseguita con gran classe, ma non certo destinata alla grande memoria collettiva. Per il resto brani buoni per completare un album, semmai, ma non per trascinarlo nelle classifiche. Da questo grigiore non si salva nemmeno Alex Britti, eccellente musicista, autore in passato di grandi canzoni – “Oggi sono io” su tutte – ma questa volta in Liguria con un’autentica incompiuta. Il brano non decolla, quasi si trattasse di un pezzo iniziato che lui non è riuscito a completare.
Ora non ci resta che attendere l’esibizione degli altri concorrenti in gara per farci un’idea se il buon Carletto raggiungerà lo scopo prefissato. Nel frattempo, comunque, è riusito a conquistare la prima battaglia degli ascolti, tanto da aver già oscurato le polemiche calcistiche di giornata, prima fra tutte quella riguardante il presunto fuorigioco che avrebbe favorito la Juventus nella sfida col Milan, con le immagini prodottae dalla società piemontese sul banco degli imputati!
Per il momento, il buon Galliani ha fallito l’impresa di ricostruire un Milan vincente!

LASCIA UN Commento