SABATO 21 GIUGNO

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

LE PARTITE DI GIORNATA

ARGENTINA – IRAN 1-0
RETI: 90+1′ Messi

GERMANIA – GHANA 2-2
RETI: 51′ Gotze, 54′ Ayew A. (§GH), 63′ Asamoah G. (GH), 71′ Klose

NIGERIA – BOSNIA ERZEGOVINA 1-0
RETI: 29′ Odemwingie

Prosegue questo mondiale ricco come non mai di sorprese: nulla è scontato e, pure quando il pronostico viene rispettato, siamo di fronte a partite dall’andamento per nulla scontato. Succede così che l’Iran, allenato dal portoghese Carlos Queiroz (quello capace di contendere due titoli europei all’under 21 vincente di Cesare Maldini per intenderci) soccomba solo nei minuti di recupero contro l’Argentina, salvata da un capolavoro di un Messi, finalmente decisivo anche in una grande competizione. Gli asiatici, tra l’altro, lamentano pure la mancata concessione di un calcio di rigore, che, dato lo stato di forma mostrato dagli uomini allenati da Sabella, avrebbe potuto avere effetti devastanti.
In serata, poi, si assiste ad un’autentica battaglia tra la Germania, reduce dalla “passeggiata” contro il Portogallo, ed il Ghana: gli africani disputano un gran primo tempo ma passano in svantaggio, per effetto di una clamorosa disattenzione difensiva ben sfruttata dal tedesco Gotze. Mentre escono i fratelli Boateng, l’uno contro l’altro schierati, gli africani pareggiano, rovesciano l’incontro e dominano. Proprio quando sembrano sul punto di infliggere ai tedeschi il colpo del Ko, il tecnico Löve manda in campo il vecchio Miro Klose. Il laziale non ha bisogno di tempo per entrare in partita e alla prima occasione infila la rete che salva i suoi da una clamorosa sconfitta e da un’autentica battaglia contro gli Stati Uniti nella partita conclusiva del girone. Gli africani, comunque, possono giocarsi tutto nel match col Portogallo di Cristiano Ronaldo, parso peraltro gran poca cosa, nonostante la presenza del fuoriclasse del Real Madrid.
In serata, infine, giunge un altro verdetto: la Bosnia di pjanic e Lulic è matematicamente eliminata dopo la sconfitta con la Nigeria, ora seconda e, qualificata in caso di un pareggio contro l’Argentina, risultato che, tra l’altro, permetterà ai sudamericani di conservare il primo posto nel girone. Odore di biscotti?

LASCIA UN Commento