LUNEDÌ 7 LUGLIO

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Giorno d’immediata vigilia delle semifinali mondiali. C’è grande attesa in Brasile, ma pure nelle altre tre nazioni coinvolte per due gare dall’esito quanto mai incerto. Mai come in questa edizione l’equilibrio ha regnato sovrano! Laddove non hanno potuto i valori tecnici assoluti, ci hanno pensato gli infortuni a livellare gli equilibri, così ogni pronostico può tranquillamente essere preso per buono: il Brasile in quanto nazione ospitante con l’appoggio del pubblico, propellente essenziale per superare le difficoltà incontrate lungo un percorso finora non certo semplice;
la Germania, dal canto suo, conta su un collettivo ormai maturo, sebbene ancora giovane, per raggiungere un grande risultato;
l’Argentina, probabilmente la squadra più completa, possiede risorse tecniche e caratteriali sufficienti per raggiungere il traguardo, a partire da un Lionel Messi finalmente decisivo nelle grandi manifestazioni per nazioni;
l’Olanda, infine, ha dalla sua la voglia di salire finalmente sul gradino più alto del podio, dopo tre finali perse e dopo un percorso ad alto livello.
L’Italia, intanto sta a guardare, consolandosi con l’impresa del siciliano Vincenzo Nibali al Tour de France, con la vittoria nel doppio femminile di Wimbledom della coppia Vinci-Errani e con una Ferrari capace di dare spettacolo, nonostante il sesto posto finale, in un Gran Premio ed in un mondiale di Formula UNO stradominato dalla Mercedes.

LASCIA UN Commento