VENERDÌ 13 GIUGNO

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

I RISULTATI DI GIORNATA

MESSICO – CAMERUN 1-0
RETI: 61′ Peralta

SPAGNA – OLANDA 1-5
RETI: 27 Xabi Alonso (SP) rig, 44′ Van Persie, 53′ Robben, 65′ De Vryi, 72′ Van Persie, 80′ Robben

CILE – AUSTRALIA 3-1
RETI: 12′ Sanchez, 14′ Valdivia, 35′ Cahill (AU), 90+2′ Beausejour

Tanti gol (e ne sono stati annullati ben cinque), spettacolo ed un’incredibile sorpresa caratterizzano il secondo giorno di partite della XX edizione dei Campionati mondiali di Calcio. Il Messico domina il Cameroun, formazione in cui Eto’o sembra predicare nel deserto e, l’1 a 0 finale, non rende giustizia alla formazione centro-americana, che si è vista annullare due reti nel primo tempo, per due fuorigioco inesistenti. Il Cile, dal canto suo, batte l’Australia, brava comunque a reagire all’1/2 iniziale firmato Sanchez e Valdivia, rientrando in partita, per ammainare la bandiera solo nei minuti di recupero, quando i sudamericani realizzavano la rete del 3 a 1.
La notizia di giornata, però, arriva da Salvador dove l’Olanda, nella rivincita della finalissima 2010, schianta letteralmente la Spagna, al momento addirittura dietro l’Australia nel proprio girone. Gli “orange” allenati dal Luis Van Gahl prevalgono per 5 a 1, ma con un po’ più di cinismo avrebbero potuto rendere la lezione ancora più dura. Probabilmente si chiude qui definitivamente l’era del “tiki-taka”, la cui fine è gia stata anticipata dal flop del Barcellona e dall’incredibile batosta interna rimediata dal Bayern Monaco di Guardiola (semifinale di champion’s league) contro il Real Madrid di Carlo Ancelotti. “Questi dispongono di Bale e Cristiano Ronaldo” si dirà, ma l’Atletico Madrid di Diego Simeone tutta razionalità non ha insegnato proprio nulla?

Ed ora tocca all’Italia!

LASCIA UN Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.