INIZIAMO IL RACCONTO DELLA “TRISTE FAVOLA” DELLA DANIMARCA 1992

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

La terribile guerra nei balcani, le violentissime stragi di Mafia che in due mesi hanno messo fine alla dita dei giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, l’esplosione dell’inchiesta “mani pulite”, unitamente alle imprese degli atleti alle Olimpiadi invernali di Albertville ed estive di Barcellona, sono alcuni degli avvenimenti che hanno reso il 1992 per certi aspetti indimenticabile.




Nemmeno la fase finale del campionato europeo di calcio organizzata dalla Svezia è sfuggita a questa regola, regalando una delle imprese più incredibili della storia del calcio: il successo della Danimarca ripescata a dieci giorni dall’inizio delle partite; una favola dai connotati tristi proprio per le motivazioni per le quali ha preso corpo e per la tragedia personale che ha colpito uno dei suoi giocatori.
Dalle ore 6 di sabato 17 gennaio, on-line sul sito trovi il racconto del ripescaggio danese e dell’intera prima fase della rassegna calcistica svedese.

LASCIA UN Commento